'Da Muzzarelli la peggior propaganda degli ultimi 10 anni'
Vota Bruno Rinaldi  Forza Italia
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Vota Bruno Rinaldi  Forza Italia
articoliPolitica

'Da Muzzarelli la peggior propaganda degli ultimi 10 anni'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Elisa Rossini, Ferdinando Pulitanò e Piergiulio Giacobazzi stroncano l'evento di ieri sera col sindaco di Modena


'Da Muzzarelli la peggior propaganda degli ultimi 10 anni'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Una nuova progettazione del trasporto pubblico incardinata sulla ridefinizione dell'intera rete urbana intorno all'hub intermodale della stazione ferroviaria, la tariffazione puntuale dei rifiuti entro l'1 gennaio 2021, un ricorso sempre più residuale al termovalorizzazione e limitato all’autosufficienza territoriale. Una Modena che deve invertire la fuga delle decine di migliaia di giovani da una città dove non trova più le condizioni per vivere e costruire il proprio futuro. I grandi progetti della Modena di domani, il Sant'agostino Estense, le ex fonderie, l'AMCM. Sono solo alcuni punti del programma 2019 dell'allora candidato sindaco Giancarlo Muzzarelli. Punti di programma che non solo non sono stati realizzati ma che definiscono, uniti l'uno all'altro alla luce della realtà di oggi, il tradimento di una prospettiva di governo che il Sindaco aveva raccontato di potere e volere garantire e che in realtà non ha garantito.

Un lato B di quel disco che il Sindaco ha tentato di celare attraverso uno show politico mediatico capace forse di continuare a fare vivere nell'illusione i suoi elettori, ma non i cittadini che ogni giorno fanno i conti con una Modena che gli stessi dati del Comune dell'ultimo DUP confermano essere meno attrattiva, ben diversa da quella che già non aveva realizzato nel primo mandato e che ha continuato a non realizzare nel secondo'. 
Così il capogruppo di Forza Italia Piergiulio Giacobazzi critica l'evento per il bilancio di fine mandato di Muzzarelli.

'Questo, lo ripetiamo, ha una ragione: la mancanza di visione politica, di programmazione e indirizzo. Modena non ha avuto una linea di sviluppo, ha subito il cambiamento e non lo ha mai anticipato. Questa logica ha portato ad ingessare e a vincolare la città come è successo nel PUG.

Il Sindaco non a caso, prima della fine del mandato, ha voluto forzatamente e con fretta chiudere un documento che vincola e chiude lo sviluppo di una città che aveva bisogno di aprirsi per recuperare anche solo il terreno perso nei confronti delle altre città vicine. Si poteva aspettare che scelte che pregiudicano il futuro della città fossero poste in mano alla prossima amministrazione, come sta succedendo nella maggior parte delle città dell'Emilia-Romagna. Vincoli decisi da questa amministrazione che peseranno sulla prossima anche nel settore dei rifiuti, con Hera, nella sosta con Modena Parcheggi e nell'immigrazione, dove i contratti con le cooperative per esempio per i minori stranieri non accompagnati, in carico al comune, scadranno tra anni. I cittadini hanno di fronte una scelta fondamentale. Continuare a fare marciare Modena con il freno a mano tirato o sbloccarla, recuperando il terreno perso. Inserendo davvero quella marcia in più che il Sindaco ha solo raccontato' - chiude Giacobazzi.

Parole alle quali fanno eco quelle di Elisa Rossini e Ferdinando Pulitanò di Fratelli d'Italia.

“L’utilizzo personalistico dei mezzi di informazione della città da parte del partito democratico modenese continua senza vergogna. Ieri sera abbiamo assistito ad una trasmissione apologetica al limite dell’imbarazzante che ha visto Muzzarelli e tutta la sua giunta autoincensarsi, raccontando una Modena che esiste solo nella loro mente. Un vero e proprio manifesto disconnesso dalla realtà che ha dipinto una Modena sicura, digitale, pulita e Smart: la verità è esattamente l’opposta. Il lavoro svolto da Muzzarelli in questi anni ha reso Modena una città sempre più sporca, caotica, senza una vera visione d’insieme ma sopratutto insicura: è questa l’eredità del Sindaco uscente e che Mezzetti ha già dichiarato di voler accettare e continuare' - afferma Ferdinando Pulitanò.
Incalza il capogruppo di Fratelli d'Italia in Comune, Elisa Rossini: 'Il giudizio del Sindaco e della Giunta uscenti sul proprio operato è stato dagli stessi espresso durante una serata autocelebrativa e priva di contraddittorio. Ne è uscita una visione della città vista con gli occhi di chi ha l’unico obbiettivo di mantenere il potere, di chi si attacca a tutto pur di mantenere il potere, ma che non ha nulla a che vedere con la città reale che è fatta di opere incompiute degrado e insicurezza. Dall’ex ospedale Sant’Agostino alle ex Fonderie all’ex Mercato Bestiame, tutti interventi che la città attende da decenni e che vengono riconsegnati con tante promesse ed un sostanziale nulla di fatto.
Tanto è vero che solamente nell’ultimo mese in tutta fretta la Giunta ha confezionato una serie di delibere - presentate in tutta fretta ad un consiglio comunale del quale si è totalmente dimenticato il ruolo fondamentale di indirizzo e controllo - che abbozzano progetti per dare l’impressione di avere combinato qualcosa di buono da presentare in vista della campagna elettorale. Persino l’ex Amcm è un’opera incompiuta e la parte compiuta è pure riuscita male: da parco della creatività a colata di cemento terra di nessuno il passo è stato breve'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


e-work Spa
Politica - Articoli Recenti
'CAU Castelfranco in un cantiere aperto con operatori precari, si torni al Punto di Primo Intervento'
Le immagini e l'affondo del candidato sindaco Rosanna Righini: 'Dopo gli annunci iniziali è..
26 Maggio 2024 - 11:25
Modena Pride, Mezzetti: ‘Grande festa sulla libertà di amare’
‘Stare insieme, conoscersi e capirsi: oggi ho visto una parte di città che mi piace ..
25 Maggio 2024 - 19:41
'Modena: Unimore partecipa attivamente al Gay pride, che errore'
Le parole di Mirko De Carli, candidato al Parlamento Europeo per la lista Libertà e ..
25 Maggio 2024 - 16:35
Modena Pride, migliaia in piazza: sindaco Muzzarelli e giunta Pd in testa
Il corteo da circa 6000 persone che sfila lungo le strade del centro vede in testa il ..
25 Maggio 2024 - 16:12
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58