Sondaggio sulla sicurezza commissionato dal Comune e mai reso noto, la Lega chiede di divulgarlo
e-work Spa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Sondaggio sulla sicurezza commissionato dal Comune e mai reso noto, la Lega chiede di divulgarlo

La Pressa
Logo LaPressa.it

I referenti comunali Lega: 'Riteniamo che tutto ciò abbia una motivazione politica: i dati sono troppo scomodi per l'Amministrazione. Le criticità emerse da questi sondaggi riflettono esattamente quelle evidenziate dalla Lega'


Sondaggio sulla sicurezza commissionato dal Comune e mai reso noto, la Lega chiede di divulgarlo
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Come consiglieri comunali, attraverso un accesso agli atti, siamo entrati in possesso di tre sondaggi, uno in particolare sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini, che l'Amministrazione comunale ha commissionato con soldi pubblici ma che evidentemente non ha voluto render noto, noi crediamo perché quanto emerso risulti politicamente scomodo per l'Amministrazione stessa'

Lo hanno affermato questa mattina in una conferenza stampa il capogruppo Lega in comune Giovanni Bertoldi, il consigliere nonché vice presidente del consiglio comunale Stefano Prampolini, Mario Mirabelli responsabile sicurezza Lega Modena e il segretario cittadino Lega Caterina Bedostri. 

Tre sondaggi, che sarebbero costati circa 8000 euro l'uno alle casse comunali, ma di cui nessuno, al di fuori dell'amministrazione avrebbe mai saputo nulla. Nonostante la potenzialità utilità, oltre che interesse pubblico, delle informazioni emerse.

'L'amministrazione non ha pensato nemmeno di rendere i dati noti ai consiglieri: abbiamo dovuto procedere con un accesso agli atti per entrare in possesso dei risultati' - affermano Bertoldi, Prampolini, Mirabelli e Bedostri.

Il punto è che questi sondaggi così come la documentazione fornita ai consiglieri attraverso la richiesta di accesso atti, stando all'articolo 43 del Testo Unico degli enti locali, possono essere forniti ai consiglieri che però, per normativa, non possono divulgarli. 'Noi rispettiamo leggi e regolamenti dell'istituzione e quindi, pur avendo visto i sondaggi, non possiamo renderli noti. Chiediamo però che sia la giunta a farlo. Anche perché le informazioni potrebbero essere utili sia per una confronto sia per individuare strategie utili per la città, al di là degli schieramenti politici. Noi chiediamo, nell'interesse pubblico, che questi sondaggi vengano pubblicati.
Un conto è un partito che svolge dei sondaggi interni e che può scegliere se divulgarli o no, ma qui sono stati spesi i soldi pubblici per una necessità che poi rimane nelle segrete stanze. Riteniamo che tutto ciò abbia una motivazione politica: i dati sono troppo scomodi. Infatti possiamo dire che tutte le criticità emerse da questi sondaggi riflettono esattamente quelle evidenziate dalla Lega in tutti questi anni di mandato' - afferma Mirabelli.

'Ciò andrebbe nell'interesse della città e noi agiamo sempre nell'interesse della città, non siamo quelli che desideriamo che le cose vadano male per utilizzare ciò per un tornaconto politico, anzi saremmo pronti a ragionare insieme su quanto emerso' - spiega il capogruppo Giovanni Bertoldi. 'Dall'esigenza di maggior presidio alla videosorveglianza, fino ad arrivare al timore generato alla massiccia presenza di stranieri adulti e minori stranieri non accompagnati che delinquono e con un tema su tutti, su cui da anni richiamiamo l'attenzione: la necessità di istituire un assessorato alla sicurezza, ora in mano ad un sindaco che non può occuparsi di tutto'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

e-work Spa

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
Mirandola, il Pd: 'La Budri viola la par condicio'. Ma nel 2019 i Dem fecero lo stesso
'Maino Benatti, così come altri membri dell’amministrazione (pure candidati), ..
19 Maggio 2024 - 18:27
Punti nascita, da Mirandola a Pavullo: promesse tradite di Bonaccini
Non solo non riapriranno i punti nascita in montagna, la Regione del governatore che promise..
19 Maggio 2024 - 07:31
Campagna elettorale, prof Modena: 'Dibattiti ridotti a narcisistiche passerelle'
'Vere e proprie narcisistiche passerelle utili alla visibilità di qualche responsabile di ..
18 Maggio 2024 - 18:23
Elezioni Castelfranco, Righini presenta il programma: 'Svolta su viabilità, sicurezza e sanità per vincere e fare la storia'
Elezioni Castelfranco, Righini presenta il programma: 'Svolta su sicurezza, viabilità e ..
18 Maggio 2024 - 17:15
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58