La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliParola d'Autore

Altro che Ddl Zan, è la politica che deve espellere i peggiori

La Pressa
Logo LaPressa.it

In un Paese Liberale non esiste una legge che possa evitare, sempre e comunque, che qualcuno pronunci frasi demenziali


Altro che Ddl Zan, è la politica che deve espellere i peggiori
Fra gli esponenti leghisti elencati da Fedez nel suo monologo, tacciati di omofobia e razzismo, c’è anche il consigliere regionale ligure che avrebbe detto: 'se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno'.
La frase vergognosa, secondo i testimoni, sarebbe stata proferita nel 2016, dopo un incontro con i genitori dell'associazione Agedo – associazione dei parenti degli omosessuali. A seguito di diversi esposti, la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per diffamazione aggravata dalla discriminazione per l’orientamento sessuale, applicando – primo caso in assoluto in Italia – la legge Mancino sulle discriminazioni, anticipando di fatto il DDL Zan.

La legge Mancino è quella che si vorrebbe modificare con il DDL Zan. Essa introduce – art. 604 ter CP - aggravanti specifiche ai reati se commessi per motivazioni di odio etnico, nazionale, razziale o religioso. Con il DDL Zan diventeranno aggravanti anche gli atti di discriminazione fondati 'sul sesso, sul genere, sull'orientamento sessuale o sull’identità di genere o sulla disabilità” – in realtà l’aggravante della disabilità è già stata introdotta dalla legge 104 del 1992, ma evidentemente non esiste una legge che vincoli il legislatore a conoscere le leggi.

Apparentemente tutto bene. Ma andando un po’ più a fondo si scopre che nel caso citato da Fedez il DDL Zan non avrebbe comunque nessuna influenza. Il leghista è a processo per diffamazione, il DDL Zan è stato anticipato su iniziativa della Procura, ma la frase: 'se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno' non è diffamatoria. Perché la giurisprudenza è quasi sempre concorde nell’affermare che il reato di diffamazione deve avere un soggetto ben identificato, e non può esserci diffamazione nei confronti di una categoria.

In un recente processo contro un Parlamentare europeo per invettive a “Rom e Sinti che rubano”, la Cassazione ha recentemente sentenziato che “il reato di diffamazione è costituito dall'offesa alla reputazione di una persona determinata e non può essere, quindi, ravvisato nel caso in cui vengano pronunciate o scritte frasi offensive nei confronti di una o più persone appartenenti ad una categoria, anche limitata, se le persone cui le frasi si riferiscono non sono individuabili”.

La Cassazione però, piuttosto che assolvere il Parlamentare, ha ritenuto opportuno riqualificare il reato in termini di “propaganda e incitamento all’odio razziale” – prima parte della Legge Mancino, art. 604 bis, oggetto anch’essa di modifica in base al DDL Zan. Ma anche in questo caso la fattispecie di reato difficilmente si applicherebbe al leghista ligure, perché – pur considerando quanto detto come “propaganda discriminatoria” - la Legge Mancino non punisce la propaganda effettuata in contesti occasionali e limitati, quanto la “propaganda di idee”, ovvero – sempre citando la Cassazione - la “divulgazione di opinioni finalizzata ad influenzare il comportamento o la psicologia di un vasto pubblico ed a raccogliere adesioni, manifestando una forma di odio che non si limita alla propalazione di un sentimento di generica antipatia (…) bensì disvela un atteggiamento interiore idoneo a determinare il concreto pericolo di comportamenti discriminatori”.

Di fatto, in un Paese Liberale, non esiste una legge che possa evitare, sempre e comunque, che qualcuno pronunci quelle frasi. Laddove esse siano riferibili a una persona ben identificata, questa potrà fare denuncia per diffamazione; laddove esse siano proferite avendo molti potenziali ascoltatori e seguaci, diventeranno “propaganda di idee”. Se però il contesto è limitato, è preponderante il “diritto di opinione” rispetto al “reato di opinione”. Lo stesso DLL Zan prevede che siano “fatte salve la libera espressione di convincimenti od opinioni nonché le condotte legittime riconducibili al pluralismo delle idee o alla libertà delle scelte, purché non idonee a determinare il concreto pericolo del compimento di atti discriminatori o violenti.”

Non crediamo che il leghista avesse come intento quello di convincere i genitori degli omosessuali a bruciare i propri figli. La condanna di questi gesti dovrebbe essere politica, con l’estromissione dalle liste e dai partiti: ma abbiamo visto diverse volte come va a finire in questi casi. A questo punto ha fatto bene Fedez a fare arrivare la giusta dose di insulti a questi soggetti che la politica promuove invece di espellere.

Magath

Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Magath Felix
Magath Felix

Dietro allo pseudonimo Magath un noto personaggio modenese che racconterà una Modena senza filtri. La responsabilità di quanto pubblicato da Magath ricade solo sul dirett..   Continua >>


Articoli Correlati
Sassuolo, Martinelli fallisce: Menani propone ricollocazione in Russia
La Provincia
30 Luglio 2019 - 13:19- Visite:7171
'Selfie con Fedez: non opportuno usare la polizia municipale così'
Politica
10 Maggio 2019 - 19:43- Visite:2084
'Ddl Zan: legge discriminante camuffata da lotta alle discriminazioni'
Politica
05 Aprile 2021 - 10:13- Visite:1600
La ruspa leghista
Le Vignette di Paride
10 Aprile 2018 - 16:47- Visite:1386
'Polizia municipale da Fedez, la Lega di Bagnoli non sa di cosa parla'
Politica
10 Maggio 2019 - 13:20- Visite:1192
Polizia municipale con Fedez: il selfie con le due agenti
Societa'
10 Maggio 2019 - 14:32- Visite:1028
Parola d'Autore - Articoli Recenti
Salvini ha un altro alleato: il ..
Muzzarelli è più vicino alle posizioni di chiusura del ministro della sanità Speranza ..
27 Aprile 2021 - 19:58- Visite:1341
L'ombra dello scorpione: tra Stephen ..
Ma Stephen King non immaginava di certo che la sua fantasia narrativa sarebbe diventata ..
20 Aprile 2021 - 22:55- Visite:1212
Riapertura delle attività: è corsa ..
E' risaputo che il politico italiano è maestro nel salire sul carro del vincitore, nel ..
14 Aprile 2021 - 20:07- Visite:1003

Contattaci

Parola d'Autore - Articoli più letti


'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:209491
'Festa Unità: è il vuoto totale, a ..
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:46193
E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani della pallavolo che ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:26940
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader ..
Vezzelli: 'Ricordiamo che Alleanza 3.0 ha la proprietà della più grande rete televisiva ..
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:24157