Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

Minori stranieri, Muzzarelli scrive a Piantedosi: 'Problema si aggrava'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Il Comune non è più in grado di garantire il collocamento per tutti i minori'


Minori stranieri, Muzzarelli scrive a Piantedosi: 'Problema si aggrava'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Sui flussi di minori stranieri non accompagnati (Msna) a Modena, nonostante le tante sollecitazioni dei mesi scorsi, non abbiamo registrato alcun sensibile miglioramento, anzi i problemi si sono acuiti, ed è sempre più avvertita “la mancanza di sostegno istituzionale per trovare soluzioni utili alla nostra specifica situazione territoriale”.

Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, dopo l’episodio di violenza e vandalismo all’interno di una comunità che ospita minori stranieri, ha scritto di nuovo al ministro dell’Interno Matteo Piantedosi. “L’episodio non ha avuto conseguenze gravissime solo grazie al pronto intervento delle Forze dell’ordine – spiega il sindaco - prontamente chiamate dagli operatori della struttura”. Ma ora il rischio è la chiusura della struttura e il disimpegno del soggetto gestore vista “la totale mancanza di strumenti efficaci per assicurare accoglienza e inclusione dei ragazzi secondo gli obblighi di legge, oltre che garantire sicurezza agli ospiti e agli operatori”.

Per Muzzarelli, quindi, non è più rinviabile “una risposta concreta in merito ai problemi che stiamo sollevando da più di un anno”, rappresentati al Ministro anche di persona quando, oltre alla gestione dei migranti, si discusse dell’elevamento della Questura in fascia A e del relativo aumento di personale, nell’ambito del Patto per Modena Città Sicura.

Nella lettera il sindaco solleva diversi problemi sul sistema di accoglienza del Sai che il Governo pare voler smantellare, compreso un taglio del budget relativo a Modena per 174 mila euro, e al più generale flusso di minori stranieri che il Comune ha in carico e che “non trova la equa ridistribuzione che dovrebbe essere assicurata dal tavolo di coordinamento presso la Prefettura”.

Tra i temi sollevati c’è anche la preoccupazione per il flusso di minori di nazionalità tunisina, già segnalato nell’estate scorsa, caratterizzato da condotte pericolose e violente che sfociano spesso in aggressioni e rapine.

“Si è intensifica – spiega il sindaco - la collaborazione tra le Forze dell'ordine e le Comunità di accoglienza, ma gli strumenti di cui dispongono il Servizio Sociale e il personale educativo non consentono di gestire in modo adeguato queste condotte, determinando un senso di impunità tra i minori stessi che ha conseguenze devastanti per i progetti di accoglienza”. E bisogna considerare anche la fatica e la paura del personale educativo delle comunità, che riferiscono un crescente numero di dimissioni proprio dovute alla tipologia del flusso di minori. Per Muzzarelli, quindi, è “urgentissimo, per la tenuta dell'accoglienza stessa, una rivisitazione della normativa e la previsione di strumenti più coercitivi, oltre alla previsione di strutture di accoglienza più rispondenti alla gestione di queste condotte”.

Ribadendo che il Comune non è più in grado di garantire il collocamento per tutti i minori, il sindaco spiega che per la stagione invernale ci si sta attrezzando per attivare comunque situazioni emergenziali, “ancorché non del tutto adeguate agli standard di accoglienza per persone di minore età, pur di rispondere all'esigenza di collocare in un luogo protetto i sedicenti Msna”. Ma Muzzarelli sottolinea anche l’indisponibilità ad accogliere “quei minori che si sono allontanati da strutture governative, che rifiutano i collocamenti proposti e i minori che hanno agito comportamenti pericolosi e non adeguati al contesto comunitario, sia verso gli altri minori accolti che verso il personale della struttura”.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
Daniele Giovanardi (DSP): 'A ..
Il commento del responsabile sanità di Democrazia Sovrana e Popolare: 'Dall'Italia capofila..
09 Febbraio 2024 - 23:26
Mirandola, si dimette l'assessore ..
L'assessore al bilancio lascia la giunta ma spera in un ripensamento dei partiti: 'Dopo il ..
09 Febbraio 2024 - 19:26
Liberi Veritate, tre iniziative di ..
Diritto al contante, produzione cibo e no alla ideologia gender
08 Febbraio 2024 - 21:52
Voto a Modena, corrente di Samorì ..
Resta il bivio tra civico e politico. Nel secondo caso a essere chiamato a sfidare Mezzetti ..
08 Febbraio 2024 - 20:12
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58