La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliParola d'Autore

'Suicidio-omicidio Modena: No all'uso della depressione come alibi'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Lo psicoanalista Maurizio Montanari:


'Suicidio-omicidio Modena: No all'uso della depressione come alibi'

'Il tragico episodio di Modena, dove una donna abbranca un nipote scegliendo per lui la morte, porta di nuovo in auge un luogo comune duro a morire che deve essere sfatato: la depressione ( ammesso che la donna in oggetto ne fosse affetta) , NON tramuta sic et simpliciter un individuo in omicida. Coinvolgere un altro nel proprio desidero di fine vita implica sempre una scelta soggettiva.

“Stermina la famiglia, era in cura per depressione”, ci ricorda ogni tanto la tv a proposito di qualche caso eclatante, che poi si scopre nulla avere a che vedere col male di vivere. Anche in questo caso i media  sono subito andati alla ricerca della cartella clinica della donna cercando quella  'patologia dell'anima' che avrebbe minato una persona sino a quel momento “normale”.  Perché? Uccidere senza un “vizio” di mente spaventa. Si deve individuare una turba della psiche che ci permetta di non fare i conti con quella normalità entro la quale si muove chi sceglie la morte per sé e per un caro, e la 'depressione' è una sorta di etichetta buona per ogni occasione.  Si sta verificando per la tragedia di Modena ciò che accadde per  il recente 'infanticidio della signora  Marisa Charrere, nel quale la depressione venne equiparata  de facto all’atto omicida, attenuando le responsabilità della madre. C’è un precedente in occasione del quale assistemmo al fiorire di diagnosi improvvisate di depressione che misero in ombra quella che poi venne stabilito essere una chiara volontà di uccidere: il caso della signora Panarello, che uccise il piccolo Loris. Una  nota scrittrice si sosteneva che “La depressione che colpisce le madri e che a vari livelli riguarda tutte è la causa di ciò che è avvenuto”. I periti e la legge invalidarono qualsiasi ipotesi di “incapacità di intendere”, individuando nella donna una chiara determinazione omicida.  

Relativamente al caso modenese,  non si devono fare indebite deduzioni quando ancora le indagini devono prendere forma.
Bisogna invece ricordare la fatica spesso inumana che molti depressi fanno per non fare mancare la loro presenza, di padri e madri.

Nel buio della melanconia camminano ogni giorno uomini e donne prostrati da questo stato i quali, nonostante una vita difficile alla quale fa spesso da sfondo lo psicofarmaco, resistono alla scelta di chiamarsi fuori in nome di un figlio, di un caro, un essere al quale hanno delegato, amandolo, la funzione di punto di tenuta nel legame sociale. “Io non mi uccido perché non voglio lasciarlo solo” è una frase ricorrente in seduta, àncora di appiglio che molti genitori depressi lanciano al di là del mare nero. Sono tanti quelli che vivono in stati melanconici da anni, lottando ogni giorno, scegliendo di non cedere al buio in nome di chi hanno generato, o di chi hanno scelto di amare”

Maurizio Montanari

Psicoanalista

www.montanarimaurizio.com


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Mirandola, vigilessa trovata morta, il Sulpl: 'Suicidio annunciato'
La Nera
04 Aprile 2018 - 13:58- Visite:21786
Omicidio a Sassuolo, arrestato l'assassino: si è trattato di un ..
La Nera
21 Agosto 2017 - 13:33- Visite:13811
Tenta il suicidio lanciandosi con l'auto dentro al lago
La Nera
13 Agosto 2017 - 12:58- Visite:11772
Finale Emilia, Mirella Ansaloni è stata uccisa a bottigliate in casa ..
La Nera
24 Ottobre 2017 - 12:59- Visite:11518
Il suicidio dell'imprenditore e i criminali della finanza
Lettere al Direttore
07 Agosto 2017 - 08:23- Visite:11073
Tutto da soli! Altro che Allah
Le Vignette di Paride
21 Agosto 2017 - 22:03- Visite:10996
Parola d'Autore - Articoli Recenti
'Il mio ricordo di quella apocalisse ..
Il due agosto 1980 ero a Bologna. Gli uffici del Partito Socialista regionale erano in via ..
03 Agosto 2020 - 16:38- Visite:305
Modena ha fatto Pums!
Mobilità sostenibile? Ecco la realtà modenese
22 Luglio 2020 - 12:39- Visite:2049
'Amazon a Spilamberto, storia di ..
Italia Nostra: 'Se arriverà Amazon si definirà una speculazione immobiliare non nata per ..
20 Luglio 2020 - 21:50- Visite:9847
'Via Gramsci, terra di spaccio: ..
Vezzelli (ex presidente Legacoop): 'Nonostante colpo di propaganda dei melensi politici ..
12 Luglio 2020 - 07:14- Visite:2226


Parola d'Autore - Articoli più letti


'Festa Unità: è il vuoto totale, a ..
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43123
E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani della pallavolo che ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:25868
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader ..
Vezzelli: 'Ricordiamo che Alleanza 3.0 ha la proprietà della più grande rete televisiva ..
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:22648
Nidi e infanzia, dibattito surreale: ..
Qualcuno pensa, senza dichiararlo pubblicamente, che la scuola statale faccia schifo? Se ..
11 Maggio 2020 - 10:09- Visite:19013