'Street Parade, Muzzarelli si complimenta davanti al manifesto della illegalità'
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubrichePressa Tube

'Street Parade, Muzzarelli si complimenta davanti al manifesto della illegalità'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Negrini (Fdi): 'Non è sopportabile avere soggetti che defecano e urinano sui muri, chiese comprese. Non è sopportabile il vandalismo'


Guarda i nostri video in anteprima, Iscriviti al nostro canale YouTube !
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Sulle dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino di Modena Giancarlo Muzzarelli a seguito della Street parade, interviene Luca Negrini, presidente cittadino di Fratelli d’Italia.
'Un sindaco che si complimenta con chi ha organizzato un itinerante manifesto all’illegalità, al cui interno si consumava un evidente abuso di droga e alcool, senza tenere conto del rispetto della legge, si dovrebbe vergognare per il grave messaggio che lancia - attacca Negrini - Ci chiediamo se il sindaco sia a conoscenza del fatto che lo spaccio di sostanze sia un reato, che la detenzione di esse sopra una certa quantità sia anch’esso un reato, che la vendita abusiva di alcolici sia illegale e che lo è anche venderli ai minori; che l’organizzazione di eventi (perché di questo parla il sindaco utilizzando il termine festa, mascherata da manifestazione) sia disciplinata da una regolare licenza e un altrettanto importante regolamento a cui debbono sottostare tutti coloro i quali operano nel campo dell’organizzazione di eventi - afferma Negrini -.

Alla luce di tutto questo ci domandiamo dove e quando si è manifestato lo sforzo degli organizzatori tanto apprezzato da Muzzarelli e come sia possibile che un sindaco, peraltro anche assessore alla sicurezza, non condanni i comportamenti irregolari avvenuti all’interno del corteo e anzi gratifichi pubblicamente chi quegli atti li ha commessi. Il punto più basso delle dichiarazioni, già raso terra, a cui ci ha abituato ultimamente il primo cittadino'. 

'Le immagini e le riprese del corteo mostrano quanto ci sia poco della festa di cui parla Muzzarelli che dovrebbe vergognarsi per il terribile messaggio che lancia anche ai più giovani. La legalità deve essere il pilastro su cui si fonda il lavoro di un sindaco, che esso sia di destra o di sinistra.

Ma quando si tratta di condannare  il mondo dei centri sociali e affini, la sinistra tentenna e gioca al gioco delle tre carte tanto caro al Sindaco candidato naturale al ruolo di maestro dell’illusione mal riuscita - continua Negrini -. Basti pensare ai continui tentativi, compreso  quello che riguarda questo specifico caso, di svincolarsi cercando di far passare il messaggio, credibile forse per un infante, che il sindaco non può nulla. Il sindaco può avere un atteggiamento diametralmente opposto a quello tenuto in questi giorni da Muzzarelli, volto a stringere il più possibile la forbice di movimento di queste ‘manifestazioni’ nell’interesse dell’economia della città, dei commercianti, degli ambulanti, del compartimento fieristico e dei modenesi tutti e dei loro diritti che continuamente passano in secondo piano per il continuo sostegno ad una politica locale che finge di tutelare tutti ma colpisce sempre gli stessi: i rispettosi delle regole e della civile convivenza'.

'Il primo cittadino è perennemente a conoscenza di quello che accade, incontra gli organizzatori, siede al tavolo per la sicurezza ed è inutile che racconti di non avere potere alcuno nascondendosi dietro ad un dito per poi riapparire in un bel tentativo di intestarsi i successi che, tra l’altro, nemmeno sono presenti in questo caso. Come al solito ci troviamo davanti alla mistificazione della realtà volta a nascondere ciò che è stato dannoso, declassando quello che non ha funzionato a danno collaterale sopportabile. Così non è. Non è sopportabile avere soggetti che defecano e urinano sui muri, chiese comprese. Non è sopportabile il vandalismo che passa anche attraverso l’imbrattare i muri compiendo atti senza significato alcuno figli della noia e della totale assenza di senso civico. Il successo di una manifestazione non si riscontra dal numero delle cariche di alleggerimento effettuate dagli agenti di pubblica sicurezza (a cui va, nuovamente, il nostro ringraziamento per essersi messi a disposizione con grade professionalità, al servizio dei cittadini in molti casi fuori turno o rinunciando alle proprie ferie e ai propri permessi e avendo come primario obbiettivo il garantire la sicurezza a tutti nonostante la delicatezza della giornata dettata proprio dall’errore di permettere che questa manifestazione fosse in concomitanza a molteplici eventi molto più importanti e significativi per l’attrattiva di Modena) ma sulla base dell’impatto che esse hanno avuto sulla città, dal messaggio che ne esce e dal disagio che essa ha portato ai cittadini  anche a livello economico. Su questo faremo un’approfondita attività per fare chiarezza, dal momento che molti punti restano ancora nebulosi in termini di costi e di chi li ha sostenuti ed è giusto che i modenesi siano informati utilizzando una trasparenza fondamentale su questo punto. Infine leggiamo le dichiarazioni esultanti che giungono dal Partito Democratico dove si parla di una Modena viva e una destra chiusa. Per noi noi la parola viva non sarà mai accostata ad una manifestazione che sponsorizza al suo interno  l’abuso di droga e alcool - continua Negrini -. Quella che per il partito democratico è chiusura, per noi è il rispetto della legge e delle regole che non si applica ad intermittenza in base a che mondo stia manifestando, ma è un punto fermo a cui non si può mai rinunciare. C’è poco da festeggiare e il fatto che per molti esponenti della sinistra locale quello che è successo sabato a Modena sia motivo di festeggiamenti, la dice lunga su quanto siano distanti le posizioni e la scala di  valutazione di chi amministra e di chi vive la città. D’altronde che la sinistra abbia storiche lacune nello schierarsi fermamente dalla parte delle regole lo si  riscontra  anche solo dalle condizioni in cui versa attualmente Modena'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Ozonoterapia 1

Pressa Tube - Articoli Recenti
Candidati sotto La Pressa: rivedi il 'faccia a faccia' Negrini-Mezzetti
Partecipato incontro alla polisportiva di Albareto di Modena con i candidati sindaco ..
30 Maggio 2024 - 03:20
Urbanistica, famiglia e sicurezza: Bignardi e Rossini a confronto
Al centro del confronto, moderato dal direttore de La Pressa Giuseppe Leonelli, anche i temi..
23 Maggio 2024 - 21:54
Voto Mirandola: il video del confronto davanti a 400 persone
Al termine del confronto spazio alle domande dal pubblico e, a quel punto, la serata si è ..
17 Maggio 2024 - 16:05
'Così Cigarini infanga ancora l'onorabilità di Pagliani'
Andrea Galli: 'Si è permesso di ripescare quelle accuse, false, adombrando ancora ..
14 Maggio 2024 - 16:54
Pressa Tube - Articoli più letti
Esplodono i contagi: è il fallimento totale del Green Pass
Si continua viceversa la caccia al no-vax (il quale per ora continua a non infrangere alcuna..
29 Dicembre 2021 - 12:03
No al green pass, lavoratori uniti: 'Diciamo no al lasciapassare'
'L'articolo 1 della Costituzione oggi viene superato da un decreto che subordina il diritto ..
01 Ottobre 2021 - 21:13
'Green Pass, traditi da Stato e sindacato, appello ai lavoratori: unitevi per i diritti di tutti'
I lavoratori di CNH senza Green Pass, a cui è negata la mensa, hanno ricevuto la ..
23 Settembre 2021 - 13:17
'Non tornerò al lavoro finchè sarà necessario il Green Pass'
La testimonianza di Maria Sole Lanè, referente del gruppo 'La gente come noi' Emilia ..
24 Marzo 2022 - 12:08