La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliParola d'Autore

Francamente: il pioppo della discordia, non basta un comunicato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Spesso capita che interventi anche molto utili per la comunità vengano percepiti in modo sbagliato dai cittadini; è evidente che in questo caso c’è un errore di comunicazione


Francamente: il pioppo della discordia, non basta un comunicato

Riporto un estratto di un comunicato stampa del comune di Modena del  09/10/2009  dal titolo: 'IL VERDE A MODENA, UN PATRIMONIO PUBBLICO DA TUTELARE' Ecco cosa si scriveva: “Il verde di mitigazione paesaggistica della linea ad Alta Velocità e della linea ferroviaria storica: 236 ettari di verde con 100 mila alberi e 350 mila arbusti. Forestazione e mitigazione ambientale. La prescrizione che tutte le opere si inseriscano nel territorio e nel paesaggio nel modo migliore possibile porta anche a un uso estensivo del verde, in una quantità tale che anche in questo caso segnala la particolarità del caso Modena: lungo la linea AV, ma anche nel nuovo tratto della linea storica, sono previsti estesi interventi di forestazione e mitigazione ambientale, con boschi di filari e siepi. Si tratta di un progetto vasto e complesso che interessa aree per circa 250 ettari (2,5 milioni di metri quadrati), di cui circa 150 nel comune di Modena, e l’impianto di oltre 60 mila alberi e quasi 200 mila arbusti, la maggior parte dei quali in oltre 100 aree a bosco, estese su circa 150 ettari; a queste si affiancano 8 chilometri di siepi arbustive, 1 chilometro di siepi alberate (con circa 300 alberi e 2 mila arbusti) e 3,5 chilometri di filari, con circa 600 alberi”.

Chi li ha visti? Basta andare per vedere qua e là qualche cespuglietto vivo e poco altro.  C’è qualche responsabilità?

Ma visto che parliamo di verde, occupiamoci ora di un recente fatto di cronaca che riguarda proprio questo tema.  La recente vicenda del pioppo abbattuto in via Schiocchi, offre l’occasione per una riflessione sui sistemi di comunicazione delle pubbliche amministrazioni e, ancor di più, sulle modalità di coinvolgimento dei cittadini alle scelte o alle decisioni delle stesse. Ma veniamo ai fatti. Mercoledi scorso, 23 agosto 2017, a Modena, è stato abbattuto un pioppo che, secondo gli oppositori dell’ intervento, era “secolare, storico e sanissimo”. Il Comune ha prontamente  ha risposto con un comunicato stampa in cui ribadisce che la pianta era malata e pericolosa per la sicurezza dei cittadino e del territorio. Si ribadisce inoltro che l’abbattimento era stato annunciato con un precedente  comunicato del 31 luglio. Nella discussione su FB si poi scatenata la polemica: l’albero era sano, l’hanno abbattuto perché faceva i piumini,per risparmiare sulle potature, per evitare responsabilità,  ecc….

E poi, ancora, vengono ricordate le tante strade via Fregni, via Monte Kosica, via Latini, via Verdi ed altre dove sono astati abbattuti alberi senza che essi finora siano stati rimpiazzati, oppure lo sono stati con deboli fuscelli. Non ho le competenze per entrare nella discussione alberi sani/alberi malati, quindi vorrei parlare solo di come viene gestita la comunicazione. Partiamo da una costatazione: gli uffici stampa degli enti locali sono sempre più corposi e costosi ed ogni volta che c’è un cambio di giunta, una delle prime cose che vengono sistemate è proprio quella  dello staff della comunicazione;  lo si rimpolpa e  ci si piantano dei giornalisti bravi ed anche fedeli.

Tanto per ricordare, l’ufficio stampa del comune di Modena è ora composto da un responsabile, quattro giornalisti, una segretaria ed un addetto al servizio; inoltre il sindaco Muzzarelli ha un proprio addetto stampa.

Ma è sufficiente questo dispiegamento di forze per tenere un filo diretto con i cittadini ed evitare spiacevoli ed inutili contraccolpi alle decisioni delle amministrazioni? I comunicati stampa finiscono sui pc di chi li richiede e sulle scrivanie dei giornali, delle radio e delle televisioni locali che, spesso poi, ne danno ampia diffusione, ottenendo un notevole effetto moltiplicatore. Sufficiente? Certamente no e l’episodio citato lo sta a dimostrare..

Sono convinto,  ed in questo la mia seppur breve esperienza di Presidente di circoscrizione mi conforta, che sia necessario un rapporto più ravvicinato con i cittadini; se si vuole evitare l’effetto boomerang, in un momento in cui la credibilità della politica è ai minimi termini.  Spesso capita, infatti, che interventi anche molto utili per la comunità vengano percepiti in modo sbagliato dai cittadini; è evidente che in questo caso c’è un errore di comunicazione. Occorre quindi, un rapporto che realizzi una maggior condivisione delle decisioni; voglio essere chiaro: tanto per stare all’esempio, non sta ai cittadini decidere se un albero è malato o meno, ma sta alla politica spiegare ai cittadini in modo più capillare le ragioni delle decisioni prese.

Ma per fare questo bisogna rimboccarsi le maniche, non basta un comunicato stampa.

Franco Fondriest



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Franco Fondriest
Franco Fondriest

Sono di origine trentine, ma ho trascorso la maggior parte della mia vita a Modena. Mi sono laureato in pedagogia ed ho svolto la mia attività lavorativa prevalentemente nella mia ..   Continua >>


 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:182134
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:174011
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109039
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:76036
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:70512
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:64274

Parola d'Autore - Articoli Recenti
Scuola e Covid, uscite didattiche: ..
Chi effettua le verifiche del GreenPass non è la Scuola, ma gli addetti preposti per legge,..
04 Ottobre 2021 - 20:52- Visite:499
A Pavullo il 'viva l'Italia' di ..
Verso mezzanotte, il senatore Stefania Craxi ha voluto concludere il suo discorso come tante..
01 Ottobre 2021 - 10:39- Visite:1174
'Chi di voi è vaccinato?': dalla ..
Non si pensa neppure che dietro tutte le mani, sia quelle alzate sia quelle abbassate, ci ..
27 Settembre 2021 - 07:45- Visite:2169
La tragedia dell'11 settembre: ..
La timidezza celebrativa di Bologna fa riferimento quindi ad una collocazione politica ..
13 Settembre 2021 - 21:14- Visite:2100
Parola d'Autore - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:274932
'Festa Unità: è il vuoto totale, a ..
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:46750
Lettera all'essere umano: parole di ..
Prima di diventare quella che voi definite 'no vax' mi chiamavo Camilla, avevo 19 anni e ..
29 Agosto 2021 - 19:51- Visite:28709
E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani della pallavolo che ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:27516