Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Italpizza
articoliParola d'Autore

Ex presidente Legacoop: 'Incontro Sacca, al Pd serve una stangata'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Vezzelli: 'Forse a questo Pd serve una stangata elettorale e la perdita del potere arrogante sulla città. Forse... Credo che sia necessario'


Ex presidente Legacoop: 'Incontro Sacca, al Pd serve una stangata'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.




La scorsa sera ho partecipato alla assemblea organizzata dalla 'Pressa' e da 'Modena volta pagina' presso la polisportiva Sacca sui temi del megapolo logistico Conad e dello spostamento della Moschea provinciale in area Pro Latte. Era da diverso tempo che non partecipavo ad una assemblea: me ne sono rimasto ad ascoltare cercando di capire il livello di coinvolgimento dei presenti.

La sala era piena, persone del quartiere Sacca/Crocetta, in prevalenza anziani, pochissimi giovani. I relatori erano della Lega, di Modena Volta Pagina, dei 5 stelle, di Modena al centro e un tipo del Pd che non conoscevo (Lenzini), con pizzetto ed aria annoiata da 'io so come stanno le cose, questo è un progetto che rigenera e porta sviluppo.

.

.

'
Tra me e me pensavo che questo megapolo logistico Conad produrrà un impatto opprimente di inquinamento dell'aria (gas di scarico dei tir, 400 ingressi e 400 uscite e soste al giorno e notte) inquinamento da rumore, inquinamento visivo e che queste persone, prevalentemente anziane ma non solo, si troveranno la vita inquinata, rovinata.

Sì, la vita rovinata: cosa che esprime una violenza che una politica stupida al guinzaglio del businnes privato e cooperativo imprime alla città in modo diffuso. Io vivo nel quartiere dal 1968 (prima via Villa d'oro, poi via Buozzi, poi via Toniolo, ora Torrenova). L'ho visto cambiare, crescere, passare da quartiere manifatturiero ed industriale con le abitazioni popolari originarie di periferia ai bordi della campagna a forte concentrazione abitativa (viale Gramsci, zona Nonantolana, Santa Caterina, Canaletto) una antropizzazione a pezzi disordinati che ospitò l'immigrazione interna dal sud e ora ospita la nuova immigrazione da paesi lontani.

Ho visto via via dissolversi i caratteri originari modenesi ma non formarsi un carattere nuovo. Diventare sempre più un luogo-non luogo ed un dormitorio con sacche di degrado sociale che si sono allargate fino a diventare insopportabili, tra spaccio, prostituzione, gruppi di sbandati e tossicomani, nullafacenti arroganti che occupano il parco XXII aprile. Sono stato nel 1972 segretario della sezione Tabacchi dell'allora Pci situata all'incrocio tra via Nonantolana e via Ciro menotti. Passavo le domeniche mattine a diffondere L'Unità porta a porta, conoscevo molti abitanti, persone del popolo, lavoratori e pensionati, vite ordinate e dignitose...

Nei seggi elettorali della zona il Pci arrivava al 65% dei voti: era una cittadella rossa, sempre obbediente alla federazione ed alle sue scelte... Sicuro di non avere opposizioni il Pci posizionò qui alcune delle realizzazioni più impattanti sull'ambiente. Non è un caso che sul territorio del quartiere fu posizionato l'inceneritore, il depuratore, il taglio di cemento dell'alta velocità... Ed ora altra devastazione, cemento e asfalto... Ma forse i tempi cambiano. Forse la cittadella rossa si sfalda. Forse le persone sono stanche di farsi rovinare la vita. Forse a questo Pd serve una stangata elettorale e la perdita del potere arrogante sulla città. Forse...
Credo che sia necessario.
Roberto Vezzelli - ex presidente Legacoop

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Parola d'Autore - Articoli Recenti
Carpi, solo una discontinuità ..
Ecco spiegato quello che il direttore di Voce definisce un 'coacervo indistinto' di critiche
02 Settembre 2023 - 23:42
Libro Vannacci, i sacerdoti del ..
I sacerdoti del politicamente corretto hanno tentato di bruciare al rogo il libro del ..
01 Settembre 2023 - 13:11
Sicurezza e campagna elettorale: ..
Non si erano mai visti prima d’ora a Modena accoltellamenti di giorno sulla pubblica via, ..
25 Agosto 2023 - 18:45
Modena, immigrazione: il Pd passa ..
Il Pd cerca di dare l’idea che il problema sia nato quest’anno e sia collegabile ..
25 Agosto 2023 - 15:07
Parola d'Autore - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Obbligo vaccinale per insegnanti, ..
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime ..
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo ..
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23