'Maltempo luglio 2023: aziende e famiglie attendono ancora i rimborsi'
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
articoliPolitica

'Maltempo luglio 2023: aziende e famiglie attendono ancora i rimborsi'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Mastacchi: 'La verità è che ad oggi cittadini e imprese ancora attendono i primi rimborsi sia alle abitazioni private che alle attività produttive'


'Maltempo luglio 2023: aziende e famiglie attendono ancora i rimborsi'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Il maltempo e le grandinate che si sono abbattute in Emilia Romagna dal 22 al 27 luglio 2023, in particolare nelle province di Parma, Reggio, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena, hanno provocato gravi danni: interruzioni di strade, disservizi e danni a edifici pubblici, abitazioni private, attività produttive e la perdita di svariati ettari di coltivazioni. A un anno di distanza vorremmo conoscere quante domande di rimborso sono pervenute complessivamente, se è rimasto fuori qualche Comune, a quanto ammontano i contributi richiesti per i primi rimborsi, quali sono i tempi di liquidazione e se è già stata ipotizzata una seconda tranche di indennizzi con ulteriori risorse'. A porre gli interrogativi con un question time all’Aula è il consigliere di Rete Civica Marco Mastacchi.

 

'Il 31 gennaio scorso con una mia question time avevo già chiesto a quanto ammontassero i contributi richiesti per i primi rimborsi e quali fossero i tempi di liquidazione – continua Mastacchi -.

In quell’occasione, che coincideva con la data di proroga del termine per la presentazione delle domande, l’Assessore Priolo si era presa l’impegno di aggiornarmi dopo l’11 marzo, sia per quanto riguarda il numero di domande che per quanto riguarda l’importo richiesto. Proprio l’11 marzo rappresentava infatti il termine previsto per l’espletamento dell’attività istruttoria e l’invio degli elenchi riepilogativi delle domande ammissibili a contributo da parte degli Organismi Istruttori all’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. Poichè da ulteriori comunicazioni successive all’11 marzo è emerso che le domande presentate erano state circa 684 domande per complessivi 2.264.848,25 euro, ma risultavano assenti ancora i dati di diversi Comuni e poiché l’emergenza di luglio 2023 ha riguardato anche altre regioni come la Lombardia, il Veneto e il Friuli Venezia-Giulia con decine di milioni di danni per privati e imprese, appare concreto il rischio di eccedere rispetto alle disponibilità del Fondo per le emergenze nazionali.

La verità è che ad oggi cittadini e imprese ancora attendono i primi rimborsi sia alle abitazioni private che alle attività produttive. Ci aspettiamo dunque una risposta concreta dalla giunta'.

 

'L’assessore Priolo in aula ha riferito sul completamento delle procedure e ha comunicato i relativi dati al Dipartimento della Protezione Civile: 4.143 domande per 16.251.340,75 euro per il comparto residenziale e 214 domande per 3.171.429,61 euro per il comparto produttivo, per un totale di 19.422.770,3 euro. Per le misure eccedenti i 5000 euro il totale è di 62.809.833,7 euro. La liquidazione delle somme sottostà a una Delibera del Consiglio dei ministri nel primo caso e a uno specifico provvedimento nazionale da farsi, nel secondo caso - afferma Mastacchi -. L'assessore ha detto di essere in attesa e di sperare che il Governo provveda il prima possibile alla liquidazione dei danni. Mentre lei rispondeva, io mi immedesimavo in quei cittadini che entrambi abbiamo incontrato e che hanno le case ancora scoperchiate, le attività commerciali devastate…una situazione veramente deprimente. Mi chiedo come le istituzioni, senza distinzioni di livello, siano così assenti. I cittadini sono là fuori e aspettano delle risposte e al netto del fatto che le procedure siano state completate, manca totalmente la comunicazione con loro, e credo sarebbe importante un piano di comunicazione che li aggiorni e spieghi loro come stanno le cose, li renda partecipi per non farli sentire abbandonati'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


e-work Spa
Politica - Articoli Recenti
Modena, Negrini: 'Serve riflessione prima di tutto da parte di Fdi'
'Il risultato della lista civica mi rende orgoglioso nel sapere che tanti Modenesi hanno ..
11 Giugno 2024 - 15:46
M5S: 'Nelle urne riscontro positivo del lavoro fatto'
I coordinatori regionali e provinciale confermano il percorso intrapreso nella coalizioni di..
11 Giugno 2024 - 11:38
La piazza di Massimo
Dopo la prima festa alla sede elettorale il neo sindaco Mezzetti saluta e ringrazia gli ..
11 Giugno 2024 - 02:39
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58