La Ghisi carburanti
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

Ustica e Strage di Bologna, Mattarella: 'Ogni impegno per la verità'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Il ricordo delle vittime innanzitutto, di quel che è avvenuto per essere vigili, per evitare che si ripeta qualsiasi avvisaglia di strategia di terrore'


Ustica e Strage di Bologna, Mattarella: 'Ogni impegno per la verità'

'La mia presenza qui ha questo significato, partecipazione al dolore che rimane, solidarietà della Repubblica, dovere del ricordo e della memoria perchè non si smarrisca mai quanto avvenuto e ribadire l'esortazione a sviluppare ogni impegno per la verità'. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella oggi a Bologna per rendere omaggio alle vittime delle stragi di Ustica e della stazione di Bologna.
Il presidente Mattarella è arrivato nella stazione di Bologna attorno alle ore 12.20 per rendere omaggio alle 85 vittime della strage del 2 agosto 1980. Dopo aver partecipato alla messa celebrata dal cardinale Matteo Zuppi nella Cattedrale di San Pietro, Mattarella ha raggiunto la stazione dove nella sala d'attesa, quella squarciata dalla bomba, ha deposto una corona di fiori davanti alla lapide che ricorda le vittime. Poi si è fermato qualche minuto in silenzio.
 
'E' una ferita - ha aggiunto Mattarella - che non può rimarginarsi, per questo chiede ricordo. Il ricordo delle vittime innanzitutto, di quel che è avvenuto per essere vigili, per evitare che si ripeta qualsiasi avvisaglia di strategia di terrore come quella che fu messa in campo allora'.



Poco prima la Messa, celebrata dal cardinale Zuppi nella Cattedrale di San Pietro, in suffragio delle vittime delle stragi. Insieme al Capo dello Stato il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini e il sindaco di Bologna, Virginio Merola. Zuppi e Mattarella si sono salutati dandosi il gomito, una delle forme di saluto in questo periodo di emergenza sanitari.

'Non accettiamo come innocui i semi dell'odio e del pregiudizio, le ideologie che annullano la persona, l'uso di parole che diventano armi, la superficialità di cercare a tutti i costi la convenienza senza difendere la verità e il bene comune. Chiediamo ancora che chi sa qualcosa trovi i modi per comunicare tutto cio' che puo' aiutare la verità, perchè anche se scappiamo dal giudizio degli uomini non scappiamo dalla nostra coscienza e soprattutto dal giudizio di Dio'. Ha detto il cardinale Matteo Zuppi in un passaggio dell'omelia.
'La Chiesa - ha aggiunto - come una madre non vuole essere consolata finchè non sia donata giustizia, finchè il grano non sia liberato dalla zizzania. E' una sentinella attenta perchè il nemico non approfitti del sonno dell'indifferenza per seminare la zizzania. Da questa memoria, di due tra le ferite più profonde della storia recente del nostro Paese, vorrei sorgesse un impegno rinnovato, personale e comunitario, per l'Italia e per l'Europa tutta, in un momento così grave per tutti che richiede ad ognuno rigore e serietà'. E poi la citazione di Guccini: Tutta Bologna, 'che sa stare in piedi per quanto colpita', si sentì coinvolta e in fondo fu l'intera citta' a salire sull'Autobus 37 per fare tutto il possibile (diremmo l'impossibile!) per aiutare, per soccorrere i feriti, per comporre con pietà i poveri corpi, per consolare e aiutare i parenti increduli e smarriti di fronte a tanta cattiveria, per piangere con loro'.

Il presidente della Repubblica ha concluso la sua visita a Bologna al Museo per la Memoria di Ustica, dove ha incontrato i familiari della strage del 27 giugno 1980. Accompagnato dalla presidente dell'associazione dei parenti Daria Bonfietti, il Capo dello Stato ha visitato il museo.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Politica - Articoli Recenti
'Il Pd è il partito della borghesia ..
A parlare è l'ex presidente di Legacoop Modena Roberto Vezzelli
31 Luglio 2022 - 14:17
Ucraina, il Papa ora fa il Papa: ..
Parole che suonano come un monito profondo da parte del Pontefice alla posizione dell'Europa..
31 Luglio 2022 - 12:50
Alla fine Puzzer si candida, sarà ..
Stefano Puzzer ha cambiato idea. Il leader del movimento 'La gente come noi non molla mai' ..
31 Luglio 2022 - 12:17
Di Maio in seggio emiliano blindato ..
Il video di allora: 'Io col partito che in Emilia Romagna toglieva i bambini alle famiglie ..
30 Luglio 2022 - 20:24
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58