Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

'Ex Sant’Agostino: milioni di euro pubblici per un progetto confuso'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dopo la presentazione della nuova Fondazione di Partecipazione che dovrà gestire polo culturale nell’area dell’ex ospedale Sant’Agostino, parla Bertoldi (Lega)


'Ex Sant’Agostino: milioni di euro pubblici per un progetto confuso'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Una commissione inutile per un progetto tanto costoso quanto confuso'. Dopo la presentazione della nuova Fondazione di Partecipazione che dovrà gestire il polo culturale nell’area dell’ex ospedale Sant’Agostino, parla Giovanni Bertoldi, capogruppo di Lega Modena. 'Davvero non mi spiego la necessità di una Commissione Consigliare, visto che non sono stati presentati né i documenti relativi al progetto né lo statuto della Fondazione; a malapena si è fatto riferimento alla comunione di intenti tra i 3 soggetti - Comune, Università e Fondazione di Modena - che entreranno a fare parte del nuovo ente. Devo anche ammettere che sono rimasto alquanto perplesso di fronte a un progetto tutt’altro che innovativo, che non prevede una vera e propria discontinuità col passato, e che sin dal principio sa tanto di inutile spreco di denaro pubblico'.

Secondo il capogruppo del Carroccio locale, infatti, gli interventi prospettati rimangono nel solco delle attività culturali di nicchia che hanno contraddistinto la città in questi anni. 'Questo progetto manca di senso compiuto, appare come un pot-pourri di cose slegate tra loro: ognuno dei soggetti della Fondazione mette a disposizione ciò che ha senza una reale integrazione di elementi e obiettivi. In pratica cosa verrà fatto? Verranno trasferiti all’Ex Sant’Agostino il Museo della Figurina, che attualmente si trova a Palazzo Santa Margherita, e la Biblioteca Estense, che ha già una sua sede. Il nuovo polo culturale ospiterà anche qualche museo universitario secondario, dal momento che i principali -  ovvero quello di paleontologia e di zoologia - resteranno dove sono, come pure il teatro e il Museo Anatomico.

Questo polo museale nasce dunque senza una sua identità specifica, senza essere né carne né pesce: non è un vero museo scientifico - come potrebbe essere il Muse di Trento o i Musei di Storia Naturale di Verona o Venezia, o ancora il Museo della Scienza di Milano - né un museo artistico o storico, bensì un miscuglio di tipologie'.

Bertoldi si è dunque domandato se valga la pena, in un periodo di difficoltà economica come quello attuale, attingere alle casse pubbliche per un progetto come questo. 'Penso che le priorità dei modenesi al momento siano altre. Ha senso spendere tra i 110 e i 120 milioni di euro solo per trasferire qualche collezione di relativa importanza in un’altra sede? Dubito fortemente che questo enorme investimento renda la nostra città più attrattiva o aumenti considerevolmente i flussi turistici; né tantomeno penso che questo esoso impiego di risorse le conferisca quella forte accezione culturale che ci aspettava quando il polo era in elaborazione. Per di più il Sindaco anziché prendere in considerazione le opinioni di tutte le parti del consiglio e valutare accuratamente i vari aspetti della questione, dall’alto della sua autorità quasi “sovrana” di primo cittadino non ha esitato ad andare avanti per la sua strada e a declassare con superficialità le mie osservazioni ad incapacità di comprendere il valore del progetto. Sinceramente - ha concluso Bertoldi - credo che la stragrande maggioranza dei modenesi sia d’accordo con me nell’affermare che le questioni da sistemare a Modena siano ben altre, e che sarebbe meglio non spendere tutto questo denaro dei contribuenti per realizzare un intervento tutt’altro che indispensabile oltre che estremamente confuso e costoso'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
'Modena, Pd invita Lorenzin: maestra ..
A intervenire è il segretario cittadino della Lega Caterina Bedostri
16 Febbraio 2024 - 15:51
Tutti hanno diritto alla casa: ..
Domani nuovo incontro di formazione sulla Dottrina Sociale della Chiesa applicata al ..
16 Febbraio 2024 - 14:45
Alleanza o opposizione al Pd, la ..
Ma anche Mezzetti è a un bivio: per accontentare le richieste 'a sinistra' dei 5 Stelle ..
16 Febbraio 2024 - 12:27
Rette Cra: il Comune difende gli ..
Intenso dibattito in consiglio comunale generato dalle interrogazioni del Movimento 5 Stelle..
15 Febbraio 2024 - 18:45
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58