Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliIl Punto

Ucraina, tra Pd e Fdi è corsa a chi è più ubbidiente al volere Usa

La Pressa
Logo LaPressa.it

Le parole di ieri di Giorgia Meloni hanno stupito per il loro estremismo e nascondono il bisogno di trovare legittimazione davanti agli Stati Uniti


Ucraina, tra Pd e Fdi è corsa a chi è più ubbidiente al volere Usa

'Assoluto sostegno all'eroica battaglia del popolo ucraino'. Così ieri la leader di Fdi Giorgia Meloni è intervenuta per rassicurare la Nato sulla chiara posizione che l'Italia terrebbe in caso di vittoria del suo partito e della sua coalizione alle elezioni del 25 settembre.
E la ubbidienza della principale esponente della coalizione di centrodestra alle indicazioni Usa-Nato è stata proprio esplicita, tanto da arrivare a dichiarare esplicitamente 'posso dire che un'Italia guidata da Fratelli d'Italia e dal centrodestra sarà una Italia affidabile sui tavoli internazionali'. Tradotto, l'Italia a guida Meloni è affidabile agli occhi degli Stati Uniti e il bisogno di dirlo, il bisogno di essere legittimati non dal voto degli italiani, ma dal contesto internazionale, dimostra quanto poco vi sia di indipendente nelle scelte del governo italiano, di qualunque colore esso sia.
Ora, che la Meloni fosse a favore dell'invio massiccio di armi (leggere, pesanti non importa) all'Ucraina non vi erano dubbi, come è stato dimostrato in Parlamento negli ultimi mesi dell'esperienza Draghi. Comprensibile anche la volontà di mettere a tacere sul nascere le polemiche sul filo-putinismo di Salvini (peraltro già smentito dallo stesso Gabrielli).
Eppure le parole di ieri di Giorgia Meloni hanno stupito per il loro estremismo.
Nessuno mette in dubbio l'aggressione compiuta del presidente russo, ma due considerazioni sono d'obbligo e non possono essere usate per una becera e insensata accusa di filo-putinismo.
Innanzitutto ormai la battaglia del popolo ucraino viene difficilmente definita 'eroica' anche dai più fervidi sostenitori di Zelensky. Del resto, come ogni guerra, anche quella che sta piegano l'Ucraina è complessa e va inserita in un contesto storico e più passa il tempo più questo contesto è difficile da nascondere. In guerra non vi sono eroi, se non nella retorica di chi li dipinge tali. Chi uccide il proprio nemico, indipendentemente da chi ha iniziato il conflitto, non è un eroe. Ma è un soldato.

In secondo luogo 'l'assoluto sostegno' cosa significa? Non può che significare l'assoluta adesione alle richieste incessante di armi di Zelensky. Una posizione tutt'altro condivisa dal Paese (i sondaggi parlano chiaro), criticata anche da Papa Francesco, duratamente criticata dai partiti a sinistra del Pd, in contrasto con l'Articolo 11 della Costituzione e difficilmente in grado di portare a un processo di Pace. Pensare di portare la pace con le mitragliatrici, del resto, è a dir poco surreale.

Allora, in questo sostegno acritico all'Ucraina la leader di Fratelli d'Italia - lontana non solo dalla sinistra (non Pd) italiana, ma anche dai riferimenti della destra Europea (a partire dalla Le Pen) - è perfettamente in linea con il suo principale rivale. Il Pd di Enrico Letta. Dunque eccola qui la singolare sfida tra Pd e Fdi che corre in parallello a quella elettorale: la gara a chi si dimostra più fedele e ubbidiente al volere statunitense.
Giuseppe Leonelli



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Il Punto - Articoli Recenti
Elezioni, ora è impossibile ..
La sacrosanta esigenza di perdonare, di passare oltre non c'entra nulla. Tutto questo è ..
25 Luglio 2022 - 16:38
I danni di Reddito di cittadinanza e ..
I temi non risolti e le responsabilità che il Presidente del Consiglio ha provato a ..
22 Luglio 2022 - 11:45
Draghi cerca la delega in bianco: ..
'Votate risoluzione Casini'. L'ultimo atto di arroganza politica di un premier che ha sempre..
20 Luglio 2022 - 17:34
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58