Tentato omicidio nello stabile abbandonato: fermato clochard marocchino
Vota Bruno Rinaldi  Forza Italia
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Vota Bruno Rinaldi  Forza Italia
notiziarioLa Nera

Tentato omicidio nello stabile abbandonato: fermato clochard marocchino

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il fermato indossava ancora un giubbotto con evidenti tracce ematiche


Tentato omicidio nello stabile abbandonato: fermato clochard marocchino
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La sera del 2 febbraio la polizia di Modena ha fermato per tentato omicidio aggravato un cittadino marocchino, irregolare e senza fissa dimora, in danno di un suo connazionale.
Nello specifico, intorno alle 2, gli agenti sono intervenuti nei pressi di un locale abbandonato “Riad” in Strada Nazionale per Carpi, per dare soccorso ad un uomo, privo di documenti, disteso sulla strada e che presentava vistose e profonde ferite su diverse parti del corpo.
La vittima è stata trasportata in codice rosso presso l'ospedale di Baggiovara con una prognosi di 40 giorni e ricoverato successivamente al Policlinico per essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico presso il reparto della chirurgia della mano, per la subamputazione di alcune dita della mano.

A distanza di qualche ora la polizia è tornata all’interno dello stabile, accompagnando ed identificando in Questura 6 cittadini di origine magrebina.

Dal sopralluogo svolto anche da personale della Polizia Scientifica, è stato recuperato uno straccio ed una felpa intrisi di sangue e l'immobile è stato messo sotto sequestro.
Il fermato indossava ancora un giubbotto con evidenti tracce ematiche: il tentato omicidio era riconducibile ad una pregressa lite avvenuta sempre tra la vittima e l’aggressore, il 21 gennaio, allorquando sempre all’interno del suddetto immobile, i due, per futili motivi, si erano picchiati, riportando rispettivamente la rottura della mandibola e una recente e vistosa lunga ferita sulla parte sinistra del volto, riscontrata dai poliziotti sul viso dell’uomo, sospettato del tentato omicidio.

L'uomo aveva quindi aggredito, brandendo un coccio di bottiglia colui che giorni prima lo aveva ferito colpendolo ripetutamente in diverse parti del corpo. Nella giornata di ieri, la vittima è stata ascoltata dalla Squadra Mobile e nella circostanza ha raccontato l’aggressione subìta da parte del fermato.
La Procura ha chiesto al Gip, la convalida del fermo e la custodia in carcere per tentato omicidio commesso il 2 febbraio e per lesioni gravi relative alla frattura della mandibola riportate dalla medesima persona offesa ad opera del fermato in occasione degli eventi verificatesi il 21 gennaio.
All’esito dell’udienza e dell’interrogatorio del fermato, il Gip ha convalidato il fermo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Whatsapp
La Nera - Articoli Recenti
Trovato morto a Palermo il marito dell'eurodeputato Dc Francesca Donato
Anche la vittima, Angelo Onorato, era stato candidato con la Dc alle elezioni regionali in ..
25 Maggio 2024 - 16:42
Modena, 24enne tunisino arrestato per tentato furto aggravato
Disposta nei confronti dell’indagato, irregolare in Italia, la misura cautelare del ..
25 Maggio 2024 - 14:02
Modena, sanzionato allevatore di volatili che caccia illegalmente
Hanno sequestrato ad un allevatore di avifauna, una serie di attrezzature non consentite
24 Maggio 2024 - 10:01
Carpi, vandali contro panchina rossa per Pina Caruso e Barbara Cuppini
Sono in corso indagini sui video delle telecamere di videosorveglianza per risalire agli ..
24 Maggio 2024 - 07:38
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati a persone malate e stupratori
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli elettrodi a mani e piedi dei bimbi
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' da Foti per dimostrare sue teorie
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39