Corte internazionale chiede l’arresto di Netanyahu e del capo di Hamas
e-work Spa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
e-work Spa
articoliMondo

Corte internazionale chiede l’arresto di Netanyahu e del capo di Hamas

La Pressa
Logo LaPressa.it

Per crimini di guerra e contro l’umanità in relazione agli assalti armati contro Israele del 7 ottobre e alla successiva guerra del governo di Tel Aviv


Corte internazionale chiede l’arresto di Netanyahu e del capo di Hamas
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La Corte penale internazionale (Cpi) richiederà il mandato di arresto per il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il leader dell’organizzazione palestinese Hamas, Yahya Sinwar, per crimini di guerra e contro l’umanità in relazione agli assalti armati contro Israele del 7 ottobre e alla successiva guerra che il governo di Tel Aviv ha avviato nella Striscia di Gaza. Lo ha riferito il procuratore capo della Cpi Imran Khan in una intervista esclusiva all’emittente statunitense Cnn.
Se i giudici confermeranno la decisione, sarebbe la prima volta che la Corte penale con sede all’Aia emette un mandato di arresto internazionale per il leader politico di un Paese alleato degli Stati Uniti.

Khan ha chiarito che richiederà il mandato d’arresto anche per il ministro della Difesa Yoav Gallant e per altri due alti funzionari di Hamas: il leader delle Brigate Al-Qassem, Mohammed Diab Ibrahim al-Masri – meglio conosciuto come Mohammed Deif -, e il capo dell’Ufficio politico di Hamas, Ismail Haniyeh.


Khan ha chiarito che le accuse a carico dei leader di Hamas riguardano “sterminio, omicidio, presa di ostaggi, stupro e violenza sessuale durante la detenzione”, mentre quelle a carico di Netanyahu e Gallant consistono nell’aver “causato lo sterminio, la fame come metodo di guerra – inclusa la negazione degli aiuti umanitari -” e nell’aver “colpito deliberatamente i civili nel corso del conflitto”.

 
Khan, nell’intervista alla Cnn, ha aggiunto: “Il 7 ottobre il mondo è rimasto scioccato davanti alle immagini di persone strappate dai loro letti, dalle loro case, dai diversi kibbutz in Israele”, quando i commando delle Bragate Al-Quds legate ad Hamas hanno condotto i loro assalti nel sud di Israele. Il procuratore ha aggiunto che le persone “hanno sofferto enormemente”. È da aprile che circolano notizie su un possibile mandato di arresto internazionale della Cpi a carico dei leader di Hamas nonché dei vertici del governo e delle Forze armate israeliane. Una possibilità, questa, che Netanyahu aveva definito “un oltraggio di proporzioni storiche” contro un Paese che “possiede un sistema legale indipendente in grado di indagare eventuali violazioni”.



Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo
Articoli Correlati
L'Aia ha messo Israele e Hamas sullo stesso piano
Le Vignette di Paride
20 Maggio 2024 - 17:01
Israele, Netanyahu incriminato per corruzione
Oltre Modena
21 Novembre 2019 - 23:31

Radio Birikina
Mondo - Articoli Recenti
Europee, destra di Bardella vince in Francia e Macron convoca elezioni
Con il 32,5% dei voti, secondo i primi exit poll dell'Ifop, la lista guidata da Jordan ..
09 Giugno 2024 - 22:01
Così l'Europa si avvicina al precipizio della terza guerra mondiale
In questi due anni e mezzo, i capifila del bellicismo euroatlantico USA e Regno Unito si ..
06 Giugno 2024 - 23:27
E il Papa chiede scusa per la 'frociaggine'
'Il Papa non ha mai inteso offendere o esprimersi in termini omofobi'
28 Maggio 2024 - 18:09
Capaci, 32 anni fa la strage: a Palermo una giornata di memoria
Mattarella: 'L’attentato di Capaci fu un attacco che la mafia volle scientemente portare ..
23 Maggio 2024 - 15:39
Mondo - Articoli più letti
Cosa faremo quando sarà chiara la sconfitta dell'Ucraina?
Mosca tenterà il tutto per tutto nei prossimi due mesi, prima che Kiev riceva i nuovi ..
09 Febbraio 2023 - 12:04
Guerra in Ucraina, le parole della Merkel che non smentiscono Putin
Le esternazioni della Merkel confermano indirettamente che USA, UE e NATO lavoravano in modo..
20 Dicembre 2022 - 12:56
Pronta offensiva russa in primavera: Kiev in ginocchio. Cosa farà la Nato?
L’unica speranza di sopravvivenza per il regime di Kiev è di trascinare la Nato in un ..
24 Gennaio 2023 - 18:43
Controffensiva ucraina: un sanguinoso e clamoroso fallimento
Al terribile costo di 40-50 mila tra morti e feriti, fin qui i guadagni territoriali sono ..
05 Settembre 2023 - 16:59