Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Porta a porta a Modena, Pd: 'Cittadini non vogliono tornare indietro'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'I cittadini, ne siamo convinti, non chiedono di tornare indietro. Al contrario, hanno a cuore una città pulita'


Porta a porta a Modena, Pd: 'Cittadini non vogliono tornare indietro'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Lo sviluppo del modello di raccolta dei rifiuti e dell’economia circolare su scala regionale e locale restano una priorità non rinviabile. I cittadini, ne siamo convinti, non chiedono di tornare indietro. Al contrario, hanno a cuore una città pulita, un servizio efficace dal punto di vista ambientale, e che siano portate avanti azioni concrete per un futuro sostenibile': con queste parole la responsabile Ambiente della segreteria del Pd della provincia di Modena Caterina Bagni interviene sul tema della raccolta rifiuti, inquadrandolo nel più ampio quadro dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.

'Siamo consapevoli – continua Bagni - che ogni cambiamento importante nella vita delle persone genera inizialmente anche inevitabili disagi, e per questo è importante accompagnare i cittadini nella trasformazione con dinamismo e attenzione, monitorando - come già stanno facendo alcune amministrazioni - la qualità del servizio svolto dal gestore, tra i cui compiti c’è anche quello di individuare, nel caso, le criticità presenti e, ove necessario, introdurre correttivi al sistema, e investendo energie e risorse nella comunicazione'.

Occorre in ogni caso tener ben presente che 'se non si interviene con decisione e in maniera significativa per la tutela ecologico-ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici, i disagi per l’avvio di una nuova modalità di raccolta rifiuti saranno una leggera brezza di marzo a confronto della tempesta che arriverà nei prossimi anni. Questa è la sfida del nostro tempo, che riguarda tutti noi, e riguarderà i nostri figli e i loro figli. Occorre fermare l’inquinamento e le emissioni climalteranti, ma soprattutto occorre trovare un modello economico con una visione più sostenibile e rigenerativa. Un modello rigenerativo è la cosiddetta ‘economia circolare’, in cui i prodotti vengono continuamente trasformati attraverso processi che riducono al minimo la produzione di rifiuti. L’economia circolare inverte il processo di crescita economica basato sul modello lineare ‘Estrai, produci, usa e getta’, che ci ha spinti a superare i confini delle risorse del pianeta.

Se vogliamo attuare la transizione all’economia circolare, e non si tratta di un’opzione, ma di una necessità vitale, dobbiamo essere consapevoli che è necessario attuare una grande trasformazione dei comportamenti, anche dei singoli'.

'La provincia di Modena sta attuando questo cambiamento anche attraverso la trasformazione del modello di raccolta dei rifiuti, finalizzata alla possibilità di estendere l’applicazione del principio “chi più inquina, paga” a tutto il territorio provinciale, in cui sono già tanti i Comuni che, da tempo, hanno trasformato i propri servizi, ottenendo importanti risultati, in termini di riduzione dei rifiuti prodotti e di percentuali di raccolta differenziata, grazie all’introduzione di modelli di raccolta domiciliare o con strumenti di riconoscimento dell’utenza, finalizzati all’applicazione della tariffa puntuale. Nel valutare le politiche sui rifiuti è infatti necessario non limitarsi a leggere i dati di percentuale raccolta di differenziata o riciclo, ma occorre osservare l’effetto che queste hanno in termini di sviluppo dell’economia circolare e, in particolare, rispetto alla riduzione della produzione totale dei rifiuti. Tra gli strumenti di tipo fiscale che sono considerati a supporto dell’economia circolare – conclude l’esponente Dem - l’introduzione della tariffa puntuale corrispettiva produce effetti diretti sulla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti, perché l’introduzione del principio “chi più inquina, più paga”, oltre a collegare un esborso economico direttamente alla produzione di rifiuti non differenziati, genera nei cittadini maggiore consapevolezza del loro impatto ambientale, favorendo quindi buone pratiche di prevenzione. Attuare la transizione all’economia circolare significa anche mettere in campo una strategia che renda più resilienti le attività economiche rispetto alla capacità di reperire materie prime e di gestirne al meglio la volatilità dei prezzi. L’ultimo Green Deal afferma che entro il 2030 l’economia circolare potrebbe generare oltre 700 mila posti di lavoro nell’UE e un +0,5% di Pil'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
Paziente devasta psichiatria, Fials ..
Giuseppina Parente, referente provinciale del sindacato attacca Azienda ospedaliera e ..
18 Febbraio 2024 - 01:27
Gaza: in Consiglio passa mozione De ..
La sorpresa e la critica del consigliere di Modena Sociale: 'Di fronte al massacro non ..
18 Febbraio 2024 - 00:41
Movimento 5 stelle: senza accordo col..
Superamento dell'inceneritore, stop alla privatizzazione del welfare, sicurezza partecipata ..
17 Febbraio 2024 - 21:51
Manifestazione contro autonomia ..
'Centinaia di sindaci che stanno qua e che non hanno i soldi per l’ordinaria ..
16 Febbraio 2024 - 18:18
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58