Sassuolo, Carpi, Modena: tracollo centrodestra, ma si fa finta di nulla
e-work Spa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
e-work Spa
articoliIl Punto

Sassuolo, Carpi, Modena: tracollo centrodestra, ma si fa finta di nulla

La Pressa
Logo LaPressa.it

In Fdi nessun mea culpa sull'aver lasciato solo Negrini. La sua colpa? Averci creduto: grave colpa sforzarsi di aprire gli occhi in un mondo di finti ciechi


Sassuolo, Carpi, Modena: tracollo centrodestra, ma si fa finta di nulla
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

A Modena una sconfitta devastante al primo turno, a Carpi idem, pure a Sassuolo debacle per Menani. Solo a Mirandola ci si salva grazie a una Lega locale evidentemente ancora credibile. Il centrodestra modenese, Fdi in testa, nella nostra provincia abdica a ogni ruolo di alternanza e guarda allo strapotere Pd come fosse un ineluttabile evento divino davanti al quale non solo rassegnarsi, ma inginocchiarsi in rispettosa estasi. Davanti a percentuali bulgare i referenti del primo partito della coalizione parlano di risultati tutto sommato positivi. Nessun mea culpa, nessuna presa d'atto della sconfitta. Si va avanti così, come sempre, guardando ora alle elezioni regionali, dandole ovviamente per perse per l'ennesima volta, ma spremendosi le meningi per cercare di piazzare uomini e donne fidati nelle dorate poltrone da consigliere.

Cinque anni fa a Modena la Lega candidò Stefano Prampolini che ottenne quasi tre punti percentuali in più della coalizione guidata oggi da Luca Negrini.

All'indomani di quel voto chi aveva costruito quella candidatura nella Lega, Stefano Vernole, si assunse le responsabilità della sconfitta ('Abbiamo sfidato sistema. La sconfitta? Colpa mia' - disse). Ecco almeno questo cinque anni fa la Lega lo fece, almeno prese atto dell'errore. Oggi nemmeno questo. Per chi aveva la responsabilità di cercare una alternanza a Modena va bene così.

 

 


La narrazione del post voto, nonostante la sconfitta 63% a 28% è che le cose potevano andare peggio. Poteva piovere... Il leader che ha scelto i candidati a tre mesi dal voto, senza creare una rete civica, imprenditoriale e politica di supporto, si accontenta di aver contributo alla elezione in Europa del nuovo delfino di Fdi, e di aver tamponato le ambizioni del deputato Daniela Dondi, tra i pochi ad essersi spesa in campagna elettorale insieme ad Elisa Rossini, doppiate nelle preferenze dal fidatissimo Ferdinando Pulitanò.

E tutto il resto è noia. Perchè, diciamoci la verità, la politica è un mestiere e gli ideali sono solo un mezzo per continuarlo a fare. Ecco la verità. Vale a destra come a sinistra, vale per tutti i politici di professione. E vale anche in un territorio come Modena dove vi sarebbe bisogno di alternanza come d'aria e dove almeno per un attimo i 'politici di professione' dovrebbero ricordarsi della responsabilità di farsi carico della anomalia nazionale che pesa da 80 anni all'ombra della Ghirlandina. Già dovrebbero...
In mezzo, stritolato da un sistema politico che si guarda bene dal tentare di graffiare l'arrugginito e potentissimo Sistema-Modena, c'è Luca Negrini. Un ragazzo di 33 anni lasciato completamente solo in campagna elettorale e che ha avuto la colpa di crederci davvero alla possibilità di 'tirare giù tutto', come amava dire sorridendo. Grave colpa crederci a Modena, grave colpa sforzarsi di aprire gli occhi in un mondo di finti ciechi.
Giuseppe Leonelli

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Barcaiuolo non ha perso: con le preferenze ha allontanato Dondi e Rossini
A Modena Pulitanò con oltre 800 preferenze doppia Daniela Dondi – candidata appositamente..
11 Giugno 2024 - 17:20
Modena: il Pd ha stravinto, ma Negrini non meritava di restare solo
A Negrini non avevano detto tutto e ora, all’apparir del vero, il rischio è quello di ..
10 Giugno 2024 - 19:48
Europee a Modena, il valzer preferenze: male Fdi e Cavedagna incassa meno del previsto
A Modena prende solo poco più della metà delle preferenze che Bignami avrebbe chiesto a ..
10 Giugno 2024 - 11:52
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58