GIFFI NOLEGGI
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
GIFFI NOLEGGI
articoliIl Punto

Il modenese Lanzi come la Bellanova, l'orgoglio del 'zero titoli'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Insomma si può giudicare un parlamentare per la voce stridula e acuta... Non certo per non aver studiato una mazza di niente. Questo sì è un giudizio lapidario


Il modenese Lanzi come la Bellanova, l'orgoglio del 'zero titoli'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


E così, nella destrutturazione della politica e della società, si passa senza accorgersene dall'orgoglio del ricco curriculum all'orgoglio del non avere studiato una mazza. Succede al Governo con la nomina a ministro delle politiche agricole di Teresa Bellanova, il cui percorso di studi si è fermato alla terza media, e succede a Modena dove il senatore M5S Gabriele Lanzi (spietato annusameloni e allegro stornellatore) ha lasciato anch'egli la scuola prima del diploma. Che, ovviamente, non deve essere discriminatorio in assoluto il titolo di studio per valutare una persona, ma da qui a fare un merito non aver studiato, forse, ce ne passa. Ma la politica non è la medicina e non è l'ingegneria (pochi oserebbero farsi operare da un sedicente medico con la terza media e pochi affiderebbero la costruzione della propria casa a chi ha smesso di andare a scuola a 14 anni) e quindi vale tutto.

La laurea? Un impiccio. Il diploma? Se proprio serve... La terza media è già tanto. Meglio sarebbe non aver nemmeno finito le elementari. Quello sì sarebbe il top. Zero titoli: ecco il profilo del politico perfetto che aver letto un libro porta scompiglio nei pensieri.

'Teresa Bellanova, neoministro dell’agricoltura l’ho criticata spesso in aula, quando con la sua voce urlava sopra a colleghi che svolgevano il proprio intervento in Senato. La disapprovavo invitandola a stare in silenzio e non disturbare. Mi dava proprio fastidio la sua voce stridula ed acuta - afferma Lanzi - Sul vestito che indossava ieri al giuramento, ho la mia opinione proprio perché ho letto qualcosa, ma non tale da farne una critica pubblica sui social. Che si vesta come vuole! Ora la si critica perché non è laureata e ha la media inferiore. Qui bisogna che ci si accordi.

Se una persona mente e si accredita titoli che non possiede, parte il dileggio a reti unificate tanto che ci sono state persone che si sono dimesse. Dimesse per la vergogna di avere mentito. Ma se una persona è trasparente, dice le cose come stanno e ha un vissuto ed esperienze tali che, da raccoglitrice di pomodori l’hanno portata a diventare Ministro, cosa ci vedete di male? Ma io le faccio i complimenti e grato pure che non sarà più in Senato a “disturbare”. Nemmeno io sono laureato e nemmeno diplomato. Vengo da una famiglia numerosa (9 figli) e sono il primo maschio. Ho iniziato a lavorare giovanissimo. 43 anni di lavoro in industrie private. Da semplice operaio raggiunsi la posizione di Quadro Dirigente in una grande azienda internazionale del comprensorio sassolese passo dopo passo, promozione dopo promozione, studiando da solo la sera e quando potevo. Successivamente il mio impegno politico mi ha portato ad essere eletto come Senatore della Repubblica e la mia condizione non è mai stata nascosta. Quindi nessuno nega i valori dei titoli di studio ma chi ha studiato di più dovrebbe avere l’intelligenza di dimostrare di avere qualcosa in più e non lasciarsi andare a giudizi lapidari, gretti e meschini'. 

Insomma si può giudicare un parlamentare per la voce stridula e acuta... E via, anche per il vestito. Ma non certo per non aver studiato una mazza di niente. Questo sì è un giudizio lapidario e meschino.

Giuseppe Leonelli

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Voto a Modena, tutti con Mezzetti: ..
La strategia è chiara: i 5 Stelle e i fedeli del duo Richetti-Calenda sosterranno in pieno ..
18 Febbraio 2024 - 07:20
Modena, alla corte di Calenda prove ..
Mondi diversi, eppure così uguali tra loro, dove tutto si tiene e dove ognuno cerca di ..
17 Febbraio 2024 - 14:09
Modena, rebus candidato centrodestra:..
Massimo Mezzetti, annunciato come candidato primo cittadino dal Pd a metà gennaio, è già ..
16 Febbraio 2024 - 13:27
Voto Modena, il vero avversario di ..
Il primo punto di debolezza del centrosinistra è rappresentato proprio dalla sua forza. Su ..
14 Febbraio 2024 - 15:28
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58