GIFFI NOLEGGI
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
GIFFI NOLEGGI
articoliIl Punto

Dai rifiuti alla criminalità: i 5 incubi del sindaco Muzzarelli

La Pressa
Logo LaPressa.it

E si affida alla ben sperimentata ‘arma’ della ribalta mediatica a tutti i costi, del volere apparire tutti i giorni sui giornali


Dai rifiuti alla criminalità: i 5 incubi del sindaco Muzzarelli
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Il fallimento della raccolta rifiuti porta a porta che, come lamentano i cittadini, ha reso la città più sporca sia in centro che nei quartieri, come hanno dovuto ammettere seppure a denti stretti sia il suo partito, il  Pd, che ha parlato di ‘evidenti criticità’, che l’assessore Filippi che ha promesso in consiglio comunale ‘interventi e miglioramenti’; la dilagante criminalità che allarma e spaventa i modenesi, divenuta  una vera e propria ‘emergenza’ per la  sicurezza del cittadino; l’incapacità di gestire il flusso di migranti provenienti dall’Africa dopo anni in cui egli e i suoi assessori dipingevano demagogicamente Modena come ‘città modello, accogliente, inclusiva, ricettiva, solidale’, ammettendo invece ora che ‘i migranti sono troppi’ e che Servizi sociali del Comune, le Cooperative e il volontariato non sono in grado di garantire condizione dignitose per coloro che arrivano; il tentativo di ‘condurre le danze’ per la scelta del nuovo sindaco (di suo gradimento) tra i tanti concorrenti alla poltrona di piazza Grande; il suo futuro politico (in Regione?) dopo i dieci anni come primo cittadino, sono i pensieri che assillano Giancarlo Muzzarelli.

E lo dimostra il nervosismo (che cerca invano di nascondere) affidandosi alla ben sperimentata ‘arma’ della ribalta mediatica a tutti i costi, del volere apparire tutti i giorni sui giornali con una o più foto al giorno, a scapito dei suoi assessori tenuti sempre in secondo piano, non rendendosi conto che  questo eccesso di sovraesposizione, di ricerca esasperata delle luci della ribalta e  l’ansia di protagonismo, del retorico annuncio di futuristici progetti per il territorio e mai di inaugurazione di opere concretamente eseguite dalla sua attuale giunta, di essere insomma sempre sopra le righe, da ‘uomo solo al comando’ (come vi riusciva Fausto Coppi, ma nelle corse ciclistiche), rischia di essere un boomerang per lui e non evitare quella che qualcuno ipotizza come una Caporetto per il Pd modenese.

Rifiuti urbani, criminalità, migranti, lotte intestine per la scelta del candidato sindaco, potrebbero dunque essere per Muzzarelli altrettanti motivi del fallimento della sua amministrazione e quindi la ragione della perdita delle elezioni da parte del suo partito, ma anche di una sua malinconica uscita di scena.

D’altra parte sono note le critiche di eccesso di protagonismo, di arroganza nella gestione del potere, di autosufficienza, di mancanza di volontà di ascolto delle minoranze in consiglio comunale e delle esigenze dei cittadini (quotidiane le lamentele dei modenesi ai giornali per essere lasciati soli di fronte alla criminalità, al degrado e ai problemi della città), per le tante cose promesse e annunciate in campagna elettorale ma lasciate in sospeso e non attuate, per una giunta comunale composta da  assessori con poca o nessuna personalità a fronte di un sindaco a volte autoritario che ha imposto la sua volontà e il suo indubbio carisma a danno della partecipazione popolare.

Critiche che ricompaiono ora nelle dichiarazioni del segretario del Pd Solomita che chiede per il futuro ‘il coinvolgimento delle comunità e la liberazione dalle briglie per dare voce alle proposte dei cittadini e alla programmazione del territorio’, ma anche in quelle di possibili candidati alla poltrona di sindaco, come quelle di Francesco Ori che ha parlato apertamente della ‘importanza della qualità del programma e meno dei singoli’, di una città che vuole essere ‘ascoltata e coinvolta nelle scelte del Comune’, della importanza di formare ‘una squadra di qualità e non solo la ricerca  di un top player perchè nessuno è indispensabile’.
Parole che appaiono chiare ed inequivocabili.

Cesare Pradella

Cesare Pradella
Cesare Pradella

Giornalista pubblicista, è stato per dieci anni corrispondente da Modena del Giornale diretto da Indro Montanelli, per vent'anni corrispondente da Carpi del Resto del Carlino, per ..   Continua >>


 

Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Voto a Modena, tutti con Mezzetti: ..
La strategia è chiara: i 5 Stelle e i fedeli del duo Richetti-Calenda sosterranno in pieno ..
18 Febbraio 2024 - 07:20
Modena, alla corte di Calenda prove ..
Mondi diversi, eppure così uguali tra loro, dove tutto si tiene e dove ognuno cerca di ..
17 Febbraio 2024 - 14:09
Modena, rebus candidato centrodestra:..
Massimo Mezzetti, annunciato come candidato primo cittadino dal Pd a metà gennaio, è già ..
16 Febbraio 2024 - 13:27
Voto Modena, il vero avversario di ..
Il primo punto di debolezza del centrosinistra è rappresentato proprio dalla sua forza. Su ..
14 Febbraio 2024 - 15:28
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58