Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Il futuro delle liste civiche, l'importanza del gruppo di sostegno

La Pressa
Logo LaPressa.it

Una grande responsabilità nel tenere unito il gruppo di sostegno spetta anche ai suoi eletti. Questi ultimi non devono cessare l'impegno (e lo sforzo) di coinvolgere il gruppo in tutte le occasioni che richiedono una presa di posizione


Il futuro delle liste civiche, l'importanza del gruppo di sostegno
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Continuiamo con la pubblicazione dell'analisi in più parti di Giovanni Finali sul futuro delle liste civiche. A livello europeo, nazionale, ma anche modenese. Dopo la prima puntata, la seconda e la terza, ecco la quarta parte.

É molto difficile ed impegnativo creare le condizioni affinché il gruppo di sostegno di una lista civica possa mantenere inalterato il carico di adrenalina del momento della campagna elettorale, che riesca a garantire invariata la sua disponibilità quando si spengono i riflettori elettorali.

Ed é altrettanto difficile ed impegnativo che i suoi rappresentanti eletti, i Consiglieri, che si trovano a vivere e confrontarsi con una situazione diversa da parte di tanti colleghi, perseverino nell'intenzione di riservare per se stessi 'solo' un compito principalmente di 'megafono' di indirizzi e scelte che appartengono ad un gruppo e non solo al loro pensiero .

.

.

e , a mio avviso sbagliando gravemente, possono essere portati a credere che questo tipo di ruolo evidenzi una loro minorità, un vulnus alla loro auto-referenzialità.

Al contrario, invece, si dovrebbe essere convinti che, laddove un Consigliere si incarica di una proposta, se può contare sull'apporto che gli deriva dal suo gruppo di sostegno, anziché perdere la sua, acquista una referenzialità che é pari a quella dell'intero gruppo. Ma anche questa consapevolezza non è immediata.

A volte, una delle giustificazioni addotte per evitare questa consapevolezza e, di conseguenza, questo comportamento, che pur dovrebbe essere considerato una delle metodologie fondamentali di una lista civica, é quella di addurne a motivo lo scarso contributo fornito del gruppo di sostegno, che, persi gli entusiasmi iniziali, tende a disperdersi e diluire il proprio impegno.

Si tratta di una giustificazione che può avere una ragione, ma che, tuttavia, lascia spazio ad almeno due tipi di considerazione, che tendono, se non a colpevolizzare, ad addossare al gruppo ed ai suoi rappresentanti eletti, non poche responsabilità.

Il gruppo di sostegno, all'atto della sua costituzione, deve avere motivi forti e pregnanti: non si può mettere in piedi un'esperienza di lista civica sottovalutando l'impegno che dovrà sostenere qualora si affermi ed avvii la sua vita politica all'interno di un'Istituzione. Inoltre, la composizione del gruppo di sostegno deve essere multidisciplinare, al meglio delle possibilità e, soprattutto, dovrebbe comporsi di individui che condividono parecchie idealità e che sappiano prevedere ed assicurare la loro disponibilità, nella misura delle loro reali possibilità. Non é giustificabile né accettabile, ad esempio, che, a pochi mesi dall'avvio del mandato, uno o più esponenti della lista, sia se eletti o meno, per ragioni immotivate si facciano da parte e rinuncino ad esercitare il loro ruolo, sostituibile o insostituibile che sia. Farlo significa, per chi in tal modo si dovesse comportare,  non essere stato capace di prevedere l'impegno, di averlo sottovalutato e ciò reca al gruppo un danno molto significativo.

Una grande responsabilità nel tenere unito il gruppo di sostegno spetta anche ai suoi eletti. Quest'ultimi non devono cessare l'impegno (e lo sforzo) di coinvolgere il gruppo in tutte le occasioni che richiedono una presa di posizione. Oggi le strumentazioni tecnologiche consentono modalità relazionali che facilitano enormemente il contatto ed il rapporto fra le persone e fra i gruppi. Non credo che le difficoltà d'interfaccia possano più essere addotte come scusante per non farlo o per non averlo fatto. Se il gruppo di sostegno si trova a vivere una situazione che lo tiene lontano dai suoi rappresentanti, così come se quest'ultimi sono tenuti lontano dal loro gruppo, la situazione che si crea è quella della percezione, da parte di entrambi, di un isolamento pnon certo soddisfacente e funzionale.

Giovanni Finali


Giovanni Finali
Giovanni Finali

Educatore e Formatore, poi Coordinatore degli Educatori professionali del Comune di Modena, ha terminato la carriera presso la stessa Amministrazione in qualità di Istruttore Direttivo c..   Continua >>


 

Onoranze funebri Simoni

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
Manifestazione contro autonomia ..
'Centinaia di sindaci che stanno qua e che non hanno i soldi per l’ordinaria ..
16 Febbraio 2024 - 18:18
'Modena, Pd invita Lorenzin: maestra ..
A intervenire è il segretario cittadino della Lega Caterina Bedostri
16 Febbraio 2024 - 15:51
Tutti hanno diritto alla casa: ..
Domani nuovo incontro di formazione sulla Dottrina Sociale della Chiesa applicata al ..
16 Febbraio 2024 - 14:45
Alleanza o opposizione al Pd, la ..
Ma anche Mezzetti è a un bivio: per accontentare le richieste 'a sinistra' dei 5 Stelle ..
16 Febbraio 2024 - 12:27
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58