Alluvione: Bonaccini attacca il governo sui risarcimenti beni mobili, FDI replica: 'Imbarazzante, critica se stesso'
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Alluvione: Bonaccini attacca il governo sui risarcimenti beni mobili, FDI replica: 'Imbarazzante, critica se stesso'

La Pressa
Logo LaPressa.it

In conferenza stampa in presenza e streaming il Presidente denuncia i mancati rimborsi anche sui beni mobili. Risponde Fratelli d'Italia


Alluvione: Bonaccini attacca il governo sui risarcimenti beni mobili, FDI replica: 'Imbarazzante, critica se stesso'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Dopo un anno dalla tremenda alluvione che colpì la Romagna i beni mobili, ovvero mobilio, arredi, elettrodomestici, auto e moto, ecc non sono rimborsabili da parte del Governo. Secondo voi cosa si danneggia se ti si allaga la casa? Sembra una barzelletta ma è realtà. Un anno dopo!'

La frase del presidente della Regione Stefano Bonaccini lanciata e rimbalzata sui social ieri è stata di fatto rilanciata oggi nel corso della conferenza stampa convocata in piena par condicio e nel pieno delle restrizioni che limitano la comunicazione istituzionale e degli amministratori che sono anche candidati, in occasione del primo anno trascorso dall'alluvione. Occasione per fornire alcuni dati aggiornati su danni (8,5 miliardi circa), ricostruzione (343 milioni solo per somma urgenza) e risarcimenti ma che presto, dopo le parole dell'Assessore Priolo, si trasforma in occasione per il presidente delle Regione e ufficialmente candidato per il Partito Democratico alle elezioni europee, per una critica al governo su risarcimenti, tornando sul punto dei beni mobili già sottolineato ieri.

Un punto sul quale politicamente Bonaccini viaggia su un filo sottile. Anzi una arma a doppio taglio, anche perché a più riprese anche da Modena, gli è stato ricordato anche nel recente passato come il risarcimento dei beni mobili è la stessa Regione a non averlo riconosciuto per esempio ai cittadini di Nonantola colpiti dall'alluvione e per non parlare del terremoto. Punti su cui è arrivata a stretto giro la replica di Fratelli d'Italia.

'Dopo tutte le responsabilità che hanno coinvolto il Pd in merito all’alluvione che ha colpito la Romagna, sentire Bonaccini - presidente di una regione ancora commissario delegata in seguito al sisma del 2012 - accusare in modo pretestuoso il governo dei mancati rimborsi a un anno di distanza dalla catastrofe è semplicemente imbarazzante'. Sono queste le parole di Michele Barcaiuolo, coordinatore regionale Fdi.

'E' Bonaccini a raccontare barzellette.

Il Governo Meloni, in un anno dalla alluvione, ha rimborsato il 100% delle somme urgenze mettendo al sicuro i bilanci degli enti territoriali - sottolinea la deputata Buonguerrieri - ha stanziato 3,5 miliardi per la messa in sicurezza e la manutenzione del territorio, quella che la Regione Emilia Romagna non ha fatto in 50 anni di Governo, e sta liquidando i risarcimenti ai privati, prevedendo anche il risarcimento dei beni mobili danneggiati, misura che la Sinistra non hai messo in pratica nella gestione di precedenti calamità.

Mi chiedo soltanto con quale faccia Bonaccini possa accusare un governo che, rispetto all’alluvione della Romagna, ha dato risposte pronte e sta mettendo in campo tutte le risorse necessarie per garantire la ripresa delle zone colpite. Il governo è disposto a prendersi le sue responsabilità, la regione può fare lo stesso?' - chiede concludendo Barcaiuolo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Contattaci
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che era diventata una famiglia
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era informazione a pagamento dei poteri?
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era informazione a pagamento dei poteri?
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06