Voto a Modena, l'alleanza col Pd ha svuotato il M5S: Mezzetti teme il ballottaggio
e-work Spa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
e-work Spa
articoliIl Punto

Voto a Modena, l'alleanza col Pd ha svuotato il M5S: Mezzetti teme il ballottaggio

La Pressa
Logo LaPressa.it

Pesano anche altri tre elementi: la possibile sovrastima di Azione, le frizioni con Muzzarelli e l'inaspettato attivismo del rivale Negrini


Voto a Modena, l'alleanza col Pd ha svuotato il M5S: Mezzetti teme il ballottaggio
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Il vantaggio sul centrodestra resta ampio, ma da alcuni giorni in casa Pd a Modena sta serpeggiando una latente preoccupazione. Come noto, in vista del voto di giugno, il Pd ha organizzato un fronte ampissimo per evitare la roulette del ballottaggio. Aritmeticamente non vi sono dubbi che la coalizione che va da Azione ai 5 Stelle, passando per Verdi e Sinistra, abbia i numeri per portare a casa oltre il 50% dei voti, ma in politica non sempre 1 più 1 fa due. 

La paura del candidato sindaco Pd Massimo Mezzetti è che in questo caso la somma sia 1,5 e che quindi, nonostante il grande raggruppamento, non si riesca a centrare l'obiettivo della vittoria al primo turno.


A pesare sono quattro aspetti: una possibile sovrastima di Azione, le continue frizioni con Muzzarelli che alla lunga potrebbero indurre una parte dell'elettorato ad optare per l'astensione, l'attivisimo inaspettato del candidato di centrodestra Luca Negrini (gettato nella mischia da Fdi come agnello sacrificale, ma tutt'altro che disposto ad accettare questo ruolo) e, soprattutto, lo svuotamento del Movimento 5 Stelle, inglobato con una fusione a freddo al Sistema Pd.

Il partito di Calenda in questa fase pre-elettorale si è distinto per un grande attivismo. Complice le indubbie capacità e la lunga esperienza del commissario Paolo Zanca, Azione, oltre ad aver pestato i piedi all'alleato principale, l'ultimo clamoroso caso è quello di Rotella, ha portato a casa sicuramente molto più del suo potenziale valore percentuale, ma la prova del nove potrebbe risultare poco gradita. Se dovesse portare una dote sotto al 5%, per Azione sarebbe una doccia fredda e, soprattutto, complicherebbe i conti in casa Dem.


Sul rapporto di tensione tra Muzzarelli e Mezzetti ormai molto si è detto. Il primo non vuole lasciare lo scettro, mentre il secondo sta facendo di tutto per marcare una discontinuità, almeno formale, con la giunta uscente. Un gioco delle parti in parte costruito ad arte ma che potrebbe sfuggire di mano ai due diretti interessati e portare a un effetto negativo sull'elettorato di riferimento.
Del resto va considerata anche la sorpresa positiva rappresentata dal giovane candidato di centrodestra, che scrollatasi di dosso la fiamma meloniana, sta rompendo molti dei paludati schemi dei candidati di opposizione del passato. Un approccio che sta creando qualche pensiero al centrosinistra: il gioco di continuare a delegittimare Negrini relegandolo a semplice 'uomo di bottega' o 'uomo di Barcaiuolo', vista anche la latitanza dalla campagna elettorale del senatore stesso a differenza della collega Daniela Dondi, non regge e occorre correre ai ripari con armi più sofisticate.

Infine il grande capitolo Movimento 5 Stelle. Il Pd ha presentato l'alleanza col partito di Conte come un successo, ma in realtà l'accordo al primo turno potrebbe rilevarsi un boomerang. Un M5S sistemico e alleato col partito espressione del potere locale quanto sarà attraente rispetto all'elettorato modenese grillino? L'impressione è che i Dem si siano messi in casa una scatola semi-vuota e che - al di là del simbolo - il Movimento addomesticato e inglobato non valga la metà di quello ribelle delle origini. Riflessi negativi che toccano il M5S stesso al proprio interno, la favola del lupo e del cane di Esopo insegna: non è forse meglio mangiar poco ma essere liberi che essere all'ingrasso ma in catene?
Giuseppe Leonelli

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Il Punto - Articoli Recenti
Mail dipendenti usata per spot: Mezzetti ha avuto il coraggio di sfidare la macchina comunale
Il candidato Pd attacca: 'Necessità di definire un miglior equilibrio tra trasparenza ..
20 Maggio 2024 - 18:31
Voto a Carpi, il possibile flop di Azione inquieta Righi
Non solo, la campagna elettorale di Righi è saldamente nelle mani dei soliti noti, seppur ..
18 Maggio 2024 - 12:58
Modena, la campagna elettorale del fair play (forse troppo)
Mezzetti ha da guadagnare maggiormente da questa campagna elettorale 'soft'. Per questo, ..
15 Maggio 2024 - 07:03
Voto a Carpi: ecco come finirà. Non serve la sfera magica
Righi arriverà a sfiorare addirittura il 60% di voti potenziali. Annalisa Arletti si ..
14 Maggio 2024 - 14:07
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58