GIFFI NOLEGGI
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
GIFFI NOLEGGI
articoliEconomia

La coop L'Operosa entra come socio sovventore in Società Dolce

La Pressa
Logo LaPressa.it

Segata: 'Le due cooperative condividono gli stessi valori di mutualità, democrazia, uguaglianza e solidarietà'


La coop L'Operosa entra come socio sovventore in Società Dolce
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Il consiglio di amministrazione della cooperativa sociale Società Dolce ha ammesso ieri la cooperativa L’Operosa, socio unico di Operosa spa, come socio sovventore, con la sottoscrizione di 240 azioni per complessivi 120mila euro. Una bella opportunità di crescita per Bologna e per due realtà impegnate in ambiti diversi e apparentemente lontani, che s’incontrano nell’operatività e nelle parole che le accomunano e che saranno il fil rouge dei prossimi anni: persone, ambiente, lavoro.

'Questa collaborazione rappresenta un'opportunità preziosa per la nostra città – ha detto Claudio Pozzi, presidente de L’Operosa - dove due realtà operative in settori differenti si uniscono con uno sguardo a lungo termine. Insieme, miriamo a servire la comunità, mettendo al centro i valori condivisi di attenzione per le persone, dell'ambiente e della creazione di opportunità di lavoro. Questi principi guideranno il nostro impegno nei prossimi anni, contribuendo in modo significativo al benessere del territorio'.


Una collaborazione, quella tra L’Operosa e Società Dolce, che ha radici lontane. Le due cooperative, già nel 2021 hanno sottoscritto un contratto di rete per realizzare un’organizzazione comune ed operare insieme nella ricerca e nella somministrazione del personale e nei servizi d’assistenza di base e ristorativi. Oltre alla possibilità di assumere vicendevolmente il ruolo di socio sovventore nelle due cooperative, gli intenti dell’accordo non sono rimasti sulla carta, ma si sono concretizzati nella comune acquisizione della RSA Villa Paola, a Bologna e nella partecipazione al project financing sulle RSA del Comune di Milano. Ma anche nel reclutamento, la formazione, la gestione e l’aggiornamento delle risorse umane, con l’ingresso di L’Operosa come socia nell’ente di formazione Seneca e l’utilizzo anche dei servizi di Seneca Job.

Il prossimo passo? L’adesione di Società Dolce, già iscritta a Legacoop e Agci, a Confcooperative, a cui aderisce L’Operosa, per essere realtà di riferimento per tutta l’Alleanza delle Cooperative di Bologna.

'Pur operando in settori diversi – ha detto Pietro Segata (nella foto), presidente di Società Dolce - le due cooperative condividono gli stessi valori di mutualità, democrazia, uguaglianza e solidarietà, che hanno prodotto in passato diverse collaborazioni. Due percorsi che hanno accompagnato e scritto una parte della storia di Bologna, garantendo migliaia di posti di lavoro e stipendi a tante famiglie. Solo oggi, i lavoratori di L’Operosa sono 3mila, mentre Società Dolce ne conta oltre 4mila'.

Nata nel 1951, L’Operosa è una cooperativa fondata sul lavoro, impegnata ogni giorno per la comunità e l’ambiente. La società è a capo del Gruppo e trasmette i valori fondamentali della cooperazione alle altre società impegnate in diversi settori: Facility Management, parcheggi, costruzioni, software e sistemi, comunicazione, ricerca e innovazione sostenibile per l’ambiente.
Anni dopo e con lo stesso spirito, un gruppo di giovani studenti universitari fondò Società Dolce, una cooperativa di servizi alla persona, con l’intento di costruire una società migliore, dolce e attenta ai più fragili. La filiera dei servizi oggi è completa e va dalla gestione di nidi e scuole per l’infanzia, di servizi integrativi scolastici, residenze e centri diurni per anziani e disabili, hospice, reparti di lungodegenza, centri ambulatoriali di riabilitazione, centri di accoglienza notturna e diurna per persone senza dimora e per migranti, all’assistenza domiciliare anche integrata.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Economia - Articoli Recenti
Fiera di Modena, il settore affonda: ..
'Modenafiere, Camera di Commercio di Modena e Carpi Fashion System, dopo approfondite ..
16 Febbraio 2024 - 16:40
Opa e fusione con UnipolSai: Unipol ..
Il titolo Unipol, partito molto bene, vola in piazza Affari salendo del 20% a 6,9 euro
16 Febbraio 2024 - 14:50
Legacoop Estense: 150 cooperatori di ..
Tra le cooperative emiliano-romagnole, il 2023 si è chiuso con un aumento del valore della ..
15 Febbraio 2024 - 17:31
Amici della San Felice 1893 Banca ..
Davide Baraldi: ‘Serve confronto aperto e costruttivo con la Governance, cercando di ..
15 Febbraio 2024 - 13:42
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52