Giornata contro la violenza sulle donne: quanta ipocrisia decadente
App
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliParola d'Autore

Giornata contro la violenza sulle donne: quanta ipocrisia decadente

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'uomo non riesce più a concepire, riconoscere o contemplare la vastità lunare del femminile


Giornata contro la violenza sulle donne: quanta ipocrisia decadente
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Trovo che la giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne sia una delle tante iniziative ipocrite che corredano la nostra società in sfacelo. Vedere sindaci, politici, rettori che tengono comizi e si fanno fotografare accanto alle panchine rosse concepite come simbolo decadente di questa iniziativa mi mette i brividi. Credo che, invece che riferirci esclusivamente agli esiti più barbarici e disgustosi concepiti dalla mente maschile contro il femminile, dovremmo essere consapevoli tutti i giorni e in ogni minuto, e non solo il 25 novembre, di una verità per me molto chiara e ancora più inquietante: che cioè nella maggior parte dei casi e delle situazioni l’uomo compie strutturalmente una violenza contro una donna anche solo quando prova ad avvicinarsi al suo universo complesso, anche quando prova ad amarla, anche quando è animato da un trasporto sincero.

E questo accade perché per milioni di anni il femminile ha permeato di sé magicamente ogni percezione della realtà e del sogno, ogni qui e ogni altrove, ogni anelito e ogni forma di vita. Tutto era femminile: le piante, gli alberi, il mare, il sole, le montagne, gli animali. Solo 10.000 anni fa l’uomo, scoprendo il proprio ruolo nella procreazione, ha assunto un potere che non gli spetta e che lo rende goffo. E lo ha assunto proprio tramite la violenza.

E ogni volta che adesso un uomo si avvicina a una donna o pensa a lei, è come se questo sopruso originario continuasse suo malgrado in qualche modo a manifestarsi. Anche nel canto d’amore del più sensibile dei poeti riecheggia sempre una violenza ancestrale contro la donna, una memoria silenziosa e rancorosa di questa indebita appropriazione del maschile sul femminile, che è una peculiarità dell’evoluzione di Homo Sapiens. In nessun’altra specie animale si riscontra questo sfacelo. L’uomo non riesce più a concepire, riconoscere o contemplare la vastità lunare del femminile, perché gli ricorda i milioni di anni in cui egli non era che una piccola foglia della grande donna-albero che creava i mondi danzando.

Francesco Benozzo

Francesco Benozzo
Francesco Benozzo
Professore di Filologia e linguistica all’Università di Bologna. Direttore di tre riviste scientifiche internazionali e di numerosi gruppi di ricerca interuniversitari, coordina il Dottor..   Continua >>


Articoli Correlati
Donne contro la guerra
Le Vignette di Paride
08 Marzo 2024 - 12:01
Donne in corsa, è già record, con 1600 iscritti
Societa'
08 Marzo 2024 - 10:50
Violenza sulle donne: carabinieri fermano tre uomini
La Nera
11 Febbraio 2024 - 13:58

Feed RSS La Pressa
Parola d'Autore - Articoli Recenti
Siulp: 'Aggressioni e violenze alle Forze dell'Ordine, cresce il disagio'
L'intervento del Segretario provinciale Siulp Roberto Butelli. Dal caso di Ascoli Piceno una..
12 Giugno 2024 - 18:28
'Il futuro di Modena passa per il sostegno alla maternità'
L'intervento di Grazia Ruini e Andrea Mazzi, candidati consiglieri comunali Lista civica ..
06 Giugno 2024 - 15:45
Voto, come sarebbe bello fare di Modena una città normale...
In cui centrodestra e centrosinistra si alternano al governo come in qualunque altra città ..
05 Giugno 2024 - 10:07
'Caro Mezzetti, dividersi sulla lotta alla mafia è un favore alla criminalità'
Cinzia Franchini: 'Nel nostro territorio la legalità viene intesa come un valore ad ..
04 Giugno 2024 - 16:04
Parola d'Autore - Articoli più letti
Obbligo vaccinale per insegnanti, agenti e medici? Bene, ma allora non si chieda il consenso
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime vittime di una società disumana
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo fa decadere ogni obbligo'
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38