Volti nel lager: a Carpi la donazione delle lettere di Carlo Prina
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubricheSenza Memoria

Volti nel lager: a Carpi la donazione delle lettere di Carlo Prina

La Pressa
Logo LaPressa.it

In Fondazione la cerimonia di donazione delle lettere di Prina, tra i martiri della strage di Cibeno, e la presentazione della mostra


  • Volti nel lager: a Carpi la donazione delle lettere di Carlo Prina
  • Volti nel lager: a Carpi la donazione delle lettere di Carlo Prina
  • Volti nel lager: a Carpi la donazione delle lettere di Carlo Prina
  • Volti nel lager: a Carpi la donazione delle lettere di Carlo Prina
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Inviato al Campo di Fossoli il 9 giugno 1944, matricola n°1609, Carlo Prina fu una delle vittime della strage del poligono di tiro di Cibeno, che il 12 luglio dello stesso anno costò la vita a 67 internati del campo, trucidati dalle SS naziste. Prina era stato arrestato perché, all’indomani dell’Armistizio, non solo si rifiutò di combattere a fianco dei nazisti, tra le file della Repubblica Sociale Italiana, ma scelse al contrario di reclutare giovani per le formazioni partigiane.

Oggi alle ore 11 presso la sede della Fondazione, l’ex Sinagoga di Carpi, in via Giulio Rovighi, la cerimonia di donazione dei documenti di Prina – un corpus di lettere e fotografie – alla Fondazione da parte degli eredi.

Questa importante scelta dei familiari rientra nella campagna ‘Salva una storia’, lanciata dalla Fondazione perché i documenti di interesse storico sulle vicende legate al Secondo conflitto mondiale e alla deportazione siano donate agli archivi per essere adeguatamente conservate, analizzate e messe a disposizione degli studiosi di tutto il mondo.

Oltre agli eredi, alle autorità cittadine e ai rappresentanti della Fondazione, presente alla cerimonia l’Assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Mauro Felicori, in mattinata in visita al Campo di Fossoli insieme ad alcune classi.

Presentata, da parte di Dario Venegoni, Presidente di ANED (Associazione Nazionale ex Deportati) e curatore della mostra, Volti nel lager. Ritratti eseguiti nel 1944 a Fossoli e Bolzano. L’esposizione presenta gli eccezionali disegni e ritratti realizzati da Armando Maltagliati nei Lager di Fossoli e Bolzano. Accanto a essi, anche due disegni altrettanto inediti di Lodovico Barbiano di Belgiojoso dedicati allo stesso Maltagliati. A Fossoli e Bolzano l’autore della maggior parte di questi ritratti non era un prigioniero qualunque: le SS lo avevano infatti scelto come capo-campo, ovvero come prigioniero incaricato di assicurare l’ordinato sviluppo delle attività, il punto di contatto tra il mondo dei reclusi e quello delle guardie naziste. L’esposizione – prodotta da ANED, Associazione Nazionale ex Deportati - sarà visitabile presso l’ex Sinagoga domenica 29 gennaio dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 15.00 alle 19.00, e sarà poi visitabile per le scuole, previa prenotazione, nei giorni e negli orari di apertura degli uffici della Fondazione.

Sabato 28 gennaio sarà il momento del teatro, con Remo Girone che, sul palco del Teatro Comunale di Carpi, porterà in scena Il cacciatore di nazisti. L'avventurosa vita di Simon Wiesenthal.


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Articoli Correlati

Feed RSS La Pressa
Senza Memoria - Articoli Recenti
19 ottobre 2020: quando il governo vietò anche ai bambini di giocare in gruppo
Esattamente tre anni fa l'entrata in vigore di un nuovo decreto cosiddetto anti-covid, con ..
19 Ottobre 2023 - 06:50
Di Maio in seggio emiliano blindato Pd? Tre anni fa diceva: 'Mai con partito di Bibbiano'
Il video di allora: 'Io col partito che in Emilia Romagna toglieva i bambini alle famiglie ..
30 Luglio 2022 - 20:24
Complanarina, nuovo rinvio: Muzzarelli la annuncia, a vuoto, dal 2014
Con l'ennesimo rinvio di un anno l'attuale sindaco conferma che dopo averla inserita come ..
14 Marzo 2022 - 10:02
Senza Memoria - Articoli più letti
Lo scalo Merci: da Modena a Marzaglia i simboli della città che (non) cambia
L'infrastruttura ferma da dieci anni ha bloccato lo sviluppo e la ricucitura dell'asse ovest..
06 Agosto 2017 - 00:35
Ex diurno e Piazza Mazzini: dopo 16 anni siamo all'anno zero
Bonaccini lo annunci? nel 2001, più di un milione di euro senza risultati
27 Aprile 2017 - 06:45
Il giorno in cui il PD disse si ad 841 nuovi alloggi
Era il 2 aprile 2012. In Consiglio comunale, al documento che diede il via libera a 533 ..
25 Settembre 2017 - 02:55
Parco Ferrari, ritorna il tema della riqualificazione
L'occasione del concerto di Vasco è un modo per rispolverare il progetto del Wwf che ..
03 Maggio 2017 - 18:34