Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliIl Punto

Campo nomadi abusivo covo di bande criminali, Muzzarelli: 'Non sapevo nulla, voi lo sapevate?'

La Pressa
Logo LaPressa.it

In attesa delle risposte (che non avremo) e che abbiamo chiesto al suo portavoce abbiamo incontrato il Sindaco a margine di un altro incontro istituzionale in città


Campo nomadi abusivo covo di bande criminali, Muzzarelli: 'Non sapevo nulla, voi lo sapevate?'

'Io non sapevo nulla, lei lo sapeva? Risponda alla domanda! Lei lo sapeva? Io non lo sapevo'.

E' la risposta a caldo che ci è stata data dal Sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli alla domanda a lui rivolta questa mattina rispetto alla situazione del campo nomadi abusivo e, come rivelato dalle indagini della magistratura e dagli arresti dei Carabinieri che ne sono seguiti, almeno dal 2015 covo di una banda criminale organizzata dedita al furto di bancomat, enorme discarica a cielo aperto, utilizzata anche per nascondere la refurtiva, nel mezzo di roulotte ed autocaravan con famiglie di nomadi con minori. Tutte irregolari, tutte abusive, in quel luogo se non fosse per alcuni componenti obbligati dal giudice a scontare lì gli arresti domiciliari. 

Un'area sulla quale il Sindaco, nel novembre 2016, in risposta ad una interrogazione consigliare, aveva detto che si erano concentrati 188 controlli in 103 giorni, quasi due controlli al giorno, da parte della Polizia Municipale.


Un realtà, quella della situazione del campo nomadi nel 2016 descritta dal Sindaco che ci è parsa subito ben diversa da quella emersa dai controlli fatti, nello stesso periodo, dai Carabinieri e illustrata nella conferenza stampa di ieri. Controlli che confermavano, come già raccontato, oltre al totale abusivismo e pericolo ambientale e sociale, l'attività consolidata di una banda criminale dedita a furti con spaccata in tutta la provincia e buona parte del nord Italia e che in quell'area, occupata abusivamente (anche se legittimata di fatto dal Comune con la motivazione che era domicilio di soggetti colpiti da provvedimenti di arresto), aveva la propria base operativa. Tutto documentato dalle telecamere poste dai Carabinieri e da immagini che alla fine dell'estate del 2016, 3 mesi prima della risposta del sindaco in Consiglio Comunale, avevano portato all'identificazione dei criminali che li vivevano e alla richiesta di arresto.

Una realtà criminale e di abusivismo nella quale vivevano, e vivono, minori e della quale il Sindaco, nonostante i 188 controlli in 103 giorni della Polizia Municipale, dichiara oggi di non avere saputo nulla. Nulla. Che se così allora qualche domanda è giusto farsela, anche sui controlli della Polizia Municipale, anche sulla sinergia (bella parola sempre pronta a dare una parvenza di efficacia), e che non è giusto che sia il sindaco a rivolgere a noi, chiedendoci se noi lo sapevamo. Certo che non lo sapevamo, ma proprio perché il Sindaco è lui, mica uno di noi. Ed è lui che ha il diritto di essere informato e il dovere di rispondere e di agire nel momento in cui sul territorio comunale esistono delle situazioni di pericolo, di degrado di incivilità e di illegalità, riguardanti anche minori, che non hanno più ragione di esistere e che lui, non noi, con gli strumenti che gli sono riconosciuti dalla legge, con i diritti e i doveri, è chiamato a non fare più esistere, dando una soluzione, che è possibile.

Perché oggi sono queste le domande che volevamo porgli direttamente e che poco prima, per correttezza e nel rispetto dei ruoli, avevamo girato, insieme alle questioni poste dal nostro articolo, all'attenzione del suo portavoce (perché il Sindaco Muzzarelli, oltre a potere contare su un ufficio stampa, ha a disposizione un portavoce personale). Al quale, sempre per correttezza professionale ed istituzionale, avevamo anche riferito dell'incontro improvvisato (giudicato dallo stesso portavoce 'fuori contesto'), con il Sindaco, al Novi Sad. E non tanto perché eravamo soddisfatti delle risposte date, ma per ribadirle tutte , perché ad esse non avevano ricevuto risposta. Anche solo perché non avevamo avuto nemmeno tempo e modo di formularle, in quel contesto. 

Ed ecco che la risposta che ci dice che non avremo risposta arriva dal Comune: 'Non aggiungiamo altro rispetto alle congratulazioni a magistratura e forze dell'ordine che abbiamo postato anche su FB'.

Ne prendiamo atto, con l'amaro in bocca, e a questo punto parlando anche come cittadini e non solo come giornalisti. Perché non rispondendo alle domande su cosa fare oggi su una questione così grave e delicata, sul come era possibile che un sindaco non sapesse cosa succedeva realmente in quel campo nonostante i controlli della Polizia Municipale di cui lui è formalmente il capo, sul come affrontare il problema dei minori, che quello scempio sparisce e la situazione si risolve.

Le domande, caro Sindaco, sono e rimangono quelle. Se non vorrà rispondere direttamente a noi, perché scomodi e sgradevoli, lo faccia rivolgendosi a tutti, partendo da quei colleghi che questa mattina erano li con noi, che non hanno potuto rivolgerle altre domande perché quelle de La Pressa lo hanno fatto andare via anzi tempo. 

Risponda, perché le risposte non riguardano solo La Pressa, ma una città intera

Gianni Galeotti



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Il Punto - Articoli Recenti
Modena insicura e in declino, ma il ..
Un quadro inquietante che viene sottovalutato e sminuito nella sua gravità dalla ..
21 Novembre 2022 - 07:37
Modena, opposizione mai così ..
Nonostante questa divisione, la sfida alla quale l'opposizione è chiamata è proprio quella..
17 Novembre 2022 - 18:06
Voto Modena, al via grandi manovre: ..
Al momento le tre gambe della coalizione si stanno muovendo in modo autonomo. I nomi sono ..
15 Novembre 2022 - 17:03
Medici no vax più pericolosi per i ..
Asserire che i no vax siano maggiormente pericolosi per i pazienti degli altri non trova ..
06 Novembre 2022 - 13:19
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58