'Mai più un'altra Bibbiano': 3000 bimbi sottratti in 4 anni, progetto di legge Lega anti-allontanamenti
e-work Spa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

'Mai più un'altra Bibbiano': 3000 bimbi sottratti in 4 anni, progetto di legge Lega anti-allontanamenti

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il Consigliere regionale Facci primo firmatario: 'Intendiamo dare risposte al problema reale degli affidi, ovvero consentire ai minori di avere una crescita armonica all'interno della propria famiglia'


'Mai più un'altra Bibbiano': 3000 bimbi sottratti in 4 anni, progetto di legge Lega anti-allontanamenti
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Sono circa 3mila, in media, i bambini sottratti alle famiglie nel corso degli ultimi 4 anni in Emilia-Romagna: questi i numeri ufficiali forniti dalla Regione e da cui prende le mosse il progetto di legge “Allontanamenti zero” presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nel palazzo dell'Assemblea legislativa, dal consigliere regionale della Lega, Michele Facci, primo firmatario della proposta e dal capogruppo in consiglio regionale e commissario Lega Emilia, Matteo Rancan.

La proposta di legge ha come obiettivo quello di sostenere la genitorialità e prevenire gli allontanamenti dei minori dalle proprie famiglie. Disciplinata da 18 articoli fissa delle linee di indirizzo focalizzate sul sostegno della genitorialità, con l’obiettivo di proporre interventi profondamente innovativi, accogliendo la sfida del sostegno alla famiglia d’origine e della promozione di una “genitorialità positiva”, in grado di dare risposta ai bisogni di sviluppo del bambino anche in situazioni problematiche e di vulnerabilità psico-socio-economica, anche in coerenza con quanto previsto dalle “Linee guida per la valutazione multidimensionale”, approvate dalla Conferenza permanente Stato Regioni e Province Autonome.

“La Regione Emilia-Romagna, con la legge 2/2003 - ricorda Facci - sostiene il ruolo essenziale della famiglia nella formazione e cura delle persone e nella promozione della coesione sociale e, nel corso degli anni, ha dedicato particolare attenzione e specifici provvedimenti volti ad assicurare il diritto di tutti i minori a crescere nell’ambito della propria famiglia e, qualora ciò non sia possibile, ad essere accolti in affidamento etero-famigliare, ovvero presso una comunità”.
“L’obiettivo del progetto di legge - ha poi aggiunto il consigliere - è di proporre interventi innovativi, accogliendo la sfida del sostegno alla famiglia d’origine affinché questa, anche con il supporto della rete parentale e degli enti o associazioni senza fini di lucro che operano nel campo della tutela dei minori e delle famiglie, possa assicurare un ambiente idoneo a consentire la crescita armonica del minore nella propria famiglia, e perchè l'allontanamento sia sempre più una misura residuale e veramente temporanea.


“In altre parole, con questo proposta di legge – ha spiegato il capogruppo e commissario Lega Emilia, Matteo Rancan - intendiamo dare risposte a un problema reale, che è quello degli affidi, ovvero consentire ai minori di avere una crescita armonica all'interno della propria famiglia, scongiurando così il ripetersi di un altro “affaire Bibbiano”, ovvero lo scandalo del quale ha parlato tutto il mondo e che ha coinvolto il sistema dei servizi sociali, che ruotava intorno alle sedute di psicoterapia del guru torinese Claudio Foti (condannato a 4 anni nel rito abbreviato) e della sua equipe, col contorno determinante di maneggi, manipolazioni e falsificazioni a livello di potere amministrativo, dei quali facevano le spese i bambini e le loro famiglie”.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

e-work Spa

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
FDI, programma cultura: 'Modena torni a stupire, anche come capitale'
Negrini, Pulitanò e Rossini: 'Rilanciamo su storia Estense, risorgimento e grandi eventi ..
24 Maggio 2024 - 00:30
Confindustria, al via il nuovo corso del modenese Orsini
'Anacronistico pensare di dividere il Paese in questo momento, proprio quando noi chiediamo ..
23 Maggio 2024 - 22:42
Urbanistica, famiglia e sicurezza: Bignardi e Rossini a confronto
Al centro del confronto, moderato dal direttore de La Pressa Giuseppe Leonelli, anche i temi..
23 Maggio 2024 - 21:54
Elezioni Regionali ER, Azione: 'Sì a Primarie: noi candidiamo Richetti'
Parla Paolo Zanca. E su Modena: 'Noi crediamo che Massimo Mezzetti abbia tutte le ..
23 Maggio 2024 - 15:45
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58