Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Società Dolce: fare insieme
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Voto, tentazione Lega: disgustare Forza Italia e accordarsi col M5S

La Pressa
Logo LaPressa.it

Da Modena a Maranello e Sassuolo i leghisti fanno di tutto per rompere con gli alleati del centrodestra. A Carpi pronto un appoggio al secondo turno alla Medici


Voto, tentazione Lega: disgustare Forza Italia e accordarsi col M5S

I segnali ci sono tutti nei principali comuni modenesi che a maggio andranno al voto. A Maranello, a Sassuolo, a Modena e a Carpi il centrodestra predica unità, ma in realtà il traino Lega sta facendo di tutto per disgustare i forzisti, sperando in un accordo al secondo turno coi 5 Stelle.
Col Pd in crisi profonda ovunque, l'opposizione sa di avere una occasione storica per andare al governo nel modenese e il Carroccio se la vorrebbe giocare senza quella che dal partito di Salvini è vista come una 'palla al piede'. Cioè senza Forza Italia. Forza Italia che dal canto suo con il commissario provinciale Piergiulio Giacobazzi sta accettando ogni sgarbo da parte della Lega, pur di rimanere agganciata al carro che vince e pietire qualche posto nelle varie giunte, senza quasi mai provare a contrattare qualche candidato sindaco al tavolo del centrodestra.

Quattro indizi fanno una prova.

Cominciamo da Modena dove la Lega ha imposto l'uomo di Stefano Vernole, mite ma poco conosciuto, Stefano Prampolini. Una imposizione per nulla condivisa con gli alleati del centrodestra al punto che lo slogan 'Prampolini sindaco' è stato lanciato ancor prima della presentazione ufficiale prevista per metà febbraio.
Passiamo a Maranello dove il candidato di Fdi Guglielmo Sassi (unica richiesta dei meloniani in provincia di Modena) ha ricevuto lo schiaffo della Lega che ha imposto anche qui Luca Barbolini, prontamente accettato da Forza Italia che ha subito lasciato per strada Michele Barcaiuolo e compagni.
E ancora, rimanendo nel distretto ceramico, Sassuolo, dove la Lega continua a puntare su Francesco Menani che ha dato dei maiali a Forza Italia. Con il nome (oggettivamente forte) di Emanuel Manfredini, presentato dai berlusconiani, lasciato sinora a margine.
Infine Carpi. Qui la Lega non ha nessun nome, ma al momento l'idea è quella di puntare su un candidato debole (possibilmente non apprezzato da Forza Italia) per non arrivare nemmeno al ballottaggio e lasciare spazio al secondo turno ai 5 Stelle già da tempo in pista con Monica Medici.
Perchè l'altra faccia della strategia leghista è proprio questa. Sperare nell'appoggio al secondo turno dei 5 Stelle e viceversa. A Modena molto dipenderà dalla scelta del candidato sindaco 5 Stelle. Dovesse essere Andrea Giordani (in campo nel caso del passo indietro di Giorgio Rebecchi che non ha gradito il no di Di Maio, di cui il senatore Gabriele Lanzi si è fatto portavoce, ad alleanze coi civici di sinistra) l'appoggio dei grillini alla Lega di Prampolini al secondo turno sarebbe scontato. Con Rebecchi in campo, invece, per la Lega la partita sarebbe decisamente in salita.

Giuseppe Leonelli

Nella foto Monica Medici, Stefano Prampolini e Emanuel Manfredini

Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Altro che Tachipirina, ecco come bisogna curare a casa il Covid'
Parola d'Autore
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:209739
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:160960
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:107172
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:78206
Autostrade, la concessione resta: la De Micheli 'passa sul cadavere' ..
Politica
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:73101
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:68945
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12105
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16026
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13551
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12722

Feed RSS La Pressa

Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:20973
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16026
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13551
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12884