La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliParola d'Autore

Mobilità scolastica, quando Tomei scopre l'acqua calda

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il problema era noto, non è scoppiato adesso. Inoltre stiamo parlando di un sistema di trasporto pubblico già fortemente in difficoltà ancora prima del covid


Mobilità scolastica, quando Tomei scopre l'acqua calda

E’ di ieri il grido di allarme del presidente della provincia Tomei: non si sa come rispondere alle richieste di spostamento degli studenti in occasione dell’apertura delle scuole. Non ci sono e non ci saranno autobus a sufficienza; e comunque non vi sarebbero abbastanza autisti.

Il problema era noto, non è scoppiato adesso. Inoltre stiamo parlando di un sistema di trasporto pubblico già fortemente in difficoltà ancora prima del covid, tra autobus incendiati e affollati negli orari prossimi all’inizio e alla fine delle lezioni.

E’ chiaro a tutti che l’accompagnamento degli alunni con mezzi privati comporterebbe possibili ingorghi, ma soprattutto un grave danno ambientale.

Ecco che allora ci si appella alla… bicicletta. Infatti, sembra che la provincia stia puntando sul potenziamento delle rastrelliere davanti alle scuole per incentivare gli spostamenti (brevi) in bici. Come se questo bastasse.

LE PROPOSTE DELLA FIAB

Da mesi, la FIAB (Federazione italiana ambiente e bicicletta), sta sollecitando i comuni della provincia a predisporre rapidamente un piano di mobilità di emergenza, soprattutto a favore degli spostamenti scolastici. E’ evidente che il problema riguarda maggiormente i grandi centri dove gli spostamenti in bici sono più agevoli piuttosto che i comuni minori da cui, necessariamente, si devono utilizzare mezzi diversi per raggiungere i poli scolastici.

Ecco le proposte già inoltrate a suo tempo al Comune di Modena dove c’è la massima concentrazione di scuole; proposte definite con “molta resa con poca spesa”. Si tratta, infatti, di proposte di veloce ed economica fattibilità. Esse riguardano, in particolare:

• il cavalcavia Mazzoni da destinare solamente ai mezzi pubblici, ciclisti e pedoni • gli assi di via Morane, di via Buon Pastore, di via Luosi, di via Emilia Ovest su cui, senza togliere particolare spazio alla sede stradale, si può realizzare una ciclabile mono direzionale. • il collegamento tra via Ciro Menotti e corso Canalgrande ove si prevede di regolarizzare, per i ciclisti, l’uso della corsia degli autobus. • il centro storico per il quale si ribadisce la richiesta di permettere ai ciclisti di percorrere alcuni tratti di sensi unici per le auto, apponendo la segnaletica “divieto di accesso eccetto biciclette”.

Dopo un lungo silenzio, sembrava che l’amministrazione comunale fosse intenzionata a procedere in questa direzione, ma, per ora, ed è già tardi, non si vede nulla. Finora solo il comune di Carpi si è dimostrato particolarmente sollecito ed ha ottenuto i complimenti dalla FIAB; gli altri, non pervenuti.

Anche in un’occasione di così particolare gravità, si dimostra il particolare disinteresse, se non propria avversione, delle nostre amministrazioni alla mobilità sostenibile. Un’altra occasione persa? Speriamo di no. Intanto, aspettiamo le rastrelliere…

Franco Fondriest


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Franco Fondriest
Franco Fondriest

Sono di origine trentine, ma ho trascorso la maggior parte della mia vita a Modena. Mi sono laureato in pedagogia ed ho svolto la mia attività lavorativa prevalentemente nella mia ..   Continua >>


 

Articoli Correlati
Il senso del ciclista per la sicurezza
Parola d'Autore
19 Giugno 2017 - 18:00- Visite:10697
'Serve una ciclabile che colleghi Modena e Nonantola'
La Provincia
22 Giugno 2019 - 06:31- Visite:1500
Una domenica speciale con la Fiab: le bellezze di Modena in bicicletta
Che Cultura
13 Febbraio 2020 - 11:44- Visite:1275
'Modena bloccata dal traffico, il PUMS comunale non affronta il ..
Societa'
31 Ottobre 2019 - 15:20- Visite:1214
Fase 2, la Fiab e Isde scrivono a Muzzarelli: 'Ecco vera innovazione'
Societa'
11 Maggio 2020 - 16:29- Visite:1154
Parola d'Autore - Articoli Recenti
Mario Del Monte, un sindaco concreto ..
Fu voluto presidente di Legacoop dai vecchi presidenti fedeli alla linea e io lessi la sua ..
07 Settembre 2020 - 12:54- Visite:650
Associazioni antimafia, è tempo di ..
Da sentinelle vive e vitali, i nuovi leader dell'antimafia sono divenuti giudici severi e ..
06 Settembre 2020 - 19:38- Visite:436
Buon anno scolastico all'insegna ..
Statalizzare le scuole d'infanzia di Modena? Una necessità e una scelta, non un ripiego
01 Settembre 2020 - 19:54- Visite:1105
Covid, residenze protette per anziani..
Il silenzio da parte delle istituzioni e mondo politico, dimostra per l’ennesima volta la ..
31 Agosto 2020 - 08:03- Visite:1288


Parola d'Autore - Articoli più letti


'Festa Unità: è il vuoto totale, a ..
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43776
E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani della pallavolo che ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:26020
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader ..
Vezzelli: 'Ricordiamo che Alleanza 3.0 ha la proprietà della più grande rete televisiva ..
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:22934
Nidi e infanzia, dibattito surreale: ..
Qualcuno pensa, senza dichiararlo pubblicamente, che la scuola statale faccia schifo? Se ..
11 Maggio 2020 - 10:09- Visite:19162