La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliIl Punto

Vasco non si tocca, peccato lo spot a Muzzarelli

La Pressa
Logo LaPressa.it

Peccato perchè il rock è altra roba. Gli spari sopra non sono le tartine con gli assessori. E il 'mi si escludeva' non prevedeva foto di rito e ringraziamenti alle autorità


Vasco non si tocca, peccato lo spot a Muzzarelli

Vasco non si tocca. Perchè, prima di dire qualsiasi cosa, bisognerebbe aver fatto almeno dieci chilometri nelle sue scarpe. 'Aver frequentato tutte le droghe a parte l'eroina' come lui spesso ha affermato. Bisognerebbe essere stati con lui sul palco di Sanremo nel 1982, barcollando, ma urlando ugualmente 'Vado al massimo'. Bisognerebbe avere gridato 'Gli spari sopra' e cantato la storia di sesso con una 16enne.

Bisognerebbe essere stati soli un Capodanno in piazza Grande a Bologna a calciare lattine e a piangere. Bisognerebbe aver prima vomitato sulla beneficenza d'accatto e anche sui colleghi perbenisti, Ligabue in testa, fregandosene del politicamente corretto e delle etichette. E ancora: gridare ai cristiani di giudicare il loro Dio, essere il primo contribuente di Bologna, parlare del matrimonio come un progetto e basta null'altro, definirsi rock star senza sembrare ridicolo, fotografarsi malato senza fare mai pena...

Sì. Bisognerebbe essere sopravvissuti a se stessi, riempito gli stadi, sempre, prima di parlare di Vasco.

Per questo, in modo un po' infantile avevamo salutato un anno fa il concerto di dopodomani a Modena con gioia vera, come una liberazione dalla ipocrisia e dalle sozzure di Modena. Una liberazione anche da se stessi. Avevamo sperato in un evento rock, senza regole e senza paletti. Che distruggesse i vialetti del parco, le piantine appena nate e con esse le certezze mediocri e provinciali di una città ricca e conservatrice.

Un concerto irragionevole che guarisse quello che ciascuno ha di ragionevole. Perchè 220mila persone in centro sono una follia e allora la avevamo benedetta questa follia.

Invece... Invece ecco qua la stretta di mano con Muzzarelli, i complimenti al sindaco, le frasi compassate e le foto di rito con assessori che fanno a gara - anche loro - per un autografo.

Peccato alla follia del sì a un concerto irragionevole faccia da contraltare la saggezza vecchia e mediocre delle strette di mano e degli spot. 'Bravo Vasco, è tuo il successo', 'No sindaco bravo tu'. 'Grazie per il coraggio', 'Grazie a te per il regalo'...

E via di questo passo. E le tartine con gli assessori. E la tv che filma e tutti che si fanno fare selfie... Non mi dire che son quelli lì...

Peccato il rock venga piegato alle esigenze della politica che strumentalizza e usa i media come cassa di risonanza non di Vasco, ma dell'amministrazione. Media cassa di risonanza del primo cittadino che è anche presidente della Provincia, presidente Ctss, che comanda la Fondazione Crmo, che influenza le nomine in Cna, Ascom, Lapam... Che decide e del quale è meglio essere amici. Amici per convenienza personale ancor prima che per linea editoriale.

E allora di folle nel concerto di sabato resta solo l'organizzazione, la città bloccata, il traffico, il parco danneggiato. Il rischio che vada male... Sì questo sì. Ma null'altro.

Peccato, ci eravamo illusi. Già era impossibile... Era folle pensare che Vasco... Non potevamo pretendere tanto. Sì, siamo seri: la musica è musica. Solo musica. Non è vita. Dio è Dio e Vasco e Vasco, indipendentemente a chi si mettono le mani tra le gambe. E' solo spettacolo. Solo teatro. Solo commercio. Solo l'ennesimo bluff.

Leo

 



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:131893
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:97376
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:46330
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:41595
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:41421
Censura Lorenzin: 'Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed'
Politica
14 Febbraio 2018 - 17:23- Visite:40211
Il Punto - Articoli Recenti
Salvini citofona, la sinistra non ..
Salvini, che ha una faccia, una barbetta e una pancetta credibili, potrebbe ormai dire e ..
22 Gennaio 2020 - 20:44- Visite:1853
Voto, sfida al fotofinish: ma il Pd ..
Comunque vada, Bonaccini rimpiangerà a lungo la scelta di non aver votato in autunno, ..
21 Gennaio 2020 - 20:29- Visite:2337
Lega in fermento, commissario ..
Una presa di posizione, quella di Bagnoli, che non può che indispettire gli altri candidati..
17 Gennaio 2020 - 07:34- Visite:1914
Modena, la Lega cambia faccia: ..
Rivoluzione imposta da Giorgetti e caratterizzata da nuove parole d'ordine. Non più ..
11 Gennaio 2020 - 23:44- Visite:4014

Onoranze funebri Gibellini

Il Punto - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:58579
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:46330
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:28891
Regionali, primo confronto: ..
A Cartabianca Lucia Borgonzoni e Stefano Bonaccini protagonisti del primo faccia a faccia. ..
19 Novembre 2019 - 22:58- Visite:26384