Mivebo
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

C'è chi dice no: gli studenti dell'Unimore a Palermo

La Pressa
Logo LaPressa.it

In occasione del 25° anniversario delle stragi di Capaci e Via D'Amelio. Il ruolo e l'impegno dell'Università nelle parole di Luigi Foffani, capo dipartimento della facoltà di Giurisprudenza


C'è chi dice no: gli studenti dell'Unimore a Palermo

Sono stati due giorni intensi per gli studenti dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia che si sono recati a Palermo in occasione del venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio.

La delegazione, accompagnata dal Prof. Luigi Foffani, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, e dal Prof. Elio Tavilla, Ordinario di storia del diritto presso il medesimo dipartimento, ha partecipato ai vari incontri e momenti di riflessione organizzati dall’Ateneo di Palermo e dalla Rai e ha avuto l’occasione di esporre ad una platea composta dai rappresentanti di diciannove atenei italiani il proprio progetto “C’è chi dice no”.

Svoltosi a Modena l’8 maggio scorso, “C’è chi dice no” (Clicca per guardare il servizio del La Pressa), rappresentava la risposta ad una call bandita dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e sostenuto dal Miur, dalla Conferenza dei rettori delle Università italiane e dal Consiglio nazionale degli studenti universitari. L’importante evento, voluto e organizzato dagli studenti e sostenuto dall’Ateneo di Modena e Reggio Emilia, ha permesso di ospitare tanti testimoni della lotta alla mafia che, per tutto l’arco della giornata, hanno dialogato con il pubblico. Ospiti della rassegna, tra tutti, Sandro Ruotolo, Paolo Borrometi, Stefano Vaccari, Enza Rando, Otello Lupacchini e Salvatore Borsellino.

 

Gli impegni palermitani dei rappresentanti l’Ateneo di Modena e Reggio Emilia sono incominciati con l’accoglienza che il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo, Prof. Fabrizio Micari, ha riservato loro nel corso di un incontro cui hanno preso parte, tra gli altri, il Dott. Federico Cinquepalmi, alto funzionario del Miur, e la Dott.ssa Loredana Introini della Fondazione Falcone. Nel pomeriggio, invece, presso il conservatorio di musica “Vincenzo Bellini” si è tenuto un concerto in memoria delle vittime di mafia.

La giornata del 23 è stata interamente dedicata alla commemorazione delle stragi avvenute venticinque anni prima. I ragazzi di Unimore, nella splendida cornice dell’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Palermo, hanno esposto il proprio progetto con l’ausilio di un supporto video riepilogativo, appositamente realizzato, e, successivamente, hanno sottoscritto la “Carta dell’Impegno alla Legalità degli studenti universitari, un compendio di principi e di valori che si pone l'ambizioso obiettivo di essere fonte di ispirazione per il concreto agire nella lotta contro ogni forma di criminalità.

Da via Maqueda, sede del Dipartimento di Girusprudenza, gli studenti si sono subito spostati verso l’aula bunker dell’Ucciardone, da dove annualmente prende il via il corteo in memoria di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutti i membri della scorta morti il 23 maggio e il 19 luglio del 1992. Tale marcia è proseguita fino a sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, e si è conclusa con le testimonianze del Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso.

La delegazione di Unimore ha concluso la propria visita a Palermo partecipando alla straordinaria diretta televisiva di Rai 1 “Falconeeborsellino” dai posti loro riservati. Ospiti della serata, oltre al già citato Presidente Grasso, sono stati Pif, Roberto Saviano, Carmen Consoli, Fiorella Mannoia, Beppe Fiorello, Luca Zingaretti e tanti altri personaggi dello spettacolo e non che hanno reso omaggio alla figura dei due magistrati simbolo della lotta alla mafia.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Prof. Luigi Foffani, che, nel ringraziare gli studenti per l’impegno profuso in questa lodevole iniziativa, si è augurato che tali momento possano ripetersi, in un’ottica di consolidamento della Terza Missione dell'Ateneo.

 

 



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
E' morto Riina: manifesto funebre (anonimo) per festeggiare
Oltre Modena
17 Novembre 2017 - 17:37- Visite:32148
Libera, le consulenze di Enza Rando
Quelli di Prima
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16148
Capitano Ultimo, dalla parte dell'Ultimo modello
Oltre Modena
17 Settembre 2017 - 08:43- Visite:14490
Il pentito della 'Ndrangheta sulla dirigente del Comune di Modena: 'I ..
La Nera
27 Settembre 2017 - 12:00- Visite:14265
Francesco Cagliari: 'Quando Giovanardi difendeva Bianchini'
Politica
29 Settembre 2017 - 09:48- Visite:13744
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era «informazione a ..
Quelli di Prima
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13675

Feed RSS La Pressa
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12163
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16148
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13675
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12802
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21165
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16148
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13675
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12936