Primarie Pd, la giunta di Orlando travestita di renzismo
Società Dolce: fare insieme
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
e-work Spa
articoliIl Punto

Primarie Pd, la giunta di Orlando travestita di renzismo

La Pressa
Logo LaPressa.it

Domenica si vota: Guerzoni, Urbelli e Vandelli si sono schierati col ministro della Giustizia. E Muzzarelli fa il finto rottamatore


Primarie Pd, la giunta di Orlando travestita di renzismo
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Il sindaco Giancarlo Muzzarelli dopo lungo e penoso meditare (con tre lettere inviate ai candidati) scelse all'ultimo momento, nella sua Savignano davanti al renzianissimo Paolo Negro, di aderire alla mozione Renzi. Ma in realtà, in vista delle primarie di domenica che dovranno re-incoronare Matteo da Firenze segretario nazionale Pd, la giunta modenese è tutt'altro che renziana. Anzi di renziano ha quasi nulla. Giusto l'assessore Ludovica Carla Ferrari e, forse, l'assessore Gianpietro Cavazza in predicato di lasciare l'assessorato alla cultura dove, per usare un eufemismo, non ha brillato. Il resto della giunta? Giulio Guerzoni, Giuliana Urbelli, Anna Maria Vandelli stanno esplicitamente con Orlando, Andrea Bosi, potenziale vicesindaco nel rimpasto in vista, esplicitamente con Bersani, l'uscente Tommaso Rotella non è del Pd e Gabriele Giacobazzi, per 32 anni presidente di Politecnica, di certo non si può definire renziano.

Ma, in fondo, non importa.

L'importante per Muzzarelli, finto rottamatore, è strizzare l'occhio a Renzi e poi restare ben ancorato alla base ex Ds che governa la città da sempre. Un piede qua e uno là che non si sa mai. Con una mano renzianissimo e con l'altra pronto a criticare i tagli alle province del Governo Renzi-loni. Da una parte filo-governativo dall'altra all'attacco sul tema (vero fallimento dell'amministrazione) della sicurezza. 

E in questo equilibrismo perfetto (si fa per dire) che Muzzarelli si appresta ad affrontare la seconda parte del suo mandato. Con ancora una grande, enorme, incognita. Ripresentarsi nel 2019 come candidato sindaco o lasciare alle correnti Pd il dividersi come, peggio, di quanto avvenne tra Muzzarelli stesso e la rediviva Francesca Maletti. A sperare in un passo indietro del sindaco (che avverrebbe solo in caso di promozione romana) c'è Ludovica Carla Ferrari per l'area renziana e Andrea Bortolamasi per gli ex Ds, va beh ufficialmente renziano pure loro dopo il famoso 'fermatevi' di Bonaccini che segnò il 'tradimento' del Governatore che passo in un tweet da Bersani a Renzi.

Giuseppe Leonelli


Giuseppe Leonelli
Giuseppe Leonelli

Direttore responsabile della Pressa.it.
Nato a Pavullo nel 1980, ha collaborato alla Gazzetta di Modena e lavorato al Resto del Carlino nelle redazioni di Modena e Rimini. E' stato ..   Continua >>


 
 

Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Voto a Carpi, ma come può parlare la Arletti di risultato storico?
Non sembra proprio un risultato storico quello dell' Arletti, nonostante abbia portato a ..
13 Giugno 2024 - 07:44
Barcaiuolo non ha perso: con le preferenze ha allontanato Dondi e Rossini
A Modena Pulitanò con oltre 800 preferenze doppia Daniela Dondi – candidata appositamente..
11 Giugno 2024 - 17:20
Sassuolo, Carpi, Modena: tracollo centrodestra, ma si fa finta di nulla
In Fdi nessun mea culpa sull'aver lasciato solo Negrini. La sua colpa? Averci creduto: grave..
11 Giugno 2024 - 12:18
Modena: il Pd ha stravinto, ma Negrini non meritava di restare solo
A Negrini non avevano detto tutto e ora, all’apparir del vero, il rischio è quello di ..
10 Giugno 2024 - 19:48
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58