Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Bper, correntisti ex dipendenti Unipol sul piede di guerra

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra dipendenti Unipol, parenti e affini, occorrerà ricercare un'altra banca'


Bper, correntisti ex dipendenti Unipol sul piede di guerra
Bper potrebbe presto registrare parecchi addii tra i suoi correntisti. Addii polemici e 'a migliaia'. A 'migrare' verso altri istituti di credito, infatti, potrebbero essere gli ex dipendenti di Unipol banca che, dallo scorso 25 novembre, sono stati assorbiti da Bper. Ma non tutto è andato bene: 'Pessimo inizio, il prosieguo del rapporto non è affatto scontato', avvertono infatti i sindacati del gruppo Unipol (First-Cisl, Fisac-Cgil, Fna, Snfia, Uilca-Uil) spiegando che 'se inizialmente era ipotizzabile qualche disservizio, non era affatto previsto venisse messo in discussione il futuro rapporto tra il nuovo istituto di credito e i dipendenti del gruppo Unipol'.

In pratica, e 'diversamente da come sembrava dovesse essere garantito', le condizioni bancarie previste per i dipendenti dell''azionista di maggioranza, Unipol appunto, non saranno interamente mantenute'. E quindi, o Bper rivede e aggiusta, oppure potrebbe perdere parecchi dipendenti-clienti.
Detta in altri termini: se Bper non manifestasse 'un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra dipendenti Unipol, parenti e affini, occorrerà ricercare un istituto bancario disponibile ad offrire le migliori condizioni di mercato, fermo restando la possibilità per ognuno di affidarsi, fin da subito, a un'altra banca', avvertono First-Cisl, Fisac-Cgil, Fna, Snfia, Uilca-Uil. In pratica, approdati in Bper, i dipendenti-ex correntisti di Unipol banca hanno scoperto che la concessione dei prestiti non sarebbe regolata come era con il contratto aziendale di Unipol, che ci sono spese istruttorie per i mutui casa dello 0,30% del capitale richiesto, più altre commissioni aggiuntive. 

I sindacati si sono fatti subito sentire con Bper per chiedere il mantenimento della facoltà per lavoratori, 'nonchè obbligo contrattuale per l'azienda, di richiedere prestiti personali in base a quanto gia' previsto dal nostro contratto.
Purtroppo, in base a quanto riferito, l'effettiva concessione dei suddetti prestiti sarebbe attivabile a partire dal mese di febbraio del prossimo anno'. Così è stata sollecitata una 'procedura d'urgenza per l'erogazione in tempi brevi delle cifre richieste, soprattutto per le situazioni di difficoltà dei colleghi interessati. Analogamente, riteniamo il Gruppo Unipol debba farsi carico anche del maggior costo deciso da Bper riguardante le spese istruttorie per mutuo (0,30%), almeno fino alla definizione-rinnovo del nostro contratto integrativo aziendale, nel quale regolamenteremo il nuovo trattamento'.

Bper si è riservata di dare riscontro nelle prossime giornate, 'a seguito del quale, evidentemente, faremo le nostre debite valutazioni'. Intanto, ieri 'ci sono state segnalate molteplici problematiche: mancata domiciliazione utenze, pagamento spese per operazioni allo sportello, malfunzionamenti accesso web, tardivo accredito stipendio, mancato riconoscimento del profilo correntista ex Unipol banca, eccetera', elencano i sindacati e dunque avvisano: 'A questo punto, salvo il Gruppo Bper non manifesti un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra dipendenti Unipol, parenti e affini, occorrera' ricercare un istituto bancario disponibile a offrire le migliori condizioni di mercato, fermo restando la possibilità per ognuno di affidarsi, fin da subito, a un'altra banca'. Bper potrebbe presto registrare parecchi addii tra i suoi correntisti. Addii polemici e 'a migliaia'. A 'migrare' verso altri istituti di credito, infatti, potrebbero essere gli ex dipendenti di Unipol banca che, dallo scorso 25 novembre, sono stati assorbiti da Bper. Ma non tutto è andato bene: 'Pessimo inizio, il prosieguo del rapporto non è affatto scontato', avvertono infatti i sindacati del gruppo Unipol (First-Cisl, Fisac-Cgil, Fna, Snfia, Uilca-Uil) spiegando che 'se inizialmente era ipotizzabile qualche disservizio, non era affatto previsto venisse messo in discussione il futuro rapporto tra il nuovo istituto di credito e i dipendenti del gruppo Unipol'.

In pratica, e 'diversamente da come sembrava dovesse essere garantito', le condizioni bancarie previste per i dipendenti dell''azionista di maggioranza, Unipol appunto, non saranno interamente mantenute'. E quindi, o Bper rivede e aggiusta, oppure potrebbe perdere parecchi dipendenti-clienti.
Detta in altri termini: se Bper non manifestasse 'un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra dipendenti Unipol, parenti e affini, occorrerà ricercare un istituto bancario disponibile ad offrire le migliori condizioni di mercato, fermo restando la possibilità per ognuno di affidarsi, fin da subito, a un'altra banca', avvertono First-Cisl, Fisac-Cgil, Fna, Snfia, Uilca-Uil. In pratica, approdati in Bper, i dipendenti-ex correntisti di Unipol banca hanno scoperto che la concessione dei prestiti non sarebbe regolata come era con il contratto aziendale di Unipol, che ci sono spese istruttorie per i mutui casa dello 0,30% del capitale richiesto, più altre commissioni aggiuntive. 

I sindacati si sono fatti subito sentire con Bper per chiedere il mantenimento della facoltà per lavoratori, 'nonchè obbligo contrattuale per l'azienda, di richiedere prestiti personali in base a quanto gia' previsto dal nostro contratto.
Purtroppo, in base a quanto riferito, l'effettiva concessione dei suddetti prestiti sarebbe attivabile a partire dal mese di febbraio del prossimo anno'. Così è stata sollecitata una 'procedura d'urgenza per l'erogazione in tempi brevi delle cifre richieste, soprattutto per le situazioni di difficoltà dei colleghi interessati. Analogamente, riteniamo il Gruppo Unipol debba farsi carico anche del maggior costo deciso da Bper riguardante le spese istruttorie per mutuo (0,30%), almeno fino alla definizione-rinnovo del nostro contratto integrativo aziendale, nel quale regolamenteremo il nuovo trattamento'.

Bper si è riservata di dare riscontro nelle prossime giornate, 'a seguito del quale, evidentemente, faremo le nostre debite valutazioni'. Intanto, ieri 'ci sono state segnalate molteplici problematiche: mancata domiciliazione utenze, pagamento spese per operazioni allo sportello, malfunzionamenti accesso web, tardivo accredito stipendio, mancato riconoscimento del profilo correntista ex Unipol banca, eccetera', elencano i sindacati e dunque avvisano: 'A questo punto, salvo il Gruppo Bper non manifesti un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra dipendenti Unipol, parenti e affini, occorrera' ricercare un istituto bancario disponibile a offrire le migliori condizioni di mercato, fermo restando la possibilità per ognuno di affidarsi, fin da subito, a un'altra banca'. 



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Economia - Articoli Recenti
Tutelare salari e lavoro: Fiom CGIL ..
Duecento metalmeccanici modenesi a Roma sabato con le richieste al nuovo governo per ..
04 Ottobre 2022 - 13:39
Bonomi: 'Flat tax e prepensionamenti?..
'Oggi energia e finanza pubblica sono due fronti emergenza che non possono ammettere follie ..
03 Ottobre 2022 - 16:45
Cersaie supera 90mila visitatori, ..
Savorani: 'La ceramica continua ad aumentare le proprie quote sui mercati internazionali'
03 Ottobre 2022 - 11:42
Ruote Libere: 'Autotrasporto, bene ..
Franchini: 'Il futuro Governo inauguri una stagione nuova, partendo dallo stop alle ..
03 Ottobre 2022 - 11:35
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38