Fdi: 'Gestione rifiuti: si cessi questa indecorosa sperimentazione'
VLP Events
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Fdi: 'Gestione rifiuti: si cessi questa indecorosa sperimentazione'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Oggi sappiamo anche che non è mai stato fatto un piano delle attività per le fasi di avvio e che il piano delle attività del 2023 non reca l’approvazione del Direttore di esecuzione del contratto'


Fdi: 'Gestione rifiuti: si cessi questa indecorosa sperimentazione'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Da Piazza Grande si annuncia in pompa magna la partenza della cosiddetta “fase 2” del sistema di raccolta differenziata con annunciati ritiri notturni dei sacchi gialli e blu (stamattina però in varie parti della città a mattinata inoltrata i sacchi erano ancora ben visibili nelle aiuole divenute discariche…), ma in realtà nessuna fase è mai stata pianificata e si procede all’insegna dell’improvvisazione'. Così Elisa Rossini capogruppo in Consiglio comunale di Fratelli d’Italia.

'L’articolo 3 del disciplinare tecnico allegato al contratto di servizio di gestione dei rifiuti prevede la redazione da parte del gestore di un piano annuale delle attività che deve essere approvato dal Direttore di esecuzione del contratto, ma non esiste nessun piano annuale approvato dal Direttore di esecuzione del contratto e questo spiega la totale confusione che regna in città' - continua Elisa Rossini

'Il sistema di raccolta è partito un anno fa senza una visione e un programma preciso. Si è proceduto al buio, usando i cittadini e la città come cavie di una indecorosa sperimentazione che ha portato in pochi mesi Modena ad essere immersa nei rifiuti. Un degrado inaccettabile ed una situazione che può risolversi solamente fermando questo disastro e riposizionando i cassonetti. Manca un piano delle attività, manca l’approvazione da parte del direttore di esecuzione del contratto, Hera risulta inadempiente agli obblighi contrattuali, primo fra i quali il mantenimento nell’avvio del nuovo sistema di un livello di pulizia pari a quello antecedente all’avvio stesso. Di fronte a tutto ciò la Giunta fa proclami, inventa fasi inesistenti, non è in grado di relazionarsi con il gestore nell’interesse dei cittadini - afferma Elisa Rossini -. Un anno fa Fratelli d’Italia chiedeva che la raccolta differenziata non si facesse con il porta a porta ritenendo che in una città con la densità abitativa di Modena un sistema di quel genere non fosse gestibile. Non siamo stati ascoltati. Oggi sappiamo anche che non è mai stato fatto un piano delle attività per le fasi di avvio e che il piano delle attività del 2023 non reca l’approvazione del Direttore di esecuzione del contratto. Sappiamo quindi anche che ci sono importanti problemi di adempimento contrattuale da parte di Hera. Ci chiediamo cosa aspetti la Giunta a prendere una posizione chiara su questo a tutela della città'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Feed RSS La Pressa
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che era diventata una famiglia
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era informazione a pagamento dei poteri?
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era informazione a pagamento dei poteri?
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06