Liste di attesa, botta e risposta Mezzetti-Platis: 'I 30 milioni della Regione dalla Finanziaria del governo'
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
articoliPolitica

Liste di attesa, botta e risposta Mezzetti-Platis: 'I 30 milioni della Regione dalla Finanziaria del governo'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il vicecoordinatore regionale e candidato alle Europee Antonio Platis: 'Liste stracolme da anni, il modello emiliano-romagnolo sta spingendo verso il privato. I dati smentiscono il trio elettorale Mezzetti-Bonaccini-Schlein'


Liste di attesa, botta e risposta Mezzetti-Platis: 'I 30 milioni della Regione dalla Finanziaria del governo'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Perché il PD modenese non chiede la certificazione delle liste d’attesa da parte di un soggetto terzo e il rinnovo dei Piani di Zona regionali per il sociali al palo da 4 anni?'

Alle accuse sul piano per la riduzione delle liste di attesa lanciate da Massimo Mezzetti, quasi eco di un mamtra ripetuto in ogni dove in queste settimane da Stefano Bonaccini, candidato alle euroee, risponde a stretto giro di posta un altro candidato alle europee, il forzista Antonio Platis: 'Il teatrino inscenato dal PD è tanto stucchevole quanto offensivo. Le agende per le visite e gli esami diagnostici in Emilia-Romagna sono sempre stracolme e le prenotazioni se arrivano, sono lontanissime. Il più delle volte costringono i cittadini a rivolgersi altrove, ovvero alla sanità privata per avere servizi che il pubblico dovrebbe garantire.

 
Pochi mesi la Regione ha annunciato il piano da 30 milioni di euro per recuperare le liste d’attesa omettendo che quei soldi vengono da Roma, con l’ultima finanziaria del Centro-Destra che ha stanziato 520 milioni di euro in più'. Cinquecento milioni che sia Mezzetti sia Bonaccini avevano affermato essere pochi, quelli rimasti da un monte di 3 miliardi di cui il governo ne ha destinati 2.5 al rinnovo dei contratti.

“Mezzetti – incalza Platis, vice coordinatore regionale e candidato alle Europee – perché non chiede conto alla Regione di queste cifre? Potrebbe proporre, come ha fatto Forza Italia, di far certificare ad una società terza le liste d’attesa e le agende dell’Ausl. Così come potrebbero farle tutti i candidati sindaci del PD. Bonaccini e Schlein hanno timore di una operazione verità? Il risultato, è chiaro, sarebbe la conferma di quello che i cittadini vanno dicendo da mesi: i cup e le farmacie non hanno appuntamenti liberi.

Quasi mai.”

“Purtroppo sulle liste d’attesa nessuno ha ben chiaro quanto le direzioni sanitarie investiranno perché, come sistematicamente accade in questa regione, le Ausl non hanno approvato i bilanci preventivi e quindi in questi primi sei mesi dell’anno stanno spendendo alla bene meglio, senza programmazione. In una azienda privata sarebbe già decapitato il vertice e mandati a casa tutti i dirigenti. Qui invece ricevono pure i premi. A ciò si aggiunge il mancato varo dei piani di zona. Ovvero le linee guida della regione per investire sul sociale. I Comuni navigano a vista perché Elly Schlein da vice presidente della Regione non ha avuto il tempo di redigerli, così come il suo successore. Morale? Dal 2020 siamo in proroga di linee guida pensate prima del covid e prima delle emergenze energetiche e dell’escalation militare. Milioni e milioni di euro  vengono spesi, anche in questo caso, senza una linea. Se Mezzetti ha voglia di fare i conti in tasca a qualcuno, inizi dai compagni Bonaccini e Schlein. Così capiremo finalmente - conclude Platis - il vero ammontare del buco di bilancio che si trascina da anni, il reale stato delle liste d’attesa e magari si riusciranno a spendere con un minimo di lungimiranza le risorse per i non autosufficienti, quelle per i fragili e per chi oggi è rimasto indietro”.

Sul tema e sulle dichiarazioni del Presidente della Regione e candiidato PD Stefano Bonaccini è intervenuto anche il consigliere regionale della Lega, vicepresidente commissione Sanità, Daniele Marchetti. “Attribuire meriti esclusivi alla gestione regionale, quando i fondi utilizzati sono di provenienza nazionale, è fuorviante e disonesto nei confronti dei cittadini. L'importanza di un confronto costruttivo tra Governo e Regioni rimane cruciale per affrontare efficacemente le sfide della sanità pubblica, ma è altrettanto cruciale mantenere una comunicazione trasparente e veritiera sulle risorse e sui risultati ottenuti” - ha affermato il leghista.

Gianni Galeotti
Gianni Galeotti

Nato a Modena nel 1969, svolge la professione di giornalista dal 1995. E’ stato direttore di Telemodena, giornalista radiofonico (Modena Radio City, corrispondente Radio 24) e consiglie..   Continua >>


 


e-work Spa
Politica - Articoli Recenti
In Emilia-Romagna cresce il centro sinistra, centro destra al palo, nonostante FDI
Sulla base dei dati alle europee, il divario sarebbe di 15 punti. Il campo largo ha premiato..
10 Giugno 2024 - 10:23
Record di affluenza a Fiumalbo per il candidato unico Alessio Nizzi
Eletto per la prima volta nel 2019, sostenuto in primis dalla Lega, Nizzi ha ottenuto così ..
10 Giugno 2024 - 08:08
Europee a Carpi: vola il Pd, doppiata Fdi. Righi punta a vincere al primo turno
Con questi numeri Riccardo Righi vede la vittoria al primo turno, ma molto dipenderà dai ..
10 Giugno 2024 - 08:02
Europee a Sassuolo, testa a testa tra Pd e Fdi. Menani trema
Con questi numeri non è scontata la conferma al primo turno di Francesco Menani, sostenuto ..
10 Giugno 2024 - 07:49
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58