Modena, ancora cassa integrazione per i dipendenti Maserati: sciopero
Acof onoranze funebri
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Acof onoranze funebri
articoliEconomia

Modena, ancora cassa integrazione per i dipendenti Maserati: sciopero

La Pressa
Logo LaPressa.it

La Fiom Cgil: 'Non è accettabile che a pagare siano sempre i lavoratori'


Modena, ancora cassa integrazione per i dipendenti Maserati: sciopero
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Si è svolto ieri l’esame congiunto azienda-sindacati della procedura di cassa integrazione per gli oltre 200 lavoratori del sito produttivo di via Ciro Menotti di Maserati Modena.
L’azienda ha confermato il periodo di sospensione dell’attività lavorativa 17 marzo-6 aprile 2024 con il ricorso alla cassa integrazione ordinaria per calo attività produttiva. Inoltre ha comunicato l’intenzione di richiedere un’ulteriore periodo di Cigo dall’8 aprile al 3 maggio 2024.

Dopo gli ammortizzatori utilizzati in dicembre 2023, gennaio e in modo continuativo per tutto il mese di febbraio 2024, gli ulteriori periodi confermati e richiesti porteranno per i lavoratori di Maserati la sospensione dal lavoro dal 17 marzo al 3 maggio in modo continuativo con Cigo a zero ore.
Nel mese di maggio, poi, è previsto il riavvio della produzione per un periodo che sarà probabilmente appena sufficiente a garantire la maturazione di tutti gli istituti contrattuali come le ferie.


Le azioni che Maserati ha messo in campo - azioni commerciali, futuri investimenti – non sono sufficienti ad evitare per ora l’utilizzo massiccio degli ammortizzatori sociali che impattano tragicamente sul reddito dei lavoratori.

'Risulta complicato comprendere – afferma Stefania Ferrari segretaria Fiom Cgil Modena - come un’impresa che dichiara utili in continua crescita, garantisce dividendi ai propri azionisti, che vanta l’Ad più pagato del mondo, scarichi sui lavoratori ogni difficoltà. Infatti anche questa volta alle lavoratrici e ai lavoratori dello stabilimento di via Ciro Menotti non saranno garantiti ratei, integrazioni salariali e altro, almeno per quanto riguarda i mesi di febbraio e aprile. Su questo punto, l’azienda risponde che tali scelte non sono di competenza modenese. Di fatto non ha dato riscontro'.

'Anzi i lavoratori trascorreranno i prossimi mesi nell’incertezza di quanto accadrà dopo. Maserati non è stata infatti in grado di garantire la completa ripresa produttiva anche nel mese di giugno.

Le organizzazioni sindacali hanno proposto modelli di organizzazione del lavoro che avrebbero permesso di garantire lavoro anche nel mese di aprile in quantità sufficiente per permettere la maturazione degli istituti contrattuali, diluendo la produzione in numero di auto giornaliere minore rispetto alla completa saturazione degli impianti, accompagnando il periodo anche con momenti formativi. Non è stato ottenuto riscontro positivo. La Fiom Cgil insieme alle altre organizzazioni sindacali, svolgerà a breve le assemblee con i lavoratori per decidere quali azioni intraprendere. Non è accettabile che a pagare siano sempre i lavoratori'.

In attesa delle assemblee, le Rsa Fiom Cgil hanno proclamato per domani 2 ore di sciopero dalle 8 alle 10 del mattino, ed invitano i lavoratori ad incontrarsi davanti ai cancelli per fare il punto sulla situazione aziendale.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Economia - Articoli Recenti
Bce taglia i tassi di 25 punti base
Il tasso sui rifinanziamenti principali scende quindi da 4,50% a 4,25%, quello sui depositi ..
06 Giugno 2024 - 15:02
Cooperativa muratori Soliera in piena crisi: 'Cantieri bloccati'
'La crisi può avere effetti sulla continuità produttiva, sull’occupazione e sul ..
06 Giugno 2024 - 13:42
'A Modena e provincia atteso un aumento di presenze, trainano gli stranieri'
Le previsioni di Assoturismo-CST indicano un +1,5% sull'estate 2023 e un 2,5% in più di ..
05 Giugno 2024 - 13:34
Modena, Raimondi spa celebra 50 anni di attività
Si sono riuniti oltre 100 ospiti tra distributori ed agenti giunti da svariate parti del ..
03 Giugno 2024 - 16:45
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla speranza che i soci non chiudano i libretti
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0: soci prestatori esigono risposte
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38
Bper, correntisti ex dipendenti Unipol sul piede di guerra
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52