Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
articoliPolitica

Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'

La Pressa
Logo LaPressa.it

A Carpi il Capo dello Stato ricorda gli eroi della resistenza e strappa l'applauso omaggiando la Brigata ebraica


  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
  • Il 25 aprile, Mattarella a Carpi: 'Superiamo le divisioni. Oggi come allora non ci piegheremo'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Un discorso teso ad unire, che si trasforma in un appello a superare le divisioni ancora oggi reali nelle manifestazioni del 25 aprile. Un discorso, quello pronunciato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al teatro comunale di Carpi, in occasione delle celebrazioni per il 25 aprile, basato nel ricordo degli eroi della resistenza e della forze alleate, unite nell'obiettivo della liberazione dalla barbarie e dalla tirannia e nel sacrificio di migliaia di vite di ogni estrazione, e di ogni nazione. E sui protagonisti della liberazione, il lungo e caloroso applauso degli 850 ospiti del teatro comunale di Carpi, il Presidente della Repubblica lo 'strappa' nel momento in cui ricorda il sacrificio della Brigata Ebraica. 'Senza questi eroi non ci sarebbe stata liberta'.

Il Campo di Fossoli (tappa pomeridiana della visita del Presidente della Repubblica a Carpi), ha 'rappresentato l'anticamera dell'abisso, per migliaia di persone.

Furono 12 convogli quelli che partirono per i campi di sterminio.  L'assenza di forni e camere a gas al campo di Fossoli non deve trarre in inganno. Faceva parte del disegno nazista che aveva in Italia il terreno in cui attecchire. Dove il fascismo attecchisce c'è il lager'

'Oggi, anche di fronte alla minaccia di un nemico insidioso e vile, che vorrebbe instaurare, attraverso atti di terrorismo, una condizione di paura, di dominio, di odio, rispondiamo, come allora, come negli anni settanta, che noi non ci piegheremo alla loro violenza e che non prevarranno'

Il Presidente Mattarella, quasi a ribadire con forza l'appello alla riconciliazione ed al superamento della barriere storiche, culturali ed ideologiche, conclude il suo intervento ricordando il cittadino tedesco Wolfgang Weil,  venuto nei giorni scorsi in Italia, sull'appennino modenese, dalla Germania, per 'chiedere scusa a nome di suo padre, che, come soldato della Divisione Göring, nota per la sua brutalità, prese parte all'eccidio di Monchio.

 È stato, il suo, un gesto di riconciliazione nobile, coraggioso, di grande valore, apprezzato'. 

Weil, cittadino tedesco e d'Europa, ha così concluso: «Mai più fascismo, mai più guerra».

Sono parole che facciamo nostre, oggi, celebrando la ricorrenza della Liberazione, con lo sguardo e la volontà rivolti al domani in un'Italia libera e democratica, in un'Europa libera e democratica, unita e quindi in pace'

Clicca qui per leggere e scaricare il discorso del Presidente della Repubblica

La mattinata in sintesi video e per punti



Carpi, ore 12,36: Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella conclude il suo intervento.

Carpi, ore 12,35: riferendosi all'offensiva terroristica il Presidente della Repubblica afferma: 'Oggi come allora non ci piegheremo'.

Carpi, ore 12,30: Il popolo italiano reagì alla barbarie riscoprendo i sentimenti che animarono gli eroi del Risorgimento. Furono anche tanti sbarcati da nazioni lontane e che affrontarono il massimo sacrificio per la libertà.
Non dobbiamo dimenticare i 5000 della brigata ebraica (qui il presidente della Repubblica riceve il primo applauso dei 580 presenti in teatro). A tutti questi caduti dobbiamo la nostra libertà.

Carpi, ore 12,23: L'assenza di forni e camere a gas al campo di Fossoli non deve trarre in inganno. Per 5000 persone fu l'anticamera dell'abisso. Faceva parte del disegno nazista che aveva in Italia il terreno in cui attecchire.
Dove il fascismo attecchisce c'è il lager.

Carpi, ore 12,18: il presidente della Repubblica sale sul palco e inizia il suo intervento ricordando gli eccidi di Monchio, Palagano, Costringano e la Repubblica di Montefiorino. Quell'eccidio è stato recentemente ricordato proprio a Palagano dal sindaco Fabio Braglia: nella rappresaglia compiuta dalle truppe naziste il 18 marzo del 44 persero la vita 136 persone.

Carpi, ore 11,50: sale sul palco accompagnato dall'applauso della platea il già comandante partigiano Germano Nicolini

Carpi, ore 11,40: intervengono il sindaco di Carpi Alberto Bellelli ed il presidente della Regione Stefano Bonaccini

Carpi, ore 11,20: dopo un breve colloquio con le autorità il presidente della Repubblica Sergio Mattarella fa il suo ingresso al teatro comunale di Carpi 

 


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


e-work Spa
Politica - Articoli Recenti
Esuberi Mozarc Medical, candidati in piazza con i lavoratori
I candidati al ballottaggio a Mirandola hanno raggiunto il presidio sindacale davanti ..
12 Giugno 2024 - 17:59
Voto a Modena, gli exploit dei partiti nelle singole sezioni
Nel 2019 andarono alle urne 94.998 cittadini, mentre alle ultime elezioni del 2024 i votanti..
12 Giugno 2024 - 17:13
Modena Civica soddisfatta del risultato elettorale
Il commento della lista della coalizione a sostegno di Massimo Mezzetti che ha eletto un ..
12 Giugno 2024 - 15:50
Sindaco di Modena, la proclamazione di Mezzetti
Mezzetti ha ora 10 giorni di tempo per convocare il nuovo Consiglio comunale. Alla prima ..
12 Giugno 2024 - 12:37
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58