Carpi, Aimag ed Hera, le contraddizioni di Azione targata Morelli
e-work Spa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
e-work Spa
articoliIl Punto

Carpi, Aimag ed Hera, le contraddizioni di Azione targata Morelli

La Pressa
Logo LaPressa.it

Negli anni del suo massimo splendore, quando governava la città – parole sue mai smentite - ha cacciato fuori da Aimag l’ultimo dei presidenti competenti


Carpi, Aimag ed Hera, le contraddizioni di Azione targata Morelli
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Se c’è un aspetto di queste elezioni che fa veramente pensare è la faccia tosta – politicamente parlando – di Azione Modena. Negli ultimi giorni il partito di Calenda, infatti, sta basando tutta la sua campagna elettorale e mediatica su due punti chiave, che alla fine si riducono a uno: Simone Morelli.

Da un lato abbiamo infatti l’esposizione quasi ostentata dell’ex vicesindaco di Carpi, che potrebbe essere o non essere candidato alle comunali o alle regionali, ma nel mentre è il segretario cittadino di Azione. Pronto all’alleanza con il PD, nonostante tutti i trascorsi negativi con il partitone, che lo ha espulso dal partito. E nonostante le battaglie personali con il sindaco Alberto Bellelli, che lo ha fronteggiato in tribunale fino a pochi mesi fa, in un processo per tentata diffamazione aggravata.

Dall’altro ci sono poi le nomine in Hera/Aimag, giudicate improvvide da Azione, fra Carpi e Mirandola.

I due punti possono essere ridotti a uno perché se Aimag è in questa situazione di debolezza cronica è soprattutto a causa delle nomine fatte in passato da Morelli. Che negli anni del suo massimo splendore, quando governava la città – parole sue mai smentite - ha cacciato fuori da Aimag l’ultimo dei presidenti competenti in materia, Mirco Arletti, e nominato Monica Borghi, figura che con tutto il rispetto non aveva certo un curriculum vitae da presidente di una utility. Sotto la cui presidenza Aimag ha ondivagato fra strategie altalenanti di unificazione a Hera e di espansione esterna – come non dimenticare il periodo della “Grande Aimag”? Per arrivare al nulla di fatto e alla conseguente crisi che ha portato al commissariamento di fatto di Aimag da parte di Hera e Confindustria, con la compiacenza di tutti quei sindaci – Diacci di Novi in testa – che invece avevano raccolto consenso elettorale fra i cittadini millantando differenze con il PD.

O che, come Bellelli, avevano apparentemente ricevuto e recepito il messaggio dei cittadini del referendum del 2017. Che nonostante la bassa affluenza e la presunzione dei maggiorenti del PD ha comunque sortito effetti politici non indifferenti. E bloccato scalate, ai tempi, date per certe.

Ciò nonostante il commissario modenese di Azione Paolo Zanca ogni giorno lancia strali su Aimag, Hera e nomine varie. L’obiettivo è ovvio: cercare di fare pressioni sul PD per posticipare le nomine e partecipare al meglio alle stesse. Sistema che potrà sortire degli effetti sui candidati politicamente più deboli come Riccardo Righi di Carpi – che nonostante tutto ha dovuto sottoscrivere l’accettazione della candidatura del partito controllato localmente da Morelli e che dovrà concedere poltrone a quel partito – e che potrebbe averne su Massimo Mezzetti, più che debole indifferente. Ma che difficilmente fermerà Giancarlo Muzzarelli, che non è di certo fatto della stessa pasta dei suoi successori. Né Hera.

Magath

Magath Felix
Magath Felix

Dietro allo pseudonimo Magath un noto personaggio modenese che racconterà una Modena senza filtri. La responsabilità di quanto pubblicato da Magath ricade solo sul dirett..   Continua >>


Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Mail dipendenti usata per spot: Mezzetti ha avuto il coraggio di sfidare la macchina comunale
Il candidato Pd attacca: 'Necessità di definire un miglior equilibrio tra trasparenza ..
20 Maggio 2024 - 18:31
Voto a Carpi, il possibile flop di Azione inquieta Righi
Non solo, la campagna elettorale di Righi è saldamente nelle mani dei soliti noti, seppur ..
18 Maggio 2024 - 12:58
Modena, la campagna elettorale del fair play (forse troppo)
Mezzetti ha da guadagnare maggiormente da questa campagna elettorale 'soft'. Per questo, ..
15 Maggio 2024 - 07:03
Voto a Carpi: ecco come finirà. Non serve la sfera magica
Righi arriverà a sfiorare addirittura il 60% di voti potenziali. Annalisa Arletti si ..
14 Maggio 2024 - 14:07
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58