La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliIl Punto

Ora per Muzzarelli Renzi non è più il messia, ma un uomo da scaricare

Data: / Categoria: Il Punto
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

A nudo il drammatico spaesamento del primo cittadino, abile produttore di tantissima agitazione comunicativa, ma artefice locale dello scollamento col Pd


Ora per Muzzarelli Renzi non è più il messia, ma un uomo da scaricare

Fa quasi tenerezza Giancarlo Muzzarelli, che si affretta goffamente a chiedere alla luna, dalle colonne di quotidiani locali che nessun leader nazionale leggerà mai, un passo indietro da parte di Matteo Renzi pochi giorni dopo la drammatica sconfitta elettorale. È un discutibile tentativo di riposizionamento politico, quello messo in scena da Muzzarelli. Reso ancora più imbarazzante dal fatto che a nessuno sfugge come il sindaco di Modena sia stato uno dei più convinti convertiti al renzismo. Il gesto di Giancarlo Muzzarelli deve però anche far riflettere. Perché mette a nudo il drammatico spaesamento del primo cittadino, abile produttore di tantissima agitazione comunicativa sin dal principio del suo mandato, meno abile a tradurre in una vision, in un progetto di città, le tonnellate di comunicati, promesse, interventi.

Ma Muzzarelli è stato in questi anni soprattutto artefice, il principale, dello scollamento sempre più profondo tra gli elettori modenesi di centrosinistra e la sua ormai malconcia leadership. Uno scollamento che gli elettori di quella che tanti dentro il Partito Democratico pensavano potesse essere l'isola felice capace di reggere l'onda d'urto di un voto che ha raso al suolo innanzitutto il partito guidato da Matteo Renzi, hanno vomitato nella cabina elettorale. Un modo rabbioso per manifestare la distanza siderale tra il partito, i suoi leader e cacicchi locali ed il suo popolo, tradottosi in un drenaggio di consenso preoccupante: il Partito Democratico è passato, in città, dal 42,2% del 2013 al 31,4. Lasciare sul terreno undici punti percentuali, in una terra “rossa” come è sempre stata Modena, significa aver dilapidato ben 14.500 voti. Ma significa soprattutto che Modena, dopo 74 anni di ininterrotto governo centrosinistrorso, può diventare finalmente terra politicamente contendibile.

Questo accade soprattutto grazie a Giancarlo Muzzarelli, cioè a colui che in questi anni ha pesantemente personalizzato e personificato la vita politica cittadina, come ha fatto Renzi sul piano nazionale. E come Renzi, Muzzarelli è stato capace di coagulare attorno a sé una insofferenza diffusa e crescente verso la sua persona, che spesso sconfina con l'odio. Muzzarelli – e con lui il Pd che l'ha lasciato fare – paga dazio per anni di ricette anacronistiche, di inconcludente autoreferenzialità, di muscolare arroganza, di spocchiosa allergia ad ogni critica, di quotidiana invasione comunicativa dei media locali.

A Modena, gli elettori di centrosinistra hanno voluto dare un segnale chiaro e forte più a Muzzarelli che al Pd di Matteo Renzi. Per questo, il calcolo del sindaco di Modena secondo cui basterebbe derenzianizzarsi chiedendo pubblicamente le dimissioni del segretario nazionale per recuperare consenso, appare tragico, oltre che comico.

Muzzarelli è e rimane l'uomo che accoglieva a Modena Matteo Renzi, come fosse un santo o un Papa. Muzzarelli è e rimane l'uomo che godeva a farsi immortalare in prima fila alla Festa dell'Unità ogni volta che Renzi parlava. Muzzarelli è e rimane l'uomo che si vantava privatamente e pubblicamente di avere solide relazioni con gli ambienti renziani del Partito e del Governo, fino a definirsi addirittura “lo stalker della Madia”. Ma Muzzarelli è e rimane, in particolare, l'uomo che più di ogni altro suo predecessore ha spinto con forza, come Renzi ha fatto a Roma, sul pedale della disintermediazione, cercando di costruire sulla sua persona, attorno ad essa, un sistema di potere appunto personale. Fatto di scelte, nomine, azioni messe in campo bypasssando il partito, frustrando la relazione con i propri elettori, mettendo in soffitta un sistema di discussione, almeno formale, con le cosiddette parti sociali e privilegiando invece una relazione elitaria, ancorché peericolosa – l'esperienza disastrosa di Vaciglio lo dimostra - con una ristretta cerchia di “potentati” economici, a loro volta sulla via del tramonto.

Eli Gold



Eli Gold
Eli Gold

E' l'unico opinionista che La Pressa ha deciso di ospitare in 'incognito'. Dietro allo pseudonimo 'Eli Gold' un noto personaggio modenese che racconterà una Modena senza filtri. La..   Continua >>




Articoli Correlati


'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:121752
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:80041
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:41675
Censura Lorenzin: 'Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed'
Politica
14 Febbraio 2018 - 17:23- Visite:37738
M5S: 'Lavoro festivo, ridare diritti ai lavoratori del commercio'
Politica
27 Marzo 2018 - 15:08- Visite:31233
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:31101
Il Punto - Articoli Recenti
Lega, Prampolini, il Palatipico e quegli..
Palatipico Srl fu lo strumento gestionale utilizzato dalla politica ..
19 Settembre 2018 - 15:00- Visite:571
Vernole e le offese a La Pressa: il ..
Così scriveva Zucchini nel volume 'Modena vista da destra': 'Vernole era ..
19 Settembre 2018 - 11:52- Visite:1251
'Inceneritore, a causa dei problemi di ..
Cinzia Franchini: 'La Cna ha deciso di vestire i panni dell'ente politico ..
18 Settembre 2018 - 22:09- Visite:671
Scuole, autorità riunite a Mirandola, ..
Le famiglie di Serramazzoni, rimaste senza scuole dopo due sequestri, ..
17 Settembre 2018 - 13:27- Visite:894


Il Punto - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:39547
Voragine Coop Alleanza 3.0: plusvalenze ..
L'operazione finanziaria che ha trasformato gli immobili in titoli quotati ..
09 Maggio 2018 - 14:47- Visite:17255
Il Sistema Emilia crolla, ma non vi è ..
Insieme agli appalti alle imprese amiche e alla arrogante spartizione delle..
09 Settembre 2018 - 18:44- Visite:11986

Contattaci


Feed RSS La Pressa

Contattaci