GIFFI NOLEGGI
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
GIFFI NOLEGGI
articoliIl Punto

Modena, quando l'assessore Filippi manifestava contro l'inceneritore

La Pressa
Logo LaPressa.it

Insomma, 13 anni fa l'attuale assessore Filippi ci aveva visto giusto. Col passare del tempo, e con il nuovo incarico, ha cambiato idea...


Modena, quando l'assessore Filippi manifestava contro l'inceneritore
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

E' passato tanto tempo... Era il 2009 quando l'attuale assessore all'ambiente Alessandra Filippi combatteva convintamente, nelle vesti di presidente del Circolo di Legambiente Modena, davanti all'inceneritore di via Cavazza, per contrastare l'ipotesi, poi confermata, del raddoppio della capacità di conferimento annua a 240.000 tonnellate.
E' passato tanto tempo... Eppure a ben vedere è proprio quell'inceneritore, totalmente sproporzionato rispetto ai bisogni di smaltimento di indifferenziata della provincia di Modena, a rendere disincentivante a monte il concetto di una raccolta differenziata spinta. Al di là delle storture e dei disagi vergognosi che il porta a porta introdotto in questi mesi sta creando.

Con un camino che brucia sempre e comunque 240mila tonnellate e con una produzione annua da 120mila tonnellate di indifferenziata, l'aumento della raccolta corretta non fa che far diminuire l'immondizia da bruciare modenese aumentando quella importata da Hera da fuori provincia confermando il ruolo di Modena (città tra le più inquinate d'Italia) come polo nazionale di incenerimento.
Insomma, 13 anni fa l'attuale assessore Filippi ci aveva visto giusto. Col passare del tempo, e con il nuovo incarico, ha cambiato idea. O almeno non protesta più con cartelli davanti all'impianto di via Cavazza per chiederne, se non la chiusura totale, lo spegnimento sei mesi all'anno che consentirebbe di smaltire solo l'effettiva produzione modenese.
g.leo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Voto a Modena: per il centrodestra ..
Perchè la Dondi non può certo essere accusata di essere una neofascista, non la si può ..
30 Marzo 2024 - 15:30
Modena, l'amore di Mezzetti: ..
La carezza di Mezzetti sul volto dei modenesi e dei loro bambini. Novella favola patinata ..
27 Marzo 2024 - 21:15
Voto a Modena, per Negrini ..
E con il partito di Conte pronto a una lista autonoma, il ballottaggio per Mezzetti sarebbe ..
25 Marzo 2024 - 17:00
Elezioni Modena: l'importanza del ..
Il gioco di squadra Negrini-Giacobazzi, supportato dalla presenza dell'onorevole Daniela ..
24 Marzo 2024 - 11:37
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58