Diritto allo studio negato da un trasporto pubblico inadeguato
App
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliParola d'Autore

Diritto allo studio negato da un trasporto pubblico inadeguato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Inatteso scontro tra il presidente della Provincia Tomei (Pd) e l'assessore regionale Corsini (Pd)


Diritto allo studio negato da un trasporto pubblico inadeguato
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La lamentela è unanime, gli studenti sono arrabbiati, i genitori protestano, gli insegnanti pure e i presidi hanno scritto il loro disagio e la loro insoddisfazione in numerosi appelli alla Provincia di Modena e alla Regione. Ma sinora il risultato è stato nullo.

La risposta data è stata quella delle solite rituali insulse promesse di intervento che non ci sono state e che invece di tranquillizzare studenti, famiglie e docenti, li ha innervositi ancora di più. Ma questa volta si è anche assistito ad un inatteso scontro tra il presidente della Provincia Tomei (Pd) e l'assessore regionale Corsini (Pd) che la dice lunga sullo stato di confusione che regna ai vertici delle nostre istituzioni nel delicato e importante settore della scuola e della istruzione a tutto danno degli studenti, della scuola e dunque della cultura.


La materia dello scontro è la solita realtà ben conosciuta dai modenesi: l'assoluta inadeguatezza di mezzi di trasporto scolastico per gli studenti modenesi dalle loro abitazioni agli istituti scolastici e viceversa.

“Ma il diritto allo studio è un diritto che deve essere garantito a tutti – hanno tuonato i genitori nei loro reiterati appelli alle istituzioni locali – e invece il numero degli autobus continua ad essere insufficiente per trasportare i nostri ragazzi e succede anche che molti di loro non possono salire a bordo all'uscita da scuola perchè i bus hanno già raggiunto la capienza stabilita per via del distanziamento a bordo. E spesso debbono attendere la corsa successiva che a volte non c'è nell'immediato col risultato di vedere i nostri ragazzi giungere a casa verso sera (nei tragitti più lunghi) dopo una giornata fuori casa ma con appena quattro ore di scuola.

E succede anche che molti genitori si vedono costretti ad andarli a prendere in auto per portarli a casa”. Assurdo.

Così come assurdo e inaccettabile è stato il ping-pong a distanza tra pubblici amministratori dello stesso partito, il Pd, che dovrebbero parlarsi direttamente al di là e al di fuori delle etichette e delle modalità burocratiche. Col presidente della Provincia Tomei che ha lamentato una volta ancora il numero insufficiente di autobus a disposizione: “una peculiarità tutta modenese - ha precisato puntigliosamente - come abbiamo più volte lamentato anche in passato”. Con una replica stizzita del compagno di partito, l'assessore regionale ai trasporti Corsini, che ha detto come sia “singolare che un pubblico amministratore avanzi richieste che sa in partenza essere impossibile soddisfare”.

Se a tutto questo aggiungiamo lo stato di mobilitazione dei sindacati della Scuola che hanno invitato esplicitamente la “politica' a muoversi”, il quadro negativo e inquietante è completo.

“Scendiamo in piazza – hanno allora annunciato Cgil, Cisl, Uil e sindacati autonomi - per richiamare nuovamente l'attenzione dei responsabili e chi di dovere per uno stato di cose intollerabile e insostenibile sia per la scarsità di autobus, che per la mancanza di aule, che della grave situazione degli insegnanti precari. Tutti aspetti gravi e deficitari della scuola modenese ben conosciuti dagli amministratori locali perchè si tratta di problemi che si trascinano da sempre e mai risolti. Usciamo da un anno scolastico tribolato per i ragazzi e chiediamo che il prossimo che inizia a settembre sia migliore e meglio organizzato e programmato, senza banchi a rotelle e altri interventi solo di facciata, per garantire un diritto fondamentale che è quello allo studio”.
Parole severe ma di grande attualità queste di Cgil, Cisl e Uil che attendono ora risposte concrete e non le solite demagogiche promesse sinora clamorosamente disattese.

Cesare Pradella

Cesare Pradella
Cesare Pradella

Giornalista pubblicista, è stato per dieci anni corrispondente da Modena del Giornale diretto da Indro Montanelli, per vent'anni corrispondente da Carpi del Resto del Carlino, per cinque..   Continua >>


 


Contattaci
Parola d'Autore - Articoli Recenti
'Il futuro di Modena passa per il sostegno alla maternità'
L'intervento di Grazia Ruini e Andrea Mazzi, candidati consiglieri comunali Lista civica ..
06 Giugno 2024 - 15:45
Voto, come sarebbe bello fare di Modena una città normale...
In cui centrodestra e centrosinistra si alternano al governo come in qualunque altra città ..
05 Giugno 2024 - 10:07
'Caro Mezzetti, dividersi sulla lotta alla mafia è un favore alla criminalità'
Cinzia Franchini: 'Nel nostro territorio la legalità viene intesa come un valore ad ..
04 Giugno 2024 - 16:04
Formigine, 25 aprile: ancora una agiografia della resistenza
Apoteosi di parallelismi forzati tra libertà e uguaglianza frutto della fine della seconda ..
25 Aprile 2024 - 20:54
Parola d'Autore - Articoli più letti
Obbligo vaccinale per insegnanti, agenti e medici? Bene, ma allora non si chieda il consenso
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime vittime di una società disumana
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo fa decadere ogni obbligo'
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38