Ampliamento azienda Monterè, via libera ma maggioranza divisa: Verdi e sinistra votano contro
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
articoliPolitica

Ampliamento azienda Monterè, via libera ma maggioranza divisa: Verdi e sinistra votano contro

La Pressa
Logo LaPressa.it

E in Consiglio Comunale arriva anche il no del Movimento 5 stelle. Un emendamento sulle opere di mitigazione ambientale presentato in corso di discussione solleva polemiche e l'assessore Vandelli si scusa: 'Non ho presidiato bene il lavoro in commissione, grazie al Pd che mi ha corretto il compito'


Ampliamento azienda Monterè, via libera ma maggioranza divisa: Verdi e sinistra votano contro
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'I gruppi consiliari in Consiglio Comunale a Modena, Europa Verde - Verdi e Sinistra Per Modena manifestano con un voto contrario alla Delibera la propria contrarietà a un progetto definito di ampliamento, ma a tutti gli effetti con le caratteristiche di un nuovo insediamento produttivo su suolo vergine, in area “ad alta vocazione produttiva agricola di interesse ambientale”, realizzato dall’ azienda di essiccazione, lavorazione, conservazione, confezionamento di frutta denominata Monterè sita in Stradello Agazzotti 90'.

A comunicarlo gli stessi gruppi al termine di una votazione giunta dopo un dibattito abbastanza acceso e che ha visto il voto contrario anche del Movimento 5 stelle. Il sindaco storce il naso e scuote la testa quando il capogruppo M5S critica il provvedimento 'troppo impattante' per consumo di suolo verde.

L'opposizione del centrodestra vota a favore insieme al PD, ma critica un emendamento che proprio il PD presenta all'ultimo, anzi in corso di discussione, per aumentare gli interventi di mitigazione e di controllo dell'impatto ambientale conseguente all'ampliamento. Un emendamento che dichiaratamente stupisce anche l'Assessore all'urbanistica Anna Maria Vandelli che si scusa: 'Non ho presidiato bene i lavori in commissione e degli uffici su questi aspetti, grazie al PD che mi ha corretto il compito' - afferma. Ma l'emendamento non piace al centro destra, soprattutto per la tempistica. 'E' 5 anni che tenete questa cosa in sospeso' - afferma il capogruppo Lega Bertoldi rivolgendosi alla giunta, e vi accorgete all'ultimo momento che qualcosa è da modificare'.
'E' una questione di buon senso, e l'emendamento non cambia nulla rispetto al disposiivo del documento' - afferma il Consigliere (PD), Lenzini.

'Avete avuto anni per usare il buon senso, e lo avete trovato solo poco fa' - replica il capogruppo Lega Bertoldi nella dichiarazione di voto in cui annuncia il voto contrario all'emendamento e il voto favorevole alla delibera per l'ampliamento.

A dimensionare tale ampliamento è il consigliere dei Verdi Paola Aime: 'La sede aziendale occupa attualmente una superficie di mq 5975 mentre il nuovo progetto prevede un nuovo capannone di superficie pari a mq. 7.309, dunque con un ampliamento del 130% rispetto all’attuale, portando aumento di traffico pesante su una strada, Via Cadiane, poco più che uno stradello in zona rurale e sottraendo un’area verde continua di quasi 24.000 mq a quel territorio, a quei residenti. Impattanti anche le 3 piazzole lungo via Cadiane per consentire il transito dei camion necessari per la realizzazione del cantiere e che rimarranno anche successivamente per consentire il passaggio dei mezzi aggiuntivi previsti, oggetto di protesta da parte dei cittadini in relazione alle zonizzazioni acustiche attualmente assegnate.
Altro delicato elemento i 10 anni di vincolo sul mantenimento di quella specifica attività, tempo davvero limitato e che potrebbe prefigurare cambiamenti ancora più penalizzanti in un futuro molto prossimo' - spiega Aime, che continua:
'Vale poi la pena ricordare che tutto il progetto arriva così concepito, in quanto variante urbanistica “esonerata” dalle attuali normative in forza dei tempi di presentazione anteriori all’approvazione del PUG (giugno 2023), che in analoga situazione oggi consentirebbe un ampliamento solo del 20% dell'esistente, perchè percentuali superiori si configurerebbero come nuove costruzioni.

Come per altri progetti presentati in questi ultimi anni, come consiglieri siamo chiamati a votare su diritti acquisiti, ma oggi diciamo no, in quanto questo diritto contraddice in maniera sostanziale e profonda il principio di riduzione del consumo di suolo e di tutela dei terreni agricoli, temi sulla difesa dei quali ci siamo sempre impegnati e battuti'

Sulla stessa lunghezza d'onda rispetto al consumo di suolo, vergine soprattutto, il capogruppo M5S Giovanni Silingardi: 'E' una espansione agricola ma in realtà viene realizzato uno stabilimento industriale con una cementificazione su un prato verde. Enorme consumo di suolo che non viene limitato dal 3% previsto dalla legge regionale perché la stessa legge esclude dal saldo l'espansione industriale. Inoltre l'intervento comporterà enormi problemi di traffico soprattutto su via Cadiane, con il passaggio di decine di autoarticolati che impatteranno  direttamente sull'ambiente e sulle abitazioni presenti anche in termini di rumore. Questo è uno di quel progetti inaccettabili. Consumo di suolo, rumorosità viabilità e soprattutto, anche in questo caso, i residenti non sono stati presi in considerazione' - conclude Silingardi. Per questo abbiamo votato no.

Gi.Ga.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Articoli Correlati

e-work Spa
Politica - Articoli Recenti
Modena, ecco i nomi del nuovo Consiglio comunale
Il nuovo consiglio comunale di Modena è formato da 22 consiglieri di maggioranza, 8 ..
10 Giugno 2024 - 23:06
Voto a Modena: Mezzetti al 63%. Negrini si ferma al 28%
Segue la Modena al 3,16%, Mvp all'1,6%, Daniele Giovanardi all'1,4%, Chiara Costetti ..
10 Giugno 2024 - 21:11
I sindaci eletti in provincia di Modena
L'elenco dei 31 comuni della provincia di Modena al voto con i rispettivi sindaci eletti e ..
10 Giugno 2024 - 21:00
Carpi, il nuovo sindaco è Riccardo Righi: il centrosinistra dilaga
Un risultato clamoroso per Righi (5 anni fa Bellelli venne portato al ballottaggio dal ..
10 Giugno 2024 - 18:23
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58