Omnispower
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
progettiOltre Modena

Terapia intensiva modenese eccellenza europea

La Pressa
Logo LaPressa.it

Modena sede per un programma di perfezionamento sulla gestione delle infezioni e della sepsi nel paziente critico


Terapia intensiva modenese eccellenza europea

La Terapia intensiva del Policlinico si conferma un centro di eccellenza a livello europeo nella ricerca scientifica e nella cura delle infezioni e della sepsi nei pazienti criticiinsieme ad altri sei centri: Barcellona, Roma, Ghent (Belgio), Londra, Utrecht (Paesi Bassi) ed Atene.

Da oltre 15 anni, i medici e ricercatori della Terapia intensiva del Policlinico di Modena, diretta dal professor Massimo Girardis, si occupano di problemi correlati al trattamento dei pazienti con infezioni gravi e sepsi, ottenendo importanti risultati assistenziali e di ricerca riconosciuti a livello italiano ed europeo. Questi risultati sono frutto di un consolidato lavoro di collaborazione che vede coinvolti numerosi laboratori ed unità cliniche di Unimore e dell’Azienda Ospedaliera di Modena quali il Laboratorio di Microbiologia del Dipartimento di Medicina Diagnostica, Clinica e di Sanità Pubblica, coordinato dalla prof.


ssa Monica Pecorari, il Laboratorio di Immunologia, guidato dal professor Andrea Cossarizza, la Struttura Complessa di Malattie infettive, gestito dalla professoressa Cristina Mussini, e l’unità per il di Controllo delle infezioni dell’Azienda Ospedaliera, gestito dalla dottoressa Elena Vecchi, e che vede anche la collaborazione di altre Università Italiane come Firenze, Bologna e Roma.

Questa eccellenza ha portato la Società Europea di Terapia Intensiva (ESICM) a scegliere Modena, insieme ad altri 6 importanti centri Europei, come sede per un programma di perfezionamento sulla gestione delle infezioni e della sepsi nel paziente critico, che ha visto coinvolti 7 medici intensivisti europei provenienti da Regno Unito, Israele, Belgio, Grecia, Spagna e Portogallo dal 4 al 8 Dicembre. Il corso ha visto diverse attività teoriche e pratiche riguardanti la diagnosi microbiologica precoce, la prevenzione delle infezioni, il buon uso degli antibiotici ed il trattamento del paziente con sepsi.

“La scelta dell’Ateneo Modenese e del Policlinico, come sede di un programma di perfezionamento europeo per medici intensivisti, – commenta Massimo Girardis di Unimore- è stata accolta con grande soddisfazione come riconoscimento del lavoro fatto in questi anni a livello internazionale, ma rappresenta anche un importante stimolo per continuare l’attività di ricerca su questa patologia, la sepsi, che solo in Italia è responsabile di oltre 60.000 morti ogni anno. Il nostro gruppo, grazie anche alla collaborazione delle altre unità di UNIMORE, del Policlinico e di altri centri Italiani ed Europei, ha già definito per i prossimi anni una serie di progetti di ricerca che cercheranno di mettere a punto nuove metodiche diagnostiche e nuove strategie terapeutiche per ridurre la mortalità di questa malattia”.

Massimo Girardis, dopo avere coordinato il gruppo di studio su infezioni e sepsi della Società Italiana di Anestesia e Terapia Intensiva, è stato eletto a Settembre come Deputy Chair della Sezione di Infiammazione e sepsi della Società Europea di Terapia Intensiva. Negli ultimi 5 anni, Il gruppo di ricerca da lui coordinato è stato capofila di numerosi progetti di ricerca nazionali ed internazionali ed ha pubblicato oltre 30 lavori scientifici su riviste internazionali ad alto impatto che hanno portato l’Ateneo e l’Ospedale Modenese ad essere riconosciuto come un punto di eccellenza a livello Europeo per il trattamento dei pazienti con sepsi.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Oltre Modena - Articoli Recenti
Mareggiate in Romagna: danni nel ..
Forti venti di burrasca e un innalzamento straordinario del livello del mare. Il mareografo ..
22 Novembre 2022 - 19:53
Ong scatenate: arriva anche nave ..
A poche ore dalla Humanity dalla quale sono state fatti sbarcare donne e bambini, entrata ..
06 Novembre 2022 - 23:28
L'Italia convoca l'ambasciatore ..
La condanna e la richiesta del segretario generale della Farnesina a Sergey Razov: 'L'Italia..
03 Ottobre 2022 - 17:32
Tetto prezzo gas, nulla di fatto: ..
Dalla riunione dei 27 solo un debole accordo sul pacchetto di due settimane fa per mitigare ..
01 Ottobre 2022 - 11:08
Oltre Modena - Articoli più letti
Covid, 4700 contagi al concerto per ..
A riportalo è l'edizione di lunedì del quotidiano The Guardian. Il Boardmasters si è ..
26 Agosto 2021 - 14:33
La pandemia globale di Coronavirus? ..
E' tutto ancora on line. Il John Hopkins Center for Health Security con il World Economic ..
03 Marzo 2020 - 09:43
Israele abbandona il Green Pass: con ..
Il boom dei contagi con Omicron ha reso del tutto evidente l'inefficacia dello strumento per..
05 Febbraio 2022 - 00:21
'Covid, chi si vaccina può sia ..
Parla Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana malattie infettive ..
10 Maggio 2021 - 15:09