Guerra in Ucraina, così i 'pacifisti' vengono scherniti dai media
GIFFI NOLEGGI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Italpizza
articoliParola d'Autore

Guerra in Ucraina, così i 'pacifisti' vengono scherniti dai media

La Pressa
Logo LaPressa.it

Eppure questa strategia del continuo riarmo non ha prodotto nulla di positivo


Guerra in Ucraina, così i 'pacifisti' vengono scherniti dai media
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Finalmente abbiamo la definizione autentica del termine «pacifista». L’ha gratuitamente fornita lo scrittore e giornalista Guzzanti durante il Tg4 di eri sera, 28 gennaio.
La questione è sorta sulla base di un sondaggio pubblicato dal quotidiano La Stampa nel quale si evidenzia che la maggioranza degli italiani è contraria all’invio di armi all’Ucraina; tale invio, in un anno non ha portato a nessun negoziato di pace, ma ad una escalation della quale non possiamo prevedere la conclusione.
Ebbene costoro, che vorrebbero un trattato di pace anche con la perdita di territori da parte dell’Ucraina, sono i famosi «pacifisti», veri o presunti, che Guzzanti definisce con la sua solita arguzia da 'romano de Roma'.

Sono stati escluse quelle anime candide della galassia sinistrorsa con la bandiera arcobaleno, anarchici e nostalgici del movimento hippie; sono stati esclusi i cristiani, quelli che ubbidendo al dettato di Gesù 'ama il tuo nemico e a chi ti percuote su una guancia, porgi l’altra' che hanno compiuto la più grande rivoluzione del mondo e sconfitto l’esercito che davvero dominava tutti gli altri: quello di Cesare.

I pacifisti non sono costoro, secondo Guzzanti, ma ben altro: rappresentano il popolino in stile borgata romana, quelli del 'nun me frega niente'.
Sostanzialmente, sono quelli che della rivoluzione di piazza Euromaidan, del battaglione Azov a massacrare i civili del Donbass fin dal 2014, dell’ammessa implicazione della CIA in tutto ciò per mettere sotto pressione Mosca, dell’aggressione della Russia, del sangue che scorre da ambo le parti in un anno di combattimenti non importa nulla.

Il quasi 60% degli italiani è preoccupato per la condizione economica e che la propria vita sia messa in pericolo. Insomma, sono gli egoisti senza una visione etica del problema. Anzi, senza nessuna visione che superi il proprio naso e si distanzi dall’ombelico.

Mi pare una forzatura piuttosto stupida per uno come Paolo Guzzanti, che si è sempre definito anche pragmatico, eletto nella XVI legislatura deputato del Popolo delle Libertà.
Per quasi 12 mesi ci hanno detto che armare l’Ucraina serviva per pareggiare la potenza di fuoco con la Russia (e già questa affermazione ha dell’incredibile) e quindi costringere Putin al tavolo delle trattative e al ritorno alla pace.
Il risultato oggettivo è che siamo partiti dalle armi leggere, dalle pistole e fucili d’assalto, dai giubbotti anti proiettile e siamo andati a finire ai carri armati di ultima generazione e presto ai caccia F 16.

Questa strategia del continuo riarmo non ha prodotto nulla di positivo e anzi ci ha condotto ad affermare con le parole del Ministro alla Difesa Crosetto, che se i carri armati di Mosca arriveranno a Kiev, sarà Terza Guerra Mondiale con atomiche e tutto quanto abbiamo da sparare.
Il popolino a volte si rivela più intelligente di chi lo governa e vuole istruirlo con la propria saggezza, perché non s’incespica nelle dotte analisi di geopolitica e bada al sodo, riduce la questione all’essenziale: la Crimea e gran parte del Donbass non vorranno mai essere governati da Zelensky e i suoi, che considerano alla stregua dei nazisti combattuti durante la Seconda Guerra Mondiale e braccio armato e occulto dell’America. Troppe persone sono state ammazzate dal 2014 ad oggi (nella nostra indifferenza ordinata dalla Casa Bianca). Se anche Mosca decidesse di ritirarsi dietro i propri confini, le armi non tacerebbero e quindi, tanto vale rinunciare a chi non ti vuole e andare avanti.

Sarà sicuramente una posizione poco colta, etica, non supportata da nobili ideali (quasi sempre ipocriti), ma ha un gran merito: il ritorno alla vita senza bombe, missili intelligenti che stupidamente cascano su scuole e ospedali, senza vendette personali e stupri.
Putin ha ragione quando dice che Biden ha la chiave del governo di Kiev e può finire questa guerra in cinque minuti: riconoscimento dei territori conquistati dalla Russia e l’Ucraina immediatamente dentro la NATO e l’Europa. Fine delle trasmissioni. E invece, ancora il TG4 con Guzzanti e le sue curiose definizioni.

Massimo Carpegna

Massimo Carpegna
Massimo Carpegna

Visiting Professor London Performing Academy of Music di Londra. Docente di Formazione Corale e del master in Musica e Cinema presso Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi Tonelli..   Continua >>



Feed RSS La Pressa
Parola d'Autore - Articoli Recenti
Formigine, 25 aprile: ancora una agiografia della resistenza
Apoteosi di parallelismi forzati tra libertà e uguaglianza frutto della fine della seconda ..
25 Aprile 2024 - 20:54
Il loop della scarsità: anche i fallimenti vanno festeggiati
Ogni anno, per la precisione il 13 ottobre, in Finlandia si festeggia il day for failure, un..
24 Aprile 2024 - 12:54
Polizia di Stato: in arrivo altre 12 unità ma 'solo 2 per la Polstrada'
Roberto Butelli, segretario provinciale Siulp, soddisfatto dei nuovi rinforzi agli organici ..
21 Aprile 2024 - 01:41
Mostra Carpi, Giovanardi: ‘Non è chiaro chi è da parte del torto’
‘Non è poi così chiaro chi tra i due litiganti nella Chiesa di Carpi sia dalla parte ..
07 Aprile 2024 - 15:17
Parola d'Autore - Articoli più letti
Obbligo vaccinale per insegnanti, agenti e medici? Bene, ma allora non si chieda il consenso
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime vittime di una società disumana
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo fa decadere ogni obbligo'
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38