GIFFI NOLEGGI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliMondo

De Luca: 'Stoltenberg dice di produrre più armi? Va consegnato a servizi sociali'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il presidente della Regione Campania attacca il segretario generale della Nato: 'È il più triste di tutti'


De Luca: 'Stoltenberg dice di produrre più armi? Va consegnato a servizi sociali'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Non sono proprio piaciute a Vincenzo De Luca le dichiarazioni del segretario generlae della Nato, Jens Stoltenberg, sulla necessità dei Paesi del Patto nord-atlantico di aumentare la capacità industriale del settore difesa. “Il più triste di tutti è un uomo di nome Stoltenberg, che si trova casualmente a fare il segretario generale della Nato, che ha appena finito di dire che dobbiamo produrre più munizioni, più armi, più cannoni. Queste sue dichiarazioni mi confermano l’urgenza di consegnarlo ai servizi sociali“, dichiara il presidente della Regione Campania nel corso di una diretta Facebook.

Mercoledì 15 febbraio, dopo il vertice tra i trenta ministri della Difesa della Nato a Bruxelles in cui è stato deciso un nuovo impegno per fornire più armi pesanti e adestramento militare all’Ucraina, il segretario generale dell’Alleanza atlantica aveva dichiarato: “Viviamo in un mondo più pericoloso, con l’atteggiamento aggressivo della Russia, la minaccia persistente del terrorismo e le nuove sfide lanciate dalla Cina“.
Nel documento firmato a Bruxelles è previsto un potenziamento delle capacità di difesa degli Stati per rendere la deterrenza più efficace e credibile per gli anni a venire. I ministri hanno anche analizzato le opzioni per aumentare la capacità industriale della difesa. La priorità per la Nato resta riempire i depositi di armi e munizioni, “che hanno raggiunto una domanda senza precedenti viste le forniture all’Ucraina”, aveva sottolineato Stoltenberg.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

GIFFI NOLEGGI

Whatsapp
Mondo - Articoli Recenti
E’ morto in prigione il dissidente ..
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato che le cause della morte 'saranno ..
16 Febbraio 2024 - 12:53
E Biden dice di aver incontrato ..
Imbarazzo domenica nel corso di un evento elettorale a Las Vegas
06 Febbraio 2024 - 10:22
E ora i mastini della guerra abbaiano..
Intanto l’Ucraina, ormai giunta al secondo inverno di guerra, viene sempre più ..
30 Gennaio 2024 - 19:52
Tensioni a Suez, ripercussioni anche ..
Le merci in partenza dall’Asia impiegano meno tempo ad arrivare a Rotterdam che a Genova, ..
19 Gennaio 2024 - 16:05
Mondo - Articoli più letti
Cosa faremo quando sarà chiara la ..
Mosca tenterà il tutto per tutto nei prossimi due mesi, prima che Kiev riceva i nuovi ..
09 Febbraio 2023 - 12:04
Pronta offensiva russa in primavera: ..
L’unica speranza di sopravvivenza per il regime di Kiev è di trascinare la Nato in un ..
24 Gennaio 2023 - 18:43
Guerra in Ucraina, le parole della ..
Le esternazioni della Merkel confermano indirettamente che USA, UE e NATO lavoravano in modo..
20 Dicembre 2022 - 12:56
Controffensiva ucraina: un sanguinoso..
Al terribile costo di 40-50 mila tra morti e feriti, fin qui i guadagni territoriali sono ..
05 Settembre 2023 - 16:59