La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

Modena, da un anno le sedute del Consiglio comunale sono... un'eccezione

La Pressa
Logo LaPressa.it

Un Consiglio comunale che 'si adagia' su quanto prodotto dai suoi Uffici, è uno dei peggiori vulnus che può esserle arrecato alla democrazia


Modena, da un anno le sedute del Consiglio comunale sono... un'eccezione

Avvicinandosi giovedi, oggi mi sono messo alla consueta ricerca sul sito web del Comune della convocazione (con odg) della seduta settimanale del Consiglio comunale ed ho dovuto constatare, devo dire oramai senza più tanto stupore, che 'la seduta non é ancora stata convocata'. La frase che viene utilizzata per informare che l'Assemblea questo giovedi non si troverà. In realtà, come ho scritto, non mi sono stupito più di tanto perchè, già dall'inizio di questa consigliatura, ormai più di un anno fa, questa formula l'ho dovuta leggere molte volte.

Il chè, se si limitasse al fastidio della lettura, sarebbe ben poca cosa, ma che, se invece si va a vedere 'cosa' sta a significare per quanto riguarda il doveroso assolvimento dei compiti cui il Consiglio è destinato, induce invece assai più rilevanti preoccupazioni. Queste 'assenze', infatti, possono restituire a tutti noi cittadini l'idea che i nostri rappresentanti consiglieri pensino che non esista la necessità di affrontare i tanti problemi che vive la nostra comunità. Oppure che, pur consapevoli dell'opportunità di discutere le soluzioni da realizzare per risolverli, non si sentano, essi stessi, capaci e nelle condizioni di poterlo fare. O, al peggio, ma non da escludere, che possiamo pensare che in fondo siano solo degli 'sfaticati', magari d aggiungere ai tanti parassiti della 'casta'.

Facendo un doveroso confronto con quanto capitato nelle scorse consigliature non si ha memoria di tante Assemblee consigliari 'non convocate' nè tanto meno della ripetitività di quanto sta caratterizzando questo periodo. E ciò è inspiegabile, oltre che ingiustifucabile, dal momento che non credo proprio che ci possa essere 'qualcuno' in grado di affermare che tutto sta andando per il meglio, che l'economia locale viaggia come un treno, che la sicurezza non presenta problemi, che il nostro welfare è privo di margini di miglioramento, che l'urbanistica cittadina brilla d'inventiva e che il nostro ambiente più salvaguardato di com'è non potrebbe essere...

Ma allora... perchè i nostri rappresentanti (ndr, detto per inciso, a nessuno dei quali ha ordinato il medico di candidarsi) non avvertono la necessità di 'mettersi all'opera' al meglio delle loro capacità, col massimo impegno, anche di tempo? Oppure, se l'avvertono, perchè rinunciano a mettersi alla prova?

Per conto mio, su tale tipo di carenze, potrebbe essere evitata una differenziazione di responsabilità fra la maggioranza e l'opposizione, perché, per quanto mi è dato constatare, se é vero che la prima non 'propone' è altrettanto vero che la seconda non 'richiede' e sollecita con la forza e l'energia che un'opposizione 'seria' dovrebbe mettere in campo.

Ma, sempre a mio avviso, l'attuale situazione (tanto 'incredibile' quanto, purtroppo, reale) potrebbe avere anche un'ennesima causa. Che potrebbe superare ogni altra in insidiosità e temibilità.

Potrebbe essere cioé, e onestamente qualche evocazione di questa possibilità si sta cominciando ad origliare anche nei sapienti e sinceri corridoi del Palazzo, pronti ad essere uditi da orecchie sveglie, che l'orientamento che sta prevalendo all'interno della conferenza dei capigruppo (che é l'organismo che concorda e convoca il Consiglio con la presidenza), sia quello di ancorare il dibattito e la discussione consigliari alla presenza o meno (nel nostro caso all'assenza) di atti deliberativi da mettere all'odg. Che, tradotto in soldoni, vorrebbe dire che se gli Uffici hanno prodotto delibere da approvare (o respingere) il Consiglio si convoca. Se invece gli Uffici (che vivono un momento di non semplice riorganizzazione a seguito della recente rotazione di diversi dirigenti) non hanno prodotto alcunchè, allora si fa 'festa'.

Il ché, anche se così scritto soffre di evidente semplificazione, sottintende, tuttavia, una visione della Politica e del modo di gestirne le modalità che sono 'non solo' differenti da come dovrebbero essere. Bensì sono addirittura il loro esatto contrario.

È all'interno del Consiglio, infatti, e non altrove, che i nostri rappresentanti sono chiamati ad evidenziare, secondo quanto a loro noto, i problemi e le necessità di noi tutti. É sempre all'interno di quell'Organo che se ne discute e determina l'ordine di priorità; che, conseguentemente si valutano le soluzioni possibili. La Giunta, poi, avvalendosi dei suggerimenti che ritiene opportuni, individua ed orienta i mandati organizzativi ed operativi da affidare agli Uffici. Che, dopo, li propone al Consiglio. Ma non viceversa.

Così deve essere e così devono andare le cose.

Un Consiglio comunale che 'si adagia' su quanto prodotto dai suoi Uffici, che lascia quest'ultimi privi delle indicazioni che 'solo' la Politica vissuta nei giusti contesti può produrre, è uno dei peggiori vulnus che può esserle arrecato alla democrazia.

Mi auguro che sia possibile a tutti di trovare l'intenzione di riflettere su queste 'banalità' che, per quanto scontate possano essere credute, talvolta si dimenticano.

Giovanni Finali



Giovanni Finali
Giovanni Finali

Educatore e Formatore, poi Coordinatore degli Educatori professionali del Comune di Modena, ha terminato la carriera presso la stessa Amministrazione in qualità di Istruttore Diret..   Continua >>


 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:139015
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101111
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:52172
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:48641
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:42691
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:42530
Politica - Articoli Recenti
Disuguaglianze nell'infanzia ..
Intanto, il comune di Bologna, dopo appena sei anni, chiude la Ies, Istituzione educazione e..
20 Maggio 2020 - 14:00- Visite:98
Castelfranco, multe da 6mila euro per..
Questa la decisione presa dal Comune di Castelfranco Emilia che, su input del sindaco ..
20 Maggio 2020 - 11:57- Visite:788
Covid, la Regione finanzia progetti ..
A Modena città un contributo di 119mila euro alla Pikkart srl. A Mirandola 119mila euro ..
20 Maggio 2020 - 11:24- Visite:254
Decreto Rilancio, Mattarella ha ..
Pagamento diretto dei 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi che li hanno già ..
19 Maggio 2020 - 23:24- Visite:421


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:139015
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101111
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75059
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:69749