Bonaccini e Muzzarelli, preservare potere è più forte di ogni attrito
e-work Spa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
e-work Spa
articoliIl Punto

Bonaccini e Muzzarelli, preservare potere è più forte di ogni attrito

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Un bravissimo sindaco'. Va bene dividersi, va bene litigare, ma quando serve fare squadra per preservare il potere, non si scherza


Bonaccini e Muzzarelli, preservare potere è più forte di ogni attrito
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Ha letto della sfiducia della sinistra ai due assessori modenesi sui giornali e 'si augura ci sia la responsabilità di evitare di mettere in difficoltà l'Amministrazione comunale di Modena perchè c'è un bravissimo sindaco, Muzzarelli'. In fondo è tutta il quel 'bravissimo sindaco' la sintesi del travagliato rapporto tra il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli.
Entrambi assessori regionali, nell'ormai lontano 2014, si ritrovarono con candidature a parti invertite. il più esperto Muzzarelli costretto ad 'accontentarsi' della poltrona di sindaco di Modena e il rampante Bonaccini promosso (per molti oltre i suoi meriti di allora) a presidente della Regione Emilia Romagna.

Muzzarelli fece ovviamente buon viso a cattivo gioco, ma il rapporto non fu mai facile.

Bonaccini navigò con astuzia nelle salite e discese (più che altro discese) del Pd, passando dal sostegno a Bersani all'appoggio a Renzi, per poi tornare a Zingaretti, mentre Muzzarelli rimase più coerente con se stesso, abbozzando una svolta renziana dell'ultima ora solo quando non essere renziani significava non essere.

Più volte si scontrarono su candidature e nomine (anche recentemente sulla promozione di Fabio Braglia alla presidenza della Provincia di Modena), ma nei momenti importanti, l'uno vi è stato per l'altro e viceversa. Bonaccini era al fianco di Muzzarelli nella sua campagna elettorale alle comunali e Muzzarelli era al fianco di Bonaccini nel difficile passaggio delle Regionali.
Un elastico che non si è mai spezzato (nemmeno nel dibattito sulla scelta del futuro candidato sindaco di Modena, con Bonaccini a sostegno di Bortolamasi e Muzzarelli a sostegno di Guerzoni non potendo sostenere se stesso per la terza volta), perchè a renderlo forte è sempre stato un collante preciso: il mantenimento del potere.

Va bene dividersi, va bene litigare, ma quando serve fare squadra per preservare il potere, non si scherza. Non certo per affetto del proprio alter ego, ma per una ferrea logica machiavellica. Se Modena dovesse passare al centrodestra, il presidente della Regione sarebbe meno forte, e se la Regione dovesse passare al centrodestra il sindaco di Modena rischierebbe di far la fine dei vasi di coccio manzoniani. Per questo per Bonaccini Muzzarelli è un 'bravissimo sindaco'. Da applausi. E dovesse capitare, Muzzarelli dirà la stessa cosa: 'un bravissimo presidente'. Un bel direttore!
Così, nonostante dissapori e attriti personali, Muzzarelli e Bonaccini continuano a camminare mano nella mano, abbracciandosi a favor di telecamere e superando vecchie appartenenze e steccati. Basti pensare che il duro e puro ex Ds Muzzarelli sosterrà Bonaccini nella corsa alla segreteria Pd. Bonaccini e non la Schlein con la quale certamente il sindaco di Modena ha più affinità ideali. Funziona così, prima il dovere.
Giuseppe Leonelli

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo
Articoli Correlati
La piazza di Massimo
Politica
11 Giugno 2024 - 02:39
Modena, ecco i nomi del nuovo Consiglio comunale
Politica
10 Giugno 2024 - 23:06
Fanano, Stefano Muzzarelli si conferma sindaco col 74%
La Provincia
10 Giugno 2024 - 15:46

Il Punto - Articoli Recenti
Modena: il Pd ha stravinto, ma Negrini non meritava di restare solo
A Negrini non avevano detto tutto e ora, all’apparir del vero, il rischio è quello di ..
10 Giugno 2024 - 19:48
Europee a Modena, il valzer preferenze: male Fdi e Cavedagna incassa meno del previsto
A Modena prende solo poco più della metà delle preferenze che Bignami avrebbe chiesto a ..
10 Giugno 2024 - 11:52
Modena, il Pd ostenta sicurezza ma il ballottaggio è possibile
Intanto Luca Negrini non alza il livello dello scontro e non reagisce personalmente alle ..
06 Giugno 2024 - 10:26
Voto a Modena, Mezzetti perde la 'gentilezza': la destra torna ad essere il 'nemico'
Addirittura una destra locale tratteggiata come colpevolmente e consapevolmente ..
04 Giugno 2024 - 07:51
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58