La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliIl Punto

Pd a un passo dall'implosione: Bonaccini è l'ultima spiaggia

La Pressa
Logo LaPressa.it

Se perde Salvini e la destra faranno all in: governo della Regione rossa per eccellenza e subito dopo governo nazionale senza neppure bisogno di Forza Italia


Pd a un passo dall'implosione: Bonaccini è l'ultima spiaggia
Il calabrone sta smettendo di volare. Il sogno di una libertà diversa da quella americana appare definitivamente rattrappito. La Lega di Salvini e la destra della Meloni corrono sulle praterie lasciate deserte dalla fine delle ideologie. La sinistra italiana, il Pd, ultimo partito rimasto del secolo scorso, è agonizzante, calpestato da se stesso, dalla propria arroganza e presunzione. Da una lenta (neppure troppo) involuzione che ha portato, soprattutto nelle terre rosse, a una democrazia dimezzata, a una oligarchia piena di parentele, tessere, nomine di amici, legami con precisi mondi economici e dichiarazioni posticce di appartenenza.

La sinistra degli operai, della rivoluzione, degli errori (e anche degli orrori), della rabbia, del sogno di un mondo migliore non è stata solo addomesticata dal tempo, ma ha tradito se stessa. Il potere per il potere, la conservazione dello status quo, ha trasformato i progressisti in reazionari, la sinistra nella destra, da partito degli operai a partito degli snob. Snob, ricchi e pure democristiani. Non è rimasto nulla di autentico nelle polisportive, nelle feste dell'Unità, nelle balere. Per non parlare delle sezioni di partito: quelle sono state cancellate, come fossero vecchi cinema di paese, come fossero cabine del telefono. Imbastardita al Lingotto da una alleanza contronatura con quel che restava della Dc, la sinistra si è accontentata per qualche anno di chiamarsi Pd, si è accontentata pure di Renzi, ma è stato l'inizio della fine, quel 40 per cento alle Europee del 2014 è stato il canto del cigno prima dell'ultima beffa, l'alleanza con gli ormai deprimenti e inqualificabili 5 Stelle.

E' in questo desolante quadro, in uno scenario da pieno fine impero, che un ragazzo di bottega dei vecchi Ds, Stefano Bonaccini, cresciuto nelle campagne di Campogalliano, cresciuto tanto politicamente negli anni, ma ancora vittima - così dicono coloro che lo conoscono - di un carattere che si incendia con nulla, è chiamato a una impresa apparentemente impossibile. Salvare il Pd e quel che resta della sinistra italiana. Perchè di questo parliamo. Le Regionali in Emilia Romagna questo sono: l'ultima speranza per il Pd di sopravvivere per poi tentare di riformarsi, di cambiare. Di ripulirsi. Se Bonaccini (pur costretto a nascondere il Pd in questi tre mesi) vince, tutto, forse, è ancora possibile per il centrosinistra. Se perde, Salvini e la destra faranno all in: governo della Regione rossa per eccellenza e subito dopo, c'è da scommetterci, governo nazionale senza neppure bisogno dei moderati Forza Italia. Destra e basta. Cinquanta per cento in due: Meloni e Salvini. E poi si vede.

Quale dei due scenari sia auspicabile è difficile dirlo. Meglio cancellare per sempre il tradimento della sinistra commesso verso se stessa e verso i suoi elettori affidandosi alla destra oppure è meglio ascoltare quella voce flebile che ancora giunge dalle sezioni di partito chiuse da anni, dalle Unità ancora ripiegate nei cassetti degli ultimi centenari partigiani? Quello che è certo è che l'ultima chance, l'ultimo biglietto di sola andata per una utopia che immaginava la felicità del singolo possibile solo se legata a quella degli altri, è nelle mani di un ragazzo di bottega, ora cresciuto e con la barba bianca.

Giuseppe Leonelli


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:95234
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:58829
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:50273
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:47516
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:45890
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:40963
Il Punto - Articoli Recenti
L'arena record a Reggio, raffronto ..
L'area attrezzata per concerti da 100.000 posti supera quel primato che da tempo poteva e ..
12 Novembre 2019 - 18:33- Visite:7578
9 novembre: ora il ricordo è comune,..
Per anni, a Modena, la 'giornata' della libertà istituita dal governo Berlusconi è stata ..
09 Novembre 2019 - 08:00- Visite:711
Vergogna a Modena, leghisti negano ..
Non alzarsi di fronte a questa donna, non inginocchiarsi ai suoi piedi, non chiederle ..
07 Novembre 2019 - 23:18- Visite:5157

Onoranze funebri Gibellini

Il Punto - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:57753
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:44329
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:28146
Voragine Coop Alleanza 3.0: ..
L'operazione finanziaria che ha trasformato gli immobili in titoli quotati ha consentito di ..
09 Maggio 2018 - 14:47- Visite:23860