La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliOltre Modena

America Latina: in ballo tra l'autoritarismo e l'anarchia

La Pressa
Logo LaPressa.it

All'aumentare del malessere sociale, saltano le regole e i valori condivisi e le persone smettono di sentirsi parte di un'unica comunità politica


America Latina: in ballo tra l'autoritarismo e l'anarchia
L'America Latina oscilla sempre tra l'autoritarismo e l'anarchia. E' una regione attraversata da diverse fratture che oggi riemergono per destabilizzare gli Stati, uno dietro l'altro, mettendo in discussione i governi e il precario ordine da loro stabilito. Fattori come la disuguaglianza, la divisione tra il centro e la periferia e l'irriconciliabile rapporto tra le élites e il popolo ispirano il ritorno di vecchi fantasmi e di narrazioni mai superate che tornano a perturbare quello che una volta fu definito il continente della speranza.

La somma di tutti questi fattori induce i leader, i partiti, l'opinione pubblica e gli stessi militari - fondamentali nel contesto latinoamericano - a una percezione della politica come una lotta tra bande nella quale l'obiettivo principale è quello della delegittimazione o l'annientamento dell'avversario politico che, spesso e volentieri, viene segnalato come nemico a seconda del contesto o del regime in cui ci si trova. A prescindere della loro democraticità o del loro autoritarismo, i governi di questa regione del mondo sono talmente impegnati nel combattere i loro nemici esterni ed interni che spesso si dimenticano che governare per tutti conviene se si vuole garantire la stabilità del proprio Stato.

Nello specifico, gli Stati latinoamericani stanno vivendo un aumentare del malessere sociale dovuto alle mancate prospettive di un emisfero il cui progresso si è arrestato in un certo punto nel quale, tutti, compresi i più visionari, hanno acquisito consapevolezza di trovarsi nel sud del mondo, da dove, secondo il vecchio Kissinger, non poteva provenire nulla di importante.
Stiamo parlando di un malessere trasversale: mentre in Cile non è bastato il coprifuoco per calmare le sommose causate dall'aumento dei ticket della metro, fino a pochi giorni fa in Ecuador c'era una rivolta per l'aumento del carburante e in Bolivia sono state annunciate nuove mobilitazioni dopo che il conteggio dei voti delle presidenziali venisse sospeso per le inconsistenze tra le cifre ufficiali che hanno dato come vincitore l'oppositore Mesa e quelli del Presidente uscente Evo Morales in base ai quali lui stesso si attribuisce la vittoria.

Nella Colombia invece, fino a qualche settimana fa, un gruppo di dissidenti delle FARC hanno annunciato, dalla frontiera colombo-venezuelana di riprendere la lotta armata giudicando l'intero trattato di pace come un errore. Nel Perù, invece, si sono verificate delle proteste - spesso violente - contro la presenza degli immigrati che scappano dalla crisi venezuelana mentre in Argentina torna ad aggirarsi lo spettro del peronismo che potrebbe vincere a mani basse il prossimo 27 ottobre.

Detto questo, non possiamo non far menzione del militarismo con cui Bolsonaro, qualche mese fa, ha rivendicato la sovranità sull'Amazzonia affermando che essa gli appartiene e lui ci fa quello che vuole. Fanno quello che vogliono anche i narcos del Messico, i quali dominano ampie porzioni del territorio nelle quali non vige lo stato di diritto ma la legge viene dettata dal 'capos' che decidono chi merita di vivere e chi invece no.

Infine, non si possono ignorare altre realtà come quella del regimi della Cuba, del Nicaragua e del Venezuela che hanno garantito per sé la tranquillità dei sepolcri, provvedendo a silenziare ogni tipo di dissidenza con l'imprigionamento, l'ergastolo oppure, nel migliore dei casi, l'espulsione. Questi ultimi segnalano i governi vicini ogni volta che il loro popolo è in rivolta e i governi vicini accusano loro di destabilizzare la pace e la sicurezza dell'intera regione.

In conclusione, i governi dell'America Latina sono talmente distratti nella loro corsa verso la rielezione - o nella pura e semplice conservazione del potere a seconda del tipo di regime - che si rifiutano di fare una lettura complessiva della realtà interna dei propri Paesi, nei quali, il progressivo aumento delle disuguaglianze sta producendo un'imminente rottura nel patto sociale. In altre parole, all'aumentare del malessere sociale, saltano le regole e i valori condivisi e le persone smettono di sentirsi parte di un'unica comunità politica: questa è un'equazione che ha sempre portato al caos.

Estefano Tamburrini


Estefano Tamburrini
Estefano Tamburrini

Figlio di due mondi: nato nel Venezuela, di origini italiane. Laureato in Scienze Politiche Sociali e Internazionali a Bologna. Appassionato di politica internazionale, ma non riesco a..   Continua >>


Articoli Correlati
Venezuela: oro e sangue (prima parte)
Oltre Modena
18 Luglio 2019 - 07:00- Visite:2613
Infermiera boliviana derubava anziani ricoverati: arrestata
La Nera
17 Novembre 2018 - 14:50- Visite:734
Venezuela: oro e sangue (seconda parte)
Oltre Modena
19 Luglio 2019 - 07:30- Visite:608
E' morto padre Chico, storico missionario modenese in Brasile
Societa'
07 Aprile 2019 - 15:56- Visite:522
Il Venezuela non è uno Stato-Mafia
Lettere al Direttore
19 Luglio 2019 - 17:03- Visite:507
Oltre Modena - Articoli Recenti
Le cinque cause del nascere dei ..
Per i populisti, le istituzioni non elette e i controlli incrociati tra le istituzioni sono ..
11 Novembre 2019 - 23:36- Visite:67
Iraq, attentato contro i militari ..
L'attentato è avvenuto in mattina quando un ordigno esplosivo rudimentale, è detonato al ..
11 Novembre 2019 - 09:00- Visite:182
Bolivia: Evo Morales annuncia le sue ..
Poco prima di fuggire, Morales aveva annunciato nuove elezioni ma ormai era troppo tardi. Il..
11 Novembre 2019 - 08:30- Visite:198
Un futuro ancora incerto per la ..
Morales ha fatto un passo indietro, decidendo di annunciare nuove elezioni come unico mezzo ..
10 Novembre 2019 - 20:23- Visite:250


Oltre Modena - Articoli più letti


E' morto Riina: manifesto funebre ..
Il manifesto funebre è apparso tra le strade del centro di Ercolano
17 Novembre 2017 - 17:37- Visite:297641
Orrore a Reggio, lavaggi cervello per..
Anche il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, è agli arresti domiciliari. I minori ..
27 Giugno 2019 - 10:43- Visite:19717
Edicola La Rotonda, l'appello del ..
Petizione per Domenico Di Maiolo, 'Sono disperato, introiti crollati da quando Conad vende i..
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:19192
Andrea Galli e l'età delle donne...
Il capogruppo di Forza Italia attacca la moglie di Macron: l'anagrafe nelle coppie a senso ..
10 Maggio 2017 - 18:42- Visite:13436