La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
notiziarioLa Provincia

Carpi sempre più ferma e in difficoltà

La Pressa
Logo LaPressa.it

Un territorio in cui manca la sicurezza personale del cittadino (vittima di una crescente criminalità) ed in regressione economica e sociale


Carpi sempre più ferma e in difficoltà

Non bastavano le paure e le preoccupazioni dei cittadini per la loro sicurezza di fronte al continuo verificarsi di piccoli e grandi atti di criminalità con aggressioni per strada, donne sempre più impaurite ad uscire sole la sera, gestori dei negozi che si vedono minacciati da malitenzionati, sbandati ed immigrati clandestini che chiedono soldi e tentano furti.
Non bastava la situazione sempre critica nel 'biscione' di via Unione Sovietica dove anche di recente poliziotti e carabinieri hanno condotto un vero e proprio blitz mattutino con largo spiegamento di forze, il florido spaccio di sostanze stupefacenti che esiste in città anche davanti le scuole, la protesta dei genitori, degli studenti, degli stessi autisti dei bus di Seta per la divisione in due per ogni senso di marcia di via Peruzzi che non consente più alle auto di arrestarsi per fare scendere o salire gli studenti (ancora minorenni) dei tanti istituti scolastici, specie nelle giornate di pioggia.
Oppure l'altra protesta dei residenti per il taglio di alberi ad alto fusto nella zona di Quartirolo a vantaggio di un nuovo supermercato che il Comune ha autorizzato nella ex sede del maglificio Molly, lo sconcerto per il trasferimento alla chetichella a Modena di Moda Makers, l'unica rassegna fieristica del settore abbigliamento esistente a Carpi, per cui non ci sarà più l'annuale appuntamento tra imprenditori, rappresentanti e compratori.
Oppure le lamentele dei residenti nella zona di Fossoli per i ritardi del Comune nell'opera di bonifica dei terreni agricoli contaminati dall'amianto caduto in abbondanza dai tetti dei capannoni dell'aeroporto a seguito del recente tornado, il ritorno alle incredibili e assurde soppressione di treni sulla linea ferroviaria Carpi-Modena a tutto danno di studenti e lavoratori pendolari del mattino diretti a Modena, triste fenomeno ripetuto per anni e che Comune e Ferrovie Regionali avevano solennemente assicurato che non sarebbe più avvenuto dopo l'introduzione dei nuovi locomotori e questo dopo che Carpi aveva anche perso nel tempo le fermate di importanti convogli diretti a Roma e Milano.
Non è bastato insomma tutto questo susseguirsi di fatti e situazioni spiacevoli, che ripropone in tutta evidenza l'immagine di un territorio in cui manca la sicurezza personale del cittadino (vittima di una crescente criminalità) ed è in regressione economica e sociale perchè continua a perdere colpi, occasioni e opportunità imprenditoriali in ragione anche del poco 'ascolto' e della scarsa influenza che il Comune sembra avere nelle stanze del potere politico in Provincia e in Regione. Questo nonostante gli amministratori siano tutti dello stesso partito, il Pd, che ecco scoppiare il bubbone 'pronto soccorso' del Ramazzini, una crisi peraltro annunciata, nel senso che era da tempo che i cittadini, i pazienti, gli stessi infermieri e medici che vi lavorano lamentavano la criticità di una situazione che la stessa dirigenza dell'Ausl oggi è costretta ad ammettere in termini di insufficienza del personale sanitario rispetto alle esigenze del servizio, senza tuttavia spiegare perchè sinora non si è intervenuti, perchè non si è dato ascolto ai medici e al sindacato dei lavoratori ospedalieri, perchè si è fatto finta di nulla.

Al riguardo i giornali hanno parlato di un pronto soccorso 'dove si naviga a vista' e nel quale mancano medici e infermieri con una ricaduta negativa sulla cittadinanza. Aggiungendo che, anzichè parlare di nuovo ospedale (che peraltro sarà funzionante non prima di otto anni) meglio sarebbe tenere funzionante il Ramazzini attuale a vantaggio dei malati e dei ricoverati che necessitano di cure immediate. E questa precaria situazione sinora taciuta o sottovalutata dall'Ausl, ha smosso anche il Pd che ha nominato 'suoi' uomini nei posti chiave di comando, a tal punto che l'ex assessore comunale Daniela De Pietri si è fatta portavoce del diffuso malcontento affermando di “provare una grande preoccupazione per la la grave situazione esistente”, invitando chi di dovere ad intervenire al più presto, tacendo (per pudore) che chi deve intervenire sono il sindaco, il direttore del Ramazzini e il direttore dell'Ausl. Anacronistica, inadeguata e imbarazzata è parsa al riguardo la difesa d'ufficio da parte di Stefano Toscani che, da diligente e disciplinato dirigente, oltre alle rituali scontate assicurazioni e promesse di 'interventi', si è lasciato andare ad una sorta di paternale a chi ha avuto il coraggio di denunciare una situazione insostenibile per i pazienti e la città, nel tentativo non riuscito di tenere nascosta per ragioni scopertamente 'politiche' questa incresciosa realtà e per questo maggiormente inaccettabile.

Cesare Pradella


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Cesare Pradella
Cesare Pradella

Giornalista pubblicista, è stato per dieci anni corrispondente da Modena del Giornale diretto da Indro Montanelli, per vent'anni corrispondente da Carpi del Resto del Carlino, per ..   Continua >>


 

Articoli Correlati
La mappa dei contagi nel modenese: a Prignano muore donna di 50 anni
Societa'
28 Marzo 2020 - 18:20- Visite:38867
Case riposo provincia di Modena: i dati che certificano una apocalisse
Societa'
21 Aprile 2020 - 09:04- Visite:27872
Coronavirus, allerta rossa a Carpi. Il sindaco chiude tutto
Pressa Tube
25 Febbraio 2020 - 14:33- Visite:27214
La mappa dei contagi: 11 nuovi casi a Carpi, 14 a Formigine
La Provincia
27 Marzo 2020 - 18:49- Visite:26196
La mappa dei contagi nel modenese: 9 casi in città, 3 casi a Polinago
La Provincia
17 Aprile 2020 - 18:18- Visite:25069
Primo caso di Coronavirus a Modena: ricoverato uomo di Carpi
Societa'
24 Febbraio 2020 - 12:27- Visite:21956

La Provincia - Articoli Recenti
Covid, 24 contagi a Modena e un ..
I sintomatici sono 14, gli asintomatici 10. Una persona risulta ricoverata in Reparto
11 Ottobre 2021 - 16:44- Visite:125
Carpi: catturato ricercato per furto
Deve scontare un anno e sei mesi per colpi commessi nel 2016. Si era rifugiato in un ..
11 Ottobre 2021 - 15:29- Visite:95
Covid, 26 nuovi contagi a Modena e ..
I sintomatici sono 19, gli asintomatici 7. Due le persone ricoverate in Reparto. Si ..
10 Ottobre 2021 - 19:19- Visite:1510
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:175396
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:161018
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:43545
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:39148