'L'omicida andava fermato prima, non è stato applicato il Codice Rosso, imperdonabile'
e-work Spa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

'L'omicida andava fermato prima, non è stato applicato il Codice Rosso, imperdonabile'

La Pressa
Logo LaPressa.it

La denuncia della parlamentare del Movimento 5 stelle Stefania Ascari : 'C'erano già le condizioni per vietare all'uomo di avvicinarsi alle due donne'. E il consigliere regionale PD Palma Costi chiede al Comitato per l'ordine e la sicurezza se siano state attuate le misure preventive'


'L'omicida andava fermato prima, non è stato applicato il Codice Rosso, imperdonabile'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Le avvisaglie c'erano e si doveva intervenire tempestivamente ma il Codice Rosso non è stato applicato correttamente. Non possiamo perdonarci per non aver evitato l'ennesimo e duplice femminicidio'. Sono parole che politicamente e umanamente pesano come macigni sul piano delle  funzioni istituzionali quelle che arrivano dalla parlamentare del Movimento 5 stelle Stefania Ascari relatrice alla Camera della Legge sull'introduzione del cosiddetto Codice Rosso che dispone misure eccezionali a livello giuridico per disporre provvedimenti immediati di arresto o di allontanemento in casi di violenza di genere.

Quella della Cavazzona di Castelfranco, nella quale si è consumata la tragedia, era 'una casa già visitata molte volte dalle forze dell'ordine' - ricorda la parlamentare. 'Renata temeva il patrigno, era angosciata dall'idea che proprio in vista dell'udienza per la separazione, avrebbe fatto qualcosa di brutto alla madre, Gabriela' - sottolinea Ascari. 
'Di Montefusco avevano tutti paura.

L'uomo, che aveva persino fatto installare un gps nell'auto della moglie, era stato ripetutamente denunciato per maltrattamenti, stalking, furto e appropriazione indebita. Eppure la Procura – afferma Ascari - ne aveva richiesto l'archiviazione.
Montefusco non avrebbe potuto detenere quel fucile con cui ha compiuto i femminicidi e, in virtù del Codice Rosso, non avrebbe potuto neanche avvicinarsi alle due donne. Come nella maggior parte dei casi, si è trattato di una tragedia annunciata, per la quale si doveva intervenire tempestivamente. Le avvisaglie c'erano tutte, ma a queste non è seguita una corretta applicazione della Legge Codice Rosso. Intanto ad altre due donne è stata strappata la vita per mano di un uomo e noi non possiamo perdonarci di non averlo evitato. Servono formazione, tempestività, intransigenza. Non può essere la stessa rete a condannare a morte le donne'.

E sul duplice omicidio è intervenuta il Consigliere regionale PD Palma Costi: “Credo sia urgente la convocazione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, al fine di valutare se siano state attuate tutte le misure atte ad evitare questi ennesimi femminicidi”. “Nello stesso tempo – sottolinea -, è bene valutare la rete dei servizi sul territorio, le loro aperture e la loro adeguatezza rispetto ai bisogni di accompagnamento e sostegno delle donne che stanno vivendo situazioni di grande difficoltà. La prevenzione e il contrasto della violenza maschile sulle donne è responsabilità di tutti' - conclude Palmpa Costi. 'Nessuno si può sentire escluso”.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

e-work Spa

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
Mirandola, il Pd: 'La Budri viola la par condicio'. Ma nel 2019 i Dem fecero lo stesso
'Maino Benatti, così come altri membri dell’amministrazione (pure candidati), ..
19 Maggio 2024 - 18:27
Punti nascita, da Mirandola a Pavullo: promesse tradite di Bonaccini
Non solo non riapriranno i punti nascita in montagna, la Regione del governatore che promise..
19 Maggio 2024 - 07:31
Campagna elettorale, prof Modena: 'Dibattiti ridotti a narcisistiche passerelle'
'Vere e proprie narcisistiche passerelle utili alla visibilità di qualche responsabile di ..
18 Maggio 2024 - 18:23
Elezioni Castelfranco, Righini presenta il programma: 'Svolta su viabilità, sicurezza e sanità per vincere e fare la storia'
Elezioni Castelfranco, Righini presenta il programma: 'Svolta su sicurezza, viabilità e ..
18 Maggio 2024 - 17:15
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58